Vai al contenuto
Phil Hellmuth

Phil Hellmuth: “Sono il migliore torneista a tutto tondo!”

Phil Hellmuth è tornato a parlare dopo il 17° braccialetto WSOP vinto a inizio luglio, e come spesso accade con lui non sono mancate le dichiarazioni roboanti.

Le WSOP 2023 di Hellmuth

Per iniziare Phil Hellmuth ha dato un po’ di numeri sulle sue World Series 2023. In totale ha partecipato a 33 eventi andando a premio 13 volte.

“Sono molti meno di chiunque altro abbia ‘giocato seriamente’ per i braccialetti WSOP! Ho preso 10-12 day off. Avevo bisogno di riposo extra, considerata anche la mia età (59).”

L’unico giocatore capace di vincere il braccialetto WSOP in cinque decadi diverse ha rivelato di aver lasciato per strada un paio di errori che gli sono costati la possibilità di giocare tavoli finali, e che in altre occasioni la sua run è stata interrotta dalla sorte. Inoltre si è detto preoccupato dal crescente numero di braccialetti distribuiti ogni anno.

“Vorrei che ci fossero meno braccialetti in palio ogni anno. Cento sono troppi anche perché probabilmente con le altre Series in realtà sono 150. Un’altra cosa è che c’è bisogno di separare le statistiche tra online e live. Credo che le divideranno.”

I riconoscimenti di Deeb (e Ivey?)

Secondo Hellmuth la situazione è cambiata rispetto a qualche tempo fa. Adesso i più forti pokeristi gli tributano il rispetto che ritiene di meritare, mentre quelli “di seconda fascia” continuano un po’ a denigrarlo.

“I più forti mi hanno dato sia lo status di GOAT (greatest of all time, il più grande di tutti i tempi ndr) sia il riconoscimento che sono il migliore torneista a tutto tondo al mondo – ha detto Hellmuth – I miei risultati degli ultimi 20 mesi parlano chiaro. Ma ovviamente i più forti come Shaun mi vogliono superare! E’ bello avere un vero riconoscimento anche se i giocatori di seconda fascia, diciamo dalla 8° alla 80° posizione, ancora me lo negano. Non capiscono la grandezza pokeristica e non raggiungeranno mai il livello più alto. Phil Ivey sa quanto sono grande e io so quanto grande è lui. I più grandi si riconoscono.”

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Il 17° braccialetto

Proprio con Phil Ivey, Hellmuth si è trovato al tavolo finale nell’evento WSOP che a luglio gli ha dato il 17° braccialetto in carriera.

Il Poker Brat ha rivelato un breve battibecco con “il Re” perché voleva fermare il torneo per farlo riprendere il giorno seguente.

“C’è stata tensione per 30 secondi, poi Ivey mi ha spiegato il suo punto di vista e ci abbiamo riso su. Da programma il torneo doveva durare un giorno e lui aveva stilato il suo schedule di conseguenza. Alla fine l’ho eliminato in sesta posizione. Rimasti in cinque ho chiesto agli altri se volevano tornare alle 4 del pomeriggio seguente, ma in due hanno voluto continuare a giocare.”

Hellmuth ha detto anche di avere goduto della assenza di disturbatori.

“Negli ultimi tavoli finali WSOP che ho giocato sono arrivati dei tipi ubriachi e parecchio su di giri. Ma credo che se questi fatti fossero accaduti nel 2023 le WSOP avrebbero subito cacciato via i disturbatori”

Tutti i braccialetti WSOP di Phil Hellmuth

Ed ecco l’elenco dei 17 braccialetti WSOP di Hellmuth.

AnnoEventoPremio
1989$10,000 Main Event$755,000
1992$5,000 Limit Hold’em$168,000
1993$1,500 No-Limit Hold’em$161,400
1993$2,500 No-Limit Hold’em$173,000
1993$5,000 Limit Hold’em$138,000
1997$3,000 Pot-Limit Hold’em$204,000
2001$2,000 No-Limit Hold’em$316,550
2003$2,500 Limit Hold’em$171,400
2003$3,000 No-Limit Hold’em$410,860
2006$1,000 No-Limit Hold’em Rebuy$631,863
2007$1,500 No-Limit Hold’em$637,254
2012$2,500 Razz$182,793
2012€10,000 Main Event WSOPE$1,333,841
2015$10,000 Razz$271,105
2018$5,000 No-Limit Hold’em$485,082
2021$1,500 No-Limit 2-7 Lowball$84,851
2023$10,000 Super Turbo Bounty$803,818
Dopo anni passati a scrivere di altro, in un periodo sabbatico mi sono appassionato al poker e dal 2012 è diventato il mio pane quotidiano. Intanto ho scritto un paio di libri che niente hanno a che vedere col nostro meraviglioso gioco.
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI