Vai al contenuto

Ban di massa su Pokerstars.it, parla Zappalà: “Paghiamo un errore di gioventù”

[imagebanner gruppo=”pokerstars”] Negli ultimi giorni Pokerstars.it ha deciso di bannare a vita diversi grinder di mtt. Non sono noti tutti i nomi coinvolti ma sappiamo per certo che a Gabriele Zappalà (che ha smentito di essere dietro al nickname “19ONETIME90”, vincitore dello scorso Sunday High Roller), Angelo Mirabella e Samuele Moschetti è stata negata in maniera definitiva la possibilità di giocare sulla poker room della picca rossa. Le motivazioni per quest’ultimo sono differenti da quelle dei primi due, ai quali, inoltre, il ban non è limitato al poker online, ma è esteso anche a tutti gli eventi organizzati da Pokerstars dal vivo: EPT, IPT, Eureka Poker Tour e FPS sono per citarne alcuni.

Questa la comunicazione via e-mail ricevuta da Zappalà e Mirabella, così come i due grinder l’hanno resa pubblica su Facebook:

pst

Una decisione che la poker room prende raramente, solo in seguito a gravi e reiterate violazioni al regolamento di gioco. Per capirne di più, abbiamo chiesto a Gabriele Zappalà (che ha reso pubblica la vicenda sulla sua pagina Facebook ) di spiegarci la situazione e di fornire la sua versione dei fatti.

Ciao Gabriele, ho letto del tuo ban definitivo su Pokerstars.it. Ti va di raccontarci ciò che è successo?

Ciao Gianluca, certo, ma non voglio scendere troppo nei dettagli. Posso dirti che il mio ban, che si protrae da quasi due anni, deriva da degli errori di gioventù commessi con il mio amico grinder Angelo Mirabella. Parecchio tempo fa abbiamo fatto chip dumping al cash game e una volta abbiamo fatto una stupida collusion ai sit and go da 10 e 25 euro. Da allora non siamo più i benvenuti su Pokerstars. Ma siccome facciamo questo lavoro di professione, non possiamo permetterci di non giocare su Stars, perchè solo lì si fanno i soldi veri.

Abbiamo perso l’identità di gioco e la notorietà che può derivare da vincite sul sito, quindi di conseguenza anche la possibilità di essere sponsorizzati. La cosa che mi rode è che Pokerstars non fa distinzioni tra i tipi di errori che si commettono ed i regolamenti infranti. Non offre una seconda possibilità.

Pokerstars è molto rigida da questo punto di vista…

Ci sono molti grinder che colludono tutte le sere. E continuano a farlo.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Quindi avete aperto un secondo account e avete grindato con quello finchè non vi hanno bannati nuovamente. Ma questa volta anche dal live… Come l’hai presa?

Sì, sarà stato il mio quarto account dopo il ban. Improvvisamente mi arriva questa mail dove mi dicono che non sono più il benvenuto nemmeno nei tornei live. E ci sono rimasto davvero male.

Come hai detto tu in precedenza, per un professionista è molto dura grindare senza avere i tornei di Pokerstars.it nello schedule. Come pensi di fare d’ora in poi?

Non è impossibile senza Pokerstars.it. L’aspettativa di vincita si riduce ma si può comunque vincere serenamente.

Quindi continuerai a grindare ma senza più giocare su Pokerstars.it?

Sì, senza Stars per adesso. Lo scorso mese avevo l’account già bloccato e ho vinto 5.000€ giocando solo sulle altre poker room.

COMPARAZIONE GIOCHI