Gioco legale e responsabile

WSOP 2016

Michael Ruane, dai soldi confiscati alle Bahamas ai November Nine

Scritto da
24/07/2016 10:15

3.180


Michael Ruane, chi era costui? Tra i November Nine, l’americano è probabilmente non solo il meno noto, ma anche il meno vincente. Eppure, se scavate bene nei cassetti della vostra memoria, forse questo nome non vi suonerà completamente nuovo. PCA Bahamas 2012 non vi dice proprio nulla?

Michael Ruane

Michael Ruane

Riavvolgiamo il nastro del tempo fino a quattro anni fa. Tre giovanotti si recano al PokerStars Caribbean Adventure e vincono poco più di 26.000 dollari. Si tratta di due fratelli e un cugino: Thoma Freeman Jr, Sean e Michael Ruane, all’epoca ventitreenne.

Convinti di non dover dichiarare nulla, i tre furono fermati al Lynden Pindling International Airport e si videro confiscati l’intera somma. Le leggi americane, infatti, impongono di dichiarare il trasporto di contanti superiore a $10.000 dollari, limite che si estende non alla singola persona ma al nucleo familiare.

I tre giovani si erano spartiti i soldi in modo da non avere più di 9.000 dollari a testa, ma questa piccola furbizia non è bastata. Fortunatamente per loro, se la cavarono ‘semplicemente’ con la confisca dei soldi, senza però nessuna denuncia o multa aggiuntiva.

Michael Ruane il giramondo

Quella alle Bahamas non è stata l’unica capatina di Michael Ruane al di fuori dei confini statunitensi, anzi. Il ventottenne, che ha dichiarato di aver giocato parecchio prima del Black Friday – salvo poi diminuire nettamente il suo volume – negli ultimi anni si è spostato tra Montreal, Costa Rica e Malta, pur di inseguire il successo.

Fino a quando, un paio d’anni fa, il ragazzo è tornato a casa, nel New Jersey, quando il Garden State ha riaperto le porte al poker online. Il vero colpaccio, però, lo ha fatto quest’anno, nel Main Event delle WSOP 2016.

From zero to hero

Sì, perché guardando le statistiche di Michael Ruane su HendonMob, ci rendiamo subito conto di come la sua carriera nei tornei di poker live non sia stata certo esaltante, fino a questa estate: poco meno di 45.000 dollari vinti in cinque piazzamenti a premio: tre alle WSOP, uno al WSOP Circuit e uno all’EPT di Campione d’Italia 2008.

Non si aspettava neppure lui di arrivare così deep nel Main Event delle WSOP 2016, visto che prima del Day 7 è dovuto andare a comprarsi qualche vestito nuovo: “Non ho portato con me abbastanza vestiti perché non credevo che sarei arrivato così lontano”, ha dichiarato Ruane, che ha partecipato soltanto al torneo da $10.000.

Mossa decisamente azzeccata, visto che in un colpo solo Michael Ruane ha vinto come minimo 1 milione di dollari, praticamente oltre 22 volte quanto aveva precedentemente incassato in carriera!

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento