Vai al contenuto

Caroline Wozniacki, la campionessa-gambler: dalle puntate al Crown a Gus Hansen

Prima dell’inizio degli Australian Open 2018, avevamo pubblicato un articolo con i nostri consigli per le scommesse antepost. Invece di sbilanciarci nei pronostici sul torneo maschile, che sembrava giustamente in mano al favoritissimo Roger Federer, ci siamo occupati del tabellone femminile. Tra le tenniste su cui avevamo suggerito di puntare c’era anche Caroline Wozniacki, ovvero la giocatrice che ieri mattina (ora italiana) ha effettivamente vinto il torneo.

Avevamo ripartito la bet complessiva in 10 unità, da suddividere tra Svitolina, Wozniacki, Goerges, Keys, Vandeweghe e Pavlyuchenkova. Chi ha puntato 3 unità sulla danese (come da suggerimento) si è assicurato un profitto netto di 26 unità.

Caroline ha quindi portato bene a tutti gli appassionati di betting che hanno creduto in lei, e siamo sicuri che lei stessa sorriderebbe di gusto di fronte a questa prospettiva. Perché la Wozniacki, contrariamente a molte sue colleghe e colleghi del mondo dello sport, non ha mai nascosto la sua passione per il gioco. Anzi, nella delicatissima vigilia della finale contro Simona Halep, ha ammesso candidamente di essersi rilassata giocando d’azzardo allo storico Crown Casino di Melbourne.

La rimonta contro Jana Fett e il paragone con il gambling

Caroline aveva già parlato di gambling dopo l’incredibile match contro Jana Fett. In quell’occasione (era il secondo turno del torneo) la tennista danese riuscì a salvarsi da una situazione disperata: sotto 5-1 al terzo set, la sua avversaria era sul 40-15 con due match point a disposizione.

Caroline li ha annullati entrambi, prima di breakkarla. Successivamente ha tenuto il servizio a zero e ha nuovamente breakkato la tennista croata. Poi ha tenuto il servizio e si è riportata clamorosamente in parità sul 5-5. A quel punto la Fett, totalmente in confusione, ha perso il servizio e la Wozniacki ha quindi concluso il suo match vincendo 7-5 al terzo.

“Quando ero sotto 5-1 contro Jana Fett era come se stessi giocando con i soldi del banco al casinò“, ha dichiarato. “Ero praticamente fuori dal torneo, quindi ho rischiato tutto sapendo che non avevo nulla da perdere. Così ho ottenuto una seconda possibilità”.

L’incredibile terzo set tra Jana Fett e Caroline Wozniacki

Caroline Wozniacki e le puntate al Crown Casino

L’animo gambler della Wozniacki è venuto fuori anche concretamente, non solo a parole: la tennista scandinava ha infatti ammesso, nella conferenza stampa prima della finale, di essersi distratta giocando al Crown Casino di Melbourne.

“Come ho trascorso le giornate libere durante il torneo? Con il mio team (di cui fa parte anche il padre, ndr) siamo andati un paio di volte al casinò“, ha dichiarato la 27enne. “Abbiamo anche vinto qualche centinaia di dollari. Per ora sono in attivo, potrei andare nuovamente a giocare per vedere dove riesco ad arrivare!”

; Bonus immediato di 20€ su Lottomatica, per Poker Scommesse e Casinò. Registrati da questo link e inserisci il codice SUPER20!

Scopri tutti i bonus di benvenuto

L’amicizia (o la love story) con Gus Hansen

Con il successo all’Australian Open 2018, Caroline Wozniacki ha vinto il suo primo torneo del Grande Slam ed è tornata nuovamente numero 1 al mondo. Aveva raggiunto la vetta della classifica già sei anni fa, in un periodo della sua vita personale che era già strettamente legata al mondo del gambling.

Tra il 2011 e il 2012, infatti, la Wozniacki è stata avvistata in più occasioni con Gus Hansen. La presunta love story tra la tennista e l’asso del poker aveva infiammato i siti di gossip danesi, anche se entrambi avevano dichiarato di essere solo amici.

Gus Hansen è sempre stato molto attivo dal punto di vista sportivo. Qui, prima di allenarsi nella palestra del Bellagio di Las Vegas

“Ad entrambi piace viaggiare insieme quando il calendario ce lo permette”, aveva dichiarato Gus. “Ma non c’è nessuna love story, io sono troppo vecchio per lei…”

Tra i due ci sono infatti 16 anni di differenza, un divario che però sembra sparire quando si parla di gambling: pare che sia stato proprio Gus a introdurre Caroline al brivido del gioco.

Una passione che la tennista ha conservato negli anni e che funziona bene come anti-stress nei momenti più difficili dei suoi tornei in giro per il mondo. E chissà se ora la Wozniacki non alzerà gli stakes per celebrare il successo, considerando i quattro milioni di dollari australiani incassati vincendo gli Australian Open 2018.

COMPARAZIONE GIOCHI