Vai al contenuto

I dealer delle WSOP sotto attacco dei pro su Twitter!

Jason Mercier, fra i più duri con i dealer delle WSOPI dealer delle World Series Of Poker di quest’anno sarebbero lenti, impreparati ed impacciati: è questo l’impietoso ritratto che emerge direttamente da Las Vegas, almeno secondo l’opinione di giocatori in vista come Jason Mercier.

Su Twitter cominciano infatti ad essere numerose le lamentele per un servizio, quello dei dealer, come sempre fondamentale quando si parla di tornei dal vivo: il numero di mani giocate in un’ora è più che mai importante, così come non incappare troppo spesso in misdeal nelle mani di varianti di poker diverse dal No Limit Hold’em e Pot Limit Omaha, quelle più soggette a questo tipo di errori.

Jason ci va giù duro senza mezzi termini, e nonostante le WSOP siano appena iniziate il suo parere sembra già essere una stroncatura irrevocabile: “Non ho ricordi di dealer tanto inesperti in edizioni passate delle WSOP, è imbarazzante. Non conoscono le regole né sanno leggere i board, annunciano puntate quando non dovrebbero e sono lenti da morire”.

Sulla stessa falsariga anche Josh Arieh, che dice: “Immagino sia arrivato il momento di lamentarsi. Com’è possibile che ad un torneo da 5.000 dollari vengano assegnati tutti dealer principianti? Ci sono stati un sacco di errori per tutta la notte”.

Lo statunitense allude al Mix Max in corso di svolgimento, ma anche in tornei precedenti c’era chi aveva fatto notare problemi analoghi, sebbene magari con maggior tatto: “Il dealer è molto gentile ed ammette di essere nervoso – scriveva Xuan Liu – ma stiamo giocando letteralmente dieci mani per livello…”.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Evidentemente, il numero di dealer coinvolti in una manifestazione imponente come le WSOP è davvero importante, ed è quindi normale che fra loro vi possano essere diversi livelli di esperienza, specie nel gestire varianti in qualche modo meno comuni, ma stando a queste segnalazioni il tutto sembra essere oltre il livello di guardia.

Una gatta da pelare insomma per gli organizzatori: i giocatori di poker sicuramente potranno essere molto esigenti, ma con quello che spendono per potersi sedere dargli torto diventa difficile.

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta