GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

WSOP 2017

WSOP 2017: James Obst vince il Championship di Razz e conquista il primo braccialetto WSOP

Lo ha sfiorato in tre occasioni, chiudendo due volte secondo e una volta terzo. Dopo tanti successi online nelle varianti, James Obst ha finalmente posto il suo sigillo anche alle World Series Of Poker, vincendo il Championship di Razz nonostante un field di altissima qualità. Nel PLO da $1.000 trionfa invece Tyler Groth

Scritto da
16/06/2017 08:46

1.369


WSOP 2017 event #26: $10.000 Razz Championship

Il buy-in da $10.000 ha attirato un field di altissimo livello nel Championship di Razz, che ha visto 96 giocatori al via, pronti a contendersi un prize pool di $911.800.

L’ultima giornata iniziava con l’unofficial final table da 9 giocatori. Nel field rimanente erano presenti diversi top player delle varianti come David “ODB” Baker, Brandon Shack-Harris, Anthony Zinno, Nick Schulman e soprattutto il chipleader James Obst.

Quest’ultimo era a caccia del primo braccialetto in carriera, e questa sembrava essere finalmente l’occasione giusta per esultare alle WSOP. Nonostante i grandi successi nei tornei online e le abilità unanimemente riconosciute, l’australiano non era mai riuscito a conquistare la prima posizione alle World Series. Fino a ieri aveva centrato una terza posizione e due secondi posti.

Questa volta James ci è riuscito: dopo 10 ore di dura battaglia ai tavoli si è imposto sugli otto avversari e ha conquistato il suo primo titolo WSOP.

Lo ha fatto senza dominare nettamente come ci aspetterebbe, ma gestendo nel migliore dei modi il suo big stack. A conti fatti ha eliminato solo due giocatori al final table: Jack Duong (8°) e il runner-up Eric Kurtzman.

Quest’ultimo è stato il vero mattatore del final table, perché è stato lui a estromettere, tra gli altri, Anthony Zinno in quinta posizione e David “ODB” Baker in terza (quest’ultimo aveva bustato Brandon Shack-Harris in sesta piazza).

Kurtzman iniziava l’heads-up con un vantaggio di 3 a 1, ma in questa fase Obst ha messo in campo tutta la sua determinazione ed è riuscito, dopo circa tre ore, a prevalere. Nella mano finale l’australiano aveva un pessimo A-8-3-2-5-5, ma è riuscito comunque ad avere la meglio sul 4-4-4-A-3-2 di Kurtzman.

In questo modo James Obst ha vinto il prestigioso braccialetto di un Championship alle World Series Of Poker. Per lui un premio di $265.138 che porta le sue vincite lorde nei tornei live a quota 2.5 milioni di dollari.

Il payout:

  1. James Obst $265,138
  2. Eric Kurtzman $163,867
  3. David “ODB” Baker $112,645
  4. Andrey Zhigalov $79,616
  5. Anthony Zinno $57,903
  6. Brandon Shack-Harris $43,370
  7. Jyri Merivirta $33,485
  8. Jack Duong $26,674
  9. Nick Schulman $21,946

Stanco di perdere? Entra nel Team di Pokermagia! Staking e Coaching gratuito per te. Fail il test ora!

betsense

 

WSOP 2017 event #25: $1.000 Pot-Limit Omaha

Il mini-torneo di PLO da $1.000 di buy-in resta uno dei più popolari alle World Series, tra gli amanti delle quattro carte ma non solo. D’altronde, a fronte di un investimento contenuto, c’è la possibilità di portare a casa il braccialetto WSOP. Un obiettivo che fa gola a tanti, come dimostrano i 1.058 iscritti di quest’anno.

Il montepremi finale era di $952.200, con $179.126 destinati al vincitore.

Nella giornata finale restavano in gioco 11 giocatori. Il chipleader era il russo Igor Sharaskin, unico player nel field sopra quota un milione di chips. Il suo stack era grande più del doppio rispetto a quello del secondo nel chipcount.

Nonostante l’ottima dotazione di gettoni iniziale,  Sharaskin non è riuscito a spingersi oltre la quinta posizione, che gli è valsa un premio di $40.862. Poco dopo la sua eliminazione, è stato il turno dell’inglese Darren Taylor, ultimo giocatore non statunitense nel field. Per lui una quarta posizione da $56.224.

I tre americani rimasti in gioco erano Tyler Groth, Allan Le e Jonathan Zarin. I primi due appaiati nel chipcount con circa due milioni di chips a testa, il terzo shortstack con 600.000 chips. Zarin è però riuscito a sopravvivere all’uscita in terza posizione quando Groth ha eliminato Le. Per quest’ultimo un premio di $78.372 e tanta amarezza per essere arrivato a un passo dal braccialetto.

L’heads-up è iniziato con Groth in netto vantaggio, ma Zarin non si è arreso ed è riuscito a farsi sotto più volte. Tuttavia, i tentativi di sorpasso sono stati vani: sul board 6 j 10 10 a , Zarin è andato all-in con 6-6-J-4 ma si è visto girare da Groth A-A-9-7 per un fullhouse centrato al river.

In questo modo si è concluso il torneo di PLO da $1.000, che ha consegnato il braccialetto e $179.126 a Tyler Groth.

Il payout:

  1. Tyler Groth $179,126
  2. Jonathan Zarin $110,655
  3. Allan Le $78,372
  4. Darren Taylor $56,224
  5. Igor Sharaskin $40,862
  6. Adam Brown $30,090
  7. Daniel Spencer $22,456
  8. Mark Zullo $16,986
  9. Casey Carroll $13,026

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento