Vai al contenuto

Paul Phua arrestato a Vegas per scommesse illegali!

star-casinoPaul Phua, il noto junker malese e businessman di Macao, l’uomo conteso da Steve Wynn e Sheldon Adelson, è stato arrestato a Las Vegas, per la gestione illegale di scommesse sportive sulla Coppa del Mondo, insieme ad altre sette persone di nazionalità cinese.  D’altronde Puha ha iniziato nel settore del gambling proprio come bookmaker ad Hong Kong, il problema è che ha sbagliato decisamente location, nel gestire la propria attività durante i Mondiali di calcio.

Las Vegas Review Journal ha pubblicato che il regular high stakes del Big Game asiatico è stato fermato dagli agenti dell’FBI, mentre stava accettando puntate all’interno del Caesars Palace. La sala da gioco ha cacciato gli otto allibratori e, successivamente, i federali li hanno arrestati in varie location della Strip.

paul-phuaI manager del Caesars non sono stati ritenuti responsabili di questa folle e sprovveduta azione (è come se un privato accettasse scommesse all’interno di un’agenzia autorizzata di betting) da parte di Phua e dei suoi soci, considerando che il casinò di Vegas ha collaborato alle indagini, tutelando anche il suo business e la sua integrità. Negli States, è possibile scommettere sugli eventi sportivi, solo all’interno delle sale del Nevada.

Paul Puha è difeso dall’avvocato di Phil Ivey:  David Chesnoff che ha seguito il divorzio milionario del “Tiger Wood” del poker.

Da diversi anni Paul Phua è uno dei regular dei giochi cash game high stakes più ricchi del mondo ed inoltre ha stakato diversi top players: nella sua scuderia spicca per notorietà il nome di Tom Dwan.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

AGGIORNAMENTO: il businessman asiatico è stato rilasciato in libertà vigilata pagando una cauzione di 2 milioni di dollari. Avrà un dispositivo GPS alla caviglia per monitorare ogni suo  spostamento. L’udienza preliminare è stata fissata per il 5 agosto. Fino a quella data non potrà lasciare gli Stati Uniti. Rischia fino a 7 anni di reclusione. Arrestato e poi messo in libertà anche il figlio di 22 anni.

Leggi qui la storia completa di Paul Phua

Puha libero dopo il doppio arresto di Macao e Las Vegas

Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.