Vai al contenuto
wsop-2021

WSOP 2021: gli Stati Uniti tengono chiuse le frontiere per gli europei, gli scenari per ottobre

Speciale WSOP 2021 – Porte aperte in Europa, porte chiuse negli States. L’Unione europea spalanca i suoi ingressi ai cittadini statunitensi (anche non vaccinati) ma per i turisti europei – al momento – non è consentito entrare negli USA.

Sull’apertura negli USA ci sono notizie contraddittorie: rumors indicano la data fatidica l’1 luglio, altri invece frenano. Mancano diversi mesi allo start delle WSOP 2021 (l’opening day è previsto per il 30 settembre) e c’è tanto ottimismo sul ritorno alla normalità ma, stando alle parole dell’immunologo Fauci (consulente della Casa Bianca), nessuna decisione pare scontata.

Gli USA riapriranno tra poche settimane? Alcune lobby stanno facendo grosse pressioni affinché riprenda il turismo di massa dal Vecchio Continente e, naturalmente, Las Vegas è in prima linea affinché si ragioni su una riapertura, ma c’è la massima cautela da parte di Washington.

“Spero che entro la fine dell’estate o l’inizio dell’autunno ci possa essere un allentamento del ban che vieta i viaggi in Usa dall’area Schengen, Italia compresa, ma non posso garantire”. Questo è il commento dell’immunologo Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid) e consigliere medico del presidente Joe Biden nella task force Usa anti Covid. Fauci ha parlato recentemente con la stampa italiana e pare molto cauto nelle sue affermazioni.

Alla fine chi vincerà? I tour operator o Fauci che invita alla prudenza? Le autorità sanitarie americane sono preoccupate che la variante indiana (che si è diffusa a macchia d’olio in Gran Bretagna) possa provocare una nuova ondata di Covid19 anche in Europa.

Proprio la UE ha fatto scattare l’allerta massima per i cittadini britannici (addirittura in Italia c’è un obbligo di quarantena anche per i soggetti vaccinati). Solo Malta, tra i paesi Schengen, ha aperto ai residenti in UK con restrizioni minime (vaccino).

Al momento gli USA hanno mantenuto sospeso “l’ingresso ai cittadini stranieri che si sono recati in uno dei 26 paesi appartenenti all’area Schengen, inclusa l’Italia, nei 14 giorni precedenti al loro ingresso negli Stati Uniti“.

Non è ancora possibile viaggiare per turismo (anche ludico) negli Stati Uniti, con le frontiere che restano sostanzialmente chiuse, fatta eccezione per i cittadini statunitensi e residenti permanenti o loro familiari, titolari di visto diplomatico e richiedenti di determinate tipologie di visto che rientrano nella categoria di ingressi definita dalle autorità locali di “interesse nazionale”.

Le cose però potrebbero migliorare nelle prossime settimane ed i players europei potrebbero anche programmare il proprio viaggio per le WSOP 2021 (ottobre-novembre).

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

L’istituzione da luglio del green-pass potrebbe indurre gli USA a cambiare idea.

Il vice presidente della Commissione Ue, Margaritis Schinas ha chiesto reciprocità nell’allentamento delle restrizioni anti Covid sui viaggi. “L’Ue ha fatto la sua parte, abbiamo inserito gli Usa nella lista dei Paesi da cui possono riprendere i viaggi non essenziali, quindi ora tocca a loro. “Abbiamo spiegato ai nostri colleghi americani che oggi l’Ue è il Continente più vaccinato al mondo e a tempo di record ha istituito un certificato uniforme Covid 19 che testimonia in modo molto accurato che il viaggiatore non è un rischio per gli altri”.

C’è quindi ottimismo che durante l’estate gli USA tornino sui loro passi ed aprano all’Europa, ma sarà importante nel Vecchio Continente, tenere sotto controllo la diffusione della variante Delta che ha fatto registrare 19mila casi giornalieri in UK due giorni fa, nonostante la campagna vaccinale. E’ vero che il numero dei ricoveri non è aumentato ,nonostante la diffusione esponenziale del virus, segno evidente che i vaccini possono aver indebolito l’impatto del virus, però c’è ancora da tenere la guardia alta.

Se vuoi conoscere il calendario delle WSOP 2021 clicca qui!

COMPARAZIONE GIOCHI
Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.