Gioco legale e responsabile

casino

Kevin Hart, $60 milioni di guai: una donna gli fa causa per un sex tape

Una donna ha fatto causa all’attore Kevin Hart, grande appassionato di poker, per una cifra di $60 milioni di dollari. Il motivo? Un video hot. I fatti sarebbero avvenuti nel 2017, precisamente all’interno di una suite del Cosmopolitan Hotel di Las Vegas.

Scritto da
19/09/2019 16:30

1.782


Kevin Hart rischia di perdere un piatto da $60 milioni, ma la sua passione per il poker, e soprattutto per gli high stakes, stavolta non c’entra nulla. Galeotto fu invece un video hot che l’attore avrebbe girato all’insaputa della donna con cui si è intrattenuto nel 2017 in quel di Las Vegas.

Montia Sabbag ha deciso di fare causa al comico e attore americano per una cifra da capogiro. A quanto pare, il rapporto tra i due fu consensuale, ma la donna non aveva la benché minima idea che Kevin Hart stesse girando un sex tape.

 

Kevin Hart

Kevin Hart

 

 

Il colpo di scena

La modella Montia Sabbag e Kevin Hart si sono conosciuti al Marquee, un night club del Cosmopolitan Hotel – situato sulla mitica Strip della Sin City – due anni fa. La serata si concluse nella suite dell’attore, dove i due hanno consumato.

Nella causa intentata, la Sabbag afferma che quello dell’attore fosse un piano premeditato, con la collaborazione di un suo amico, tale J.T. Jackson.

In realtà, Jackson era già stato arrestato per estorsione poco dopo che il video incriminato ha cominciato a girare, due anni fa. Inizialmente, la Sabbag aveva sostenuto la totale estraneità di Kevin Hart alla vicenda, definito una vittima come lei.

 

Montia Sabbag

La modella Montia Sabbag

 

Kevin Hart sapeva?

Mandando avanti il nastro fino ai giorni nostri, a quanto pare la Sabbag ha cambiato idea, considerando Kevin Hart come parte integrante del piano, attuato per creare ulteriore clamore mediatico in vista del suo tour, l’Hart’s Irresponsible Tour.

Per questo motivo, l’attore con la passione per il Texas Hold’em avrebbe permesso a Jackson di entrare nella sua stanza, riempirla di telecamere e così filmare l’incontro sessuale con la modella.

Montia ha affermato come detto di essere all’oscuro della presenza delle telecamere nella stanza d’hotel e oltre ad aver fatto causa a Hart e Jackson, ha fatto causa anche al Cosmopolitan Hotel per violazione della privacy, negligenza e procurato stress emotivo.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento