Vai al contenuto

WSOP 22: il primo braccialetto è donna, folla di vip all’event #3

Come tradizione vuole, la seconda giornata delle World Series Of Poker è quella che vede assegnare il primo braccialetto. Nel torneo destinato ai dipendenti dei casinò di tutto il mondo, il prezioso gioiello finisce al polso di Katie Kopp. Negli altri eventi WSOP 2022 ancora in corso, detto del final table centrato subito da Dario Sammartino, ci sono da registrare field molto interessanti, in particolare nell’event #3. Ma andiamo per ordine.

Katie Kopp vince l’event #1

832 partecipanti tra cui l’ex november niner Kenny Hallaert, che ha diritto a prendere parte all’evento in quanto già Tournament Director prima di diventare poker pro. Il belga conclude vicino al final table (15°), lasciando 13 colleghi statunitensi e un sudcoreano in lotta per il titolo. Alla fine il final table è tutto a stelle e strisce, come altamente pronosticabile, e il successo sorride all’unica donna rimasta all’ultimo tavolo. Si tratta di Katie Kopp (foto copertina), dealer di lungo corso proveniente da Cleveland, che festeggia così una gioia che sicuramente andrà molto oltre i 65mila dollari di ricompensa. Di seguito il primo final payout delle WSOP 2022:

1°. Katie Kopp United States $65,168
2°. Wyatt Frost United States $40,273
3°. Brandon West United States $28,356
4°. Shaun Colquhoun United States $20,275
5°. Joe Chang United States $14,725
6°. Vikram Vijay United States $10,865
7°. Gonzalo Gonzalez United States $8,147
8°. Arturo Jimenez United States $6,210
9°. Kyle Dempsey United States $4,813

WSOP 2022 Event #3: 2.500$ Freezeout NLHE – quanti vip!

Non è davvero così frequente vedere tanti nomi di alto profilo a un evento da 2.500$, anche se mette in palio il prestigio di un braccialetto WSOP. Comunque fa impressione leggere così tanti nomi famosi tra i 752 che hanno preso parte al day 1. Tra questi, ad esempio, c’era anche Phil Ivey, fresco del primo ITM nel giorno del suo ritorno alle World Series, ma che non si è accontentato e si è nuovamente seduto, anche se per un evento dal buy-in che valeva circa il 2,5% rispetto al precedente…

Ivey non è fra i 113 che hanno guadagnato l’accesso al day 2, che poi sono anche gli “in the money” del torneo. Infatti il “gong” è scattato con lo scoppio della bolla, e dalla top 10 potete già avere un’idea della qualità del field:

1 Jesse Kertland Ellensburg, WA, US 941,000
2 Michael Moncek North Barrington, IL, US 873,000
3 Casey Hatmaker Chambersburg, PA, US 849,000
4 Jan Bednar CZ 829,000
5 Shannon Shorr Las Vegas, NV, US 670,000
6 Andrew Kelsall Tampa, FL, US 604,000
7 Wojciech Barzantny Kaiserslautern, , DE 568,000
8 Chris Hunichen COLUMBIA, SC, US 543,000
9 David Benyamine FR 520,000
10 Dylan Linde Las Vegas, NV, US 495,000

Quelli di Shorr, Hunichen, Benyamine e Lynde non sono nomi che si incontrano spesso tutti insieme. A questi si aggiungono altri super vip, gente abituata a ben altri buy-in come Adrian Mateos (15°), Bill Klein (16), Scott Seiver (24°), Shaun Deeb (34°), Chris Brewer (102°) e Anthony ZInno, tra i più corti a 40mila fiches, per un 109° posto provvisorio. La vittoria vale circa 320mila dollari, oltre al braccialetto.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

WSOP 2022 Event #4 – 1.500$ Dealer’s Choice 6-handed: Monnette e Rast già caldissimi

Il primo evento di varianti di poker in questa edizione delle WSOP è il numero 4, un 1.500$ Dealer’s Choice che ha ovviamente attirato tutti gli specialisti e gli “all-around”. In totale sono stati 430 gli iscritti, 123 dei quali hanno guadagnato l’accesso al day 2. L’ingresso a premi è però riservato per circa la metà di essi, poiché gli ITM previsti sono solo 65. La somma accompagnata al braccialetto iridato, in questo caso, sarà di 126.288$.

In testa al gruppo c’è il californiano Eichhorn, ma la top 10 è già tempestata di variantisti d’elite, da Brett Richey a John Monnette, da Marco Johnson a Brian Rast:

1 Dennis Eichhorn Irvine, CA, US 276,000
2 Mitul Sheera Garland, TX, US 245,500
3 Brett Richey NEW YORK, NY, US 220,500
4 John Monnette PALMDALE, CA, US 213,500
5 Ben Yu Las Vegas, NV, US 192,000
6 Qinghai Pan Diamond Bar, CA, US 185,500
7 Marco Johnson WALNUT CREEK, CA, US 183,500
8 Scott Bohlman Lemont, IL, US 179,000
9 Brian Rast Las Vegas, NV, US 169,500
10 Travis Pearson LAS VEGAS, NV, US 165,500

Fra gli altri che andranno a caccia di itm e braccialetto ci sono vecchie volpi come “Captain” Tom Schneider (14°), Brandon Cantu (24°), Chip Jett (50°), Todd Brunson (60°) e il fortissimo variantista israeliano Yuval Bronshtein (65°). Della partita anche Roland Israelashvili, che punta ad allungare ulteriormente la sua già incredibile sfilza-record di ITM WSOP, che lo rendono il giocatore più volte a premio tra quelli che non hanno mai vinto un braccialetto. Sarà la volta buona?

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".