GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Come pensano i Pro

Come vincere le Turbo Series: i consigli dei pro di PokerStars

Manca poco all’inizio delle Turbo Series: perché non sfruttare i consigli dei professional poker player di PokerStars per vincere? Da Fatima Moreira de Melo a Celina Lin, passando per Jeff Gross, Jaime Staples e Jennifer Shahade.

Scritto da
19/02/2018 14:03

2.071


Dal 25 febbraio al 4 marzo, le Turbo Series di PokerStars.it catalizzeranno l’attenzione dei grinder italiani. La serie di tornei veloci metterà in palio ben 1,5 milioni di euro, spalmati su 20 eventi adatti a tutte le tasche.

Vincere un torneo di poker non è mai facile, figurarsi quando la struttura non dà un attimo di respiro. Fortunatamente, per approcciarci al meglio alle Turbo Series possiamo sfruttare una serie di consigli provenienti dal Team Pro della poker room numero uno al mondo.

Ecco i più significativi:

 

Turbo Series Jeff Gross

Due ‘squali’ al tavolo…

 

Fatima Moreira de Melo: “Occhio al post-flop”

“Giocate come giochereste di solito. Ma attenzione: non avrete spazio per bluffare post-flop. Le ante, infatti, diventano grosse molto presto, perciò vale sempre la pena vincere il piatto pre-flop! Occhio a chi apre spesso il gioco e a incalzarli quando avete posizione su di loro, controrilanciando all-in sulle loro aperture se avete tra i 18 e i 28 big blind.

E ricordate: le cose cambiano rapidamente nei tornei Turbo: perciò, se perdete un piatto grosso e vi rimangono le briciole, raddoppiare significa rimettersi quasi in carreggiata e in average!” – Fatima Moreira de Melo.

Chris Moneymaker e Lex Veldhuis: “Buy-in, gioco short stack, errori”

“Gli eventi turbo aumentano la varianza, già di per sé alta nei tornei, perciò io giocherei eventi dal buy-in più basso rispetto a quanto sono abituato nei tornei a velocità normale” – Chris Moneymaker.

“Se giocate le Turbo Series per la prima volta, fossi in voi studierei il gioco short stack per capire bene quando è giusto andare all-in. L’errore più grosso è giocare troppo tight e scendere troppo in big blind. L’azione è veloce e non si può aspettare troppo!” – Lex Veldhuis.

Martin, Gross, Staples e Schneiders: “Il tempo è tutto, ma niente panico”

“Consiglio per gli esordienti: non rinunciate agli spot giusti! Non avete molto tempo e per questo bisogna prendersi tutta l’edge che potete” – Kevin Martin.

“Il consiglio che darei a chi ha appena iniziato a giocare è che ci saranno tanti short stack e di fare quindi attenzione a scegliere gli spot giusti per andare all-in per primi aprendo il gioco.

Inoltre, non andate in panico se siete short stack, dato che probabilmente non sarete gli unici. Per esempio, dovete capire che in zona bolla avere 10-15bb potrebbe essere un average stack per non dire un buono stack” – Jeff Gross.

 Su PokerStars.it arrivano le TURBO SERIES con €1.500.000 di montepremi garantiti: registrati subito! 

Turbo Series

 

“Nelle Turbo Series non c’è così tanto tempo come negli eventi deep stack. Perciò, se pensate di avere edge in uno spot ma non siete sicuri, provateci comunque. Dovete estrarre tutte le chip che potete da ogni piatto che potete. Non c’è tempo da perdere!” – Jaime Staples.

“Non pensate ‘Troverò uno spot migliore!’. Prendetevi ogni spot che potete perché il tempo è tiranno nei tornei turbo! – Felix Schneiders.

Jen Shahade e Celina Lin: “Ok Turbo Series, ma non troppo turbo!”

“Non pensate troppo al termine ‘turbo’, dicendo cose tipo ‘Dovevo per forza giocare, perché è un turbo’ o ‘Non posso foldare qui, è un turbo’. Non sempre ha senso, se gli altri giocatori stanno giocando seriamente i loro range in base a posizione e bui. Tuttavia, siate veloci ad adattare la vostra strategia di base se necessario!” – Jen Shahade.

“Penso che la gente pensi che per via della struttura veloce occorra giocare più mani. Perciò, ampliano i range e giocano mani marginali con cui si trovano in spot difficili. Suggerisco di attenersi a una strategia tight aggressive e di non deviare molto dal vostro modo di giocare” – Celina Lin.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento