Vai al contenuto

Emanuela Ventrici: “La Svizzera può essere un modello per l’Italia, nella politica e gestione dei casinò”

Nella mattinata di oggi è stata disvelata alla stampa la nuova poker room del Casinò Admiral di Mendrisio. Una sala con 14 tavoli più altri 4 esterni dedicati al cash game, e diversi appuntamenti in cantiere per il 2022 a partire dall’IPO Master del prossimo gennaio (dal 24 al 30).

La conferenza stampa è stata però anche un’occasione per parlare dello stato dell’arte, nel settore dei casinò terrestri, insieme a una manager che vanta una lunga esperienza. Parliamo di Emanuela Ventrici, da oltre 20 anni nel settore e da circa un anno Head of Operations degli Admiral Casino in Svizzera. Di seguito le sue riflessioni sulle prospettive del mercato, sulle tasse e sulla situazione italiana.

Intervista ad Emanuela Ventrici, Head of Operations di Admiral Casinò Svizzera

Il Covid ha rappresentato una sorta di tabula rasa per il mercato dei casinò live? E cosa si aspetta, a livello europeo, una volta che ci saremo liberati dal virus?

Nonostante non ci siamo ancora liberati dal virus, la macchina del casinò terrestre si sta chiaramente rimettendo in moto, e anche le nostre previsioni di chiusura sono positive, oltre ogni aspettativa. I casinò svizzeri si stanno riprendendo con buoni risultati, certo i numeri non sono ancora quelli del 2019 ma la ripresa c’è. C’è una tendenza che abbiamo riscontrato insieme ai colleghi europei, ovvero che la gente ha voglia di ritornare a giocare, ma chi lo fa in genere ha voglia di una puntata un po’ più alta. In genere sì, è aumentato lo spending medio.

Tendenzialmente si hanno meno visitatori occasionali o amatoriali, quelli che forse hanno ancora un po’ di paura e preferiscono evitare, e più giocatori “veri e propri”, con una abitudine di spesa più alta.

Dunque una clientela con motivazioni più forti, che si riflette sulla qualità della spesa. Può essere una sorta di consolidamento del mercato questo?

Sì, potremmo anche vederla così. Tra tutti gli aspetti negativi di questo ultimo biennio dovuti al Covid, questa è una interessante opportunità.

Da italiana e da manager di casinò con una lunga esperienza, come vede la situazione del mercato italiano? Parlo della situazione legata alle case da gioco live, ormai in cronico e oserei dire tragico stallo. Perchè da noi è diventato così difficile fare business in questo settore?

Riguardo ai 4 casinò italiani penso che sicuramente l’influenza e il legame con la politica, ma anche dei processi organizzativi estremamente datati, rendano la macchina dei casinò più lenta e complicata da gestire. Il nodo da sciogliere sta tutto lì.

Da questo punto di vista la Svizzera può essere un modello?

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Sono convinta che la Svizzera, con le sue 21 case da gioco che versano milioni e milioni di franchi alle casse pensioni dei cantoni, rappresenti un modello che potrebbe essere facilmente replicato ed applicato in Italia, e lo dico con grande dispiacere essendo io italiana.

Per il rilancio in grande stile del casinò Admiral di Mendrisio, su quali fattori punta di più?

Direi sicuramente che mi aspetto molto dal poker, come è stato annunciato oggi in occasione dell’inaugurazione della nuova poker room, anche perché era qualcosa che i nostri giocatori richiedevano e aspettavano. Infatti quando circa un anno fa mi sono legata a questo gruppo, il progetto di una nuova poker room era già in cantiere ma non si era mai riuscito a implementarlo. Quindi sì, mi aspetto molto dal poker ma anche altri giochi, come il nuovo jackpot collegato con la sede di Locarno. Da che mondo e mondo la possibilità di grosse vincite è un’attrattiva eccezionale e sono convinta che anche stavolta sarà così.

C’è un argomento molto spinoso per i giocatori italiani, quando vanno a giocare all’estero: le tasse, anche perché in teoria ci sono sentenze della cassazione che tranquillizzano ma ogni tanto ne esce anche qualcuna di segno contrario. Lei cosa si sente di dire agli italiani che vorrebbero venire a fare una partita o un torneo da voi a Mendrisio?

Sicuramente qui non abbiamo questo problema, in quanto le nostre vincite sono esentasse. Quindi non posso che invitare i giocatori di oltreconfine a venire da noi con la massima tranquillità.

COMPARAZIONE GIOCHI
"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".