Vai al contenuto
Fiches Tesoro Casino

La “banda delle fiches” l’ha combinata grossa: €17 milioni in chips nei 4 casinò italiani, come operavano

Per la Procura di Brescia è stata organizzata una maxi evasione fiscale ai danni dello Stato da parte della “banda delle fiches” (così è stata denominata dai magistrati), un gruppo di presunti evasori che si è servito – per il proprio schema – anche dei casinò di Venezia, Sanremo, Campione d’Italia e Saint Vincent (ma non è stato accertata alcuna responsabilità delle case da gioco, molto probabilmente solo soggetti passivi di questa vicenda).

I proventi dell’attività sarebbero stati “reinvestiti” in preziose chips delle quattro case da gioco italiane.

L’attività investigativa è stata condotta nel 2021 da parte della Guardia di Finanza e, al termine delle indagini, sono stati arrestati e sottoposti a custodia domiciliare il giudice tributario Donato Arcieri, il consulente fiscale Giuseppe Fermo (originario di Potenza ma con sede a Milano) e due imprenditori lombardi Luigi Bentivoglio e Antonino Sortino. L’inchiesta però rischia di allargarsi: sono 90 gli indagati per una frode da 90 milioni di euro.

Le accuse sono gravi: evasione fiscale, corruzione in atti giudiziari, riciclaggio e dichiarazioni fraudolente. Sono state emesse – secondo la Procura – fatture per operazioni inesistenti per svariati milioni. L’ 8 giugno è prevista la prima udienza. Il consulente fiscale Fermo ha chiesto il giudizio abbreviato ed è stato condannato.

Come operavano all’interno dei casinò? Le ipotesi

La Banda si serviva dei casinò coinvolti per riciclare i proventi della truffa? Non si conosce ancora lo schema che ha portato i 4 indagati a investire nelle fiches nelle principali 4 sale italiane. E’ una vicenda tutta da chiarire ma le Fiamme Gialle sembrano intenzionate a fare piena luce sulla vicenda. E’ possibile che si servissero di un network di giocatatori per acquistare le fiches? Sono tutte ipotesi, ma bisognerà attendere il processo per capire come la loro attività interferiva con quella delle sale da gioco.

Una cosa è certa: con il limite sull’uso dei contanti anche nelle sale da gioco, per forza di cose, dovevano servirsi di numerosi complici. I 90 indagati attuali fanno parte di questo schema per acquistare chips dai casinò?

Comparazione offerte casino

Casinò Casinò
Extra bonus
Fino al 31 dic 2024
Spin of the day
Ogni giorno lo Spin of the day su PokerStars permette di guadagnare dei gettoni che, a loro volta, potranno essere convertiti a fine settimana in free spin o bonus casino.
INFO

Accedendo al proprio account PokerStars, ogni giorno vi è la possibilità di effettuare gratuitamente un giro di ruota. Questo giro conferirà dei gettoni che - a loro volta - permetteranno di riempire una fila di segnapunti, che andrà completata entro una settimana. Una volta completata quest'ultima, si otterrà una ricompensa sotto forma di free spin o bonus casinò istantanei.

Sei già iscritto?

Non sei iscritto?

BONUS DI BENVENUTO

200€

Bonus del 200% fino a 200€

free spins e bonus casino istantanei
Casinò Casinò
Extra bonus
Fino al 14 lug 2024
Countdown Europeo Pragmatic
Sui giochi Pragmatic Play si inganna l'attesa verso gli Europei di calcio con una serie di moltiplicatori e bonus da tavoli e slot
INFO

Il Casinò Live di Pragmatic Play offre un'entusiasmante promozione con un montepremi totale di 100.000€ in bonus. La promozione, denominata Countdown Europeo, si svolge dal 29 aprile al 14 luglio 2024 e include due fasi principali: il COUNTDOWN EUROPEO e il KICKOFF EUROPEO.

Periodo di partecipazione:

  • COUNTDOWN EUROPEO: Settimanalmente, dal 29 aprile al 2 giugno.
  • KICKOFF EUROPEO: Dal 3 giugno al 14 luglio (dettagli in arrivo).

Giochi in promozione: Una serie di giochi selezionati di Pragmatic Play.

Come partecipare: Per entrare nella promozione, è sufficiente piazzare puntate da almeno 0,10€ con saldo reale sui giochi promozionali nei periodi indicati.

Premi disponibili:

  • Multiplier Prize Drop: Ogni settimana, piazzando almeno una puntata qualificante, si può vincere casualmente uno o più Multiplier Bonus Drop. Ad esempio, una puntata di 2€ alla Auto Roulette che riceve un 100x Multiplier Bonus Drop, risulterà in un bonus di 200€.
  • Goal Prize Drop: Ogni settimana, piazzando almeno una puntata qualificante, si possono ricevere casualmente una o più delle Parole indicate. I 4 giocatori che collezionano tutte e 4 le Parole (ATTACCANTE, DIFENSORE, PORTIERE, GOAL) riceveranno un fun bonus di 300€.

Requisiti di puntata: Tutti i bonus vinti hanno un requisito di puntata di 1x.

Dettaglio dei premi Multiplier Prize Drop:

  • 1 premio da 500x
  • 2 premi da 200x
  • 2 premi da 100x
  • 5 premi da 50x
  • 30 premi da 20x
  • 100 premi da 10x
  • 210 premi da 5x

Parole da trovare e numero di premi:

  • ATTACCANTE: 15.000 premi
  • DIFENSORE: 15.000 premi
  • PORTIERE: 7.500 premi
  • GOAL: 4 premi

Sei già iscritto?

Non sei iscritto?

BONUS DI BENVENUTO

2.000€

Fino a 2.000€ di bonus cashback + 50 free spins senza deposito

100.000€
Casinò Casinò
Extra bonus
Fino al 31 mag 2026
Roulette Jackpot
Con uscite di numeri ripetuti sulla roulette Venezia di Starcasino, si concorre per porzioni di jackpot aggiuntivi sino a 25.000€
INFO

La promozione Roulette Jackpot offre un'esperienza unica su StarCasinò, dove i numeri fortunati alla Roulette hanno un valore aggiunto. Durante la promozione, i giocatori hanno la possibilità di vincere fino a 25.000€ in bonus attraverso questi premi aggiuntivi.

Orario di partecipazione: La promozione è disponibile ogni giorno, dalle 00:01 alle 23:59.

Modalità di partecipazione: Per aderire alla promozione, è necessario giocare alla Venezia Roulette di Evolution.

Regolamento: I giocatori che scommettono almeno 5€ in round in cui lo stesso numero esce 3 volte consecutive, si dividono un Jackpot di 250€. Se il numero esce 4 volte consecutive, il Jackpot da dividere è di 1.000€; se esce 5 volte consecutive, il Jackpot è di 25.000€.

Esempio pratico: Se la pallina si ferma sul numero 4 per 3 giri consecutivi e 10 giocatori hanno scommesso almeno 5€ per ogni spin durante le ripetizioni, ciascuno vincerà 25€ del Jackpot (calcolato come 250€ diviso 10).

Sei già iscritto?

Non sei iscritto?

BONUS DI BENVENUTO

2.000€

Fino a 2.000€ di bonus cashback + 50 free spins senza deposito

25.000€
Compara tutte le offerte
COMPARAZIONE BONUS DI BENVENUTO

Banda delle fiches: come è nata l’indagine

La Guardia di Finanza, a seguito di un controllo in una ditta di manutenzione collegata all’imprenditore Sortino (per i PM avrebbe creato fatture false per il valore di 12 milioni in 6 anni). In un capannone di proprietà dello stesso Sortino sarebbero stati rinvenuti 779.000 euro. Sempre secondo le Fiamme Gialle, i proventi della truffa, circa 17 milioni di euro, sarebbero stati “reinvestiti” in fiches dei 4 casinò italiani.

L’imprenditore sarebbe stato arrestato visto che ha offerto – sempre secondo la versione dei pubblici ufficiali – 70mila euro ai finanzieri che stavano effettuando il controllo per chiudere un occhio, forse due. Per l’atto di tentata corruzione è già stato condannato.

I documenti che scottano

Per l’accusa il consulente Fermo invece offriva servizi agli evasori in un ufficio di proprietà della società riconducibile al giudice Arcieri. Nel locale sarebbero state rinvenute fatture false e documenti relativi a una causa tributaria conclusa nel 2019 a favorevole di una società di proprietà degli indagati (per una presunta evasione fiscale da 255.000 euro). Ad assistere i ricorrenti – davanti al giudice Arcieri – è stato proprio il consulente Fermo. Le ulteriori indagini sui conti bancari ha portato alla luce numerosi bonifici dalla società oggetto di indagine al consulente e alle società collegate – secondo la Procura di Brescia – al giudice tributario.

Dall’ 8 giugno seguiremo il processo per capire come la “Banda delle fiches” operava e si serviva dei casinò per occultare i proventi presunti illeciti delle attività contestate.

A Frosinone si servivano di un’agenzia di Porteur: lo schema è simile?

Un’indagine condotta in parallelo nello stesso periodo nel Lazio (nel 2021) ha portato alla luce un giro di riciclaggio in diversi casinò europei. La centrale “operativa” era a Frosinone che gestiva una rete che aveva permesso di evadere circa 19 milioni di euro. Sono state denunciate 13 persone che si sono servite di diverse sale da gioco.

In questo caso le persone indagate sono state collegate a 10 giocatori (nullatenenti) originari della Campania e della Puglia che erano presenti nei casinò negli stessi giorni degli accusati che avevano effettuato nei casinò un versamento in contanti per 18 milioni di euro, con importi frazionati per non far scattare l’allert dell’anti-riciclaggio (quindi sempre sotto la soglia).

In questo caso inoltre gli indagati si sono serviti di un’agenzia di porteur (sono persone che riescono a procurare ai casinò clienti) con sede legale nel Regno unito ma attiva nei casinò italiani. In particolare gli inquirenti hanno ricostruito la movimentazione del denaro dai conti bancari: gli indagati hanno versato circa 20 milioni di euro all’estero. L’agenzia, dal 2012 al 2017, ha movimentato nei casinò 81 milioni di euro.

Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.