Gioco legale e responsabile

Curiosità

Il momento no di Daniel Negreanu: solo 5 ITM su 30 tornei alle WSOP e si lascia con la fidanzata

Non sono state esaltanti le WSOP di Daniel Negreanu: il campione canadese ha centrato solo 5 ITM su 30 partecipazioni. E nel frattempo si è anche lasciato malamente con la fidanzata...

Scritto da
15/07/2018 12:35

3.730


Si dice spesso che il mindset sia una delle qualità imprescindibili per essere un giocatore di poker vincente, ma cosa significa concretamente? Innanzitutto vuol dire accettare i risultati senza andare in tilt ed evitando di giocare sopra le proprie possibilità, ma un buon giocatore di poker è anche colui che riesce a separare le questioni di gioco dalla vita reale.

Quando si siede al tavolo pensa solo ed esclusivamente alle carte e a dare il massimo, tenendo fuori tutte le problematiche della real life. Come ha fatto Daniel Negreanu recentemente, quando ha dovuto affrontare una brutta rottura con la sua ormai ex proprio nel mezzo delle WSOP.

Il professionista di Las Vegas ha parlato di questo periodo difficile in uno dei suoi vlog giornalieri sul canale YouTube, partendo però dalle questioni di poker: alle WSOP ha giocato 30 tornei e ha fatto solo 5 piazzamenti a premio.

Daniel Negreanu e la ormai ex fidanzata, qui insieme poche settimane fa nella sua villa di Las Vegas

Le WSOP deludenti di Daniel Negreanu: 5 ITM su 30 eventi giocati

“Con le WSOP che volgono al termine hai il tempo per riflettere e guardarti indietro”, ha detto Daniel al volante della sua Tesla, di ritorno dalla palestra. “Posso dire onestamente, anche se sembra impossibile per molti, che è stata una delle mie perfomance di sempre. Ho commesso pochissimi errori e ho giocato un poker di altissimo livello. Il che si scontra con i risultati: 5 ITM su 30 eventi giocati“.

Inevitabilmente le WSOP di Daniel sono state negative perché se è vero che con i 5 ITM ha incassato circa $110.000, è altrettanto vero che ha giocato tutti i Championship da $10.000, l’high roller da $25.000 e il Poker Players Championship da $50.000. Ed è a questo punto che Negreanu menziona la rottura con la fidanzata, non per giustificare i suoi risultati poco esaltanti ma per dire a gran voce quanto è orgoglioso di se stesso.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

La rottura con Evelyn Nguyen e l’ultima, decisamente meno serena

Evelyn Nguyen

Prima, però, spiega di aver avuto numerose rotture nella sua vita, tutte molto amichevoli.

Ho sempre avuto rotture amichevoli. Sono anche stato sposato una volta. Lei un giorno torna a casa e le chiedo: vuoi divorziare? Dice di sì, ci siamo abbracciati, abbiamo preparato i popcorn e abbiamo guardato un film. Nessun avvocato, niente litigate. Era Evelyn Nguyen la mia ex moglie e oggi come allora le auguro il meglio”.

Questa volta non è andata così per Kid Poker…

In piene WSOP io e la mia ex ci siamo lasciati. All’inizio ho detto che era stata una rottura amichevole, almeno per me, anche perché non ho mai avuto una rottura difficile. Ma poi questa lo è diventata. È iniziata in modo amichevole ma poi ha preso una brutta piega… non andrò nei dettagli ma è una situazione molto difficile“.

Ecco perché Daniel è fiero di sé: nonostante il dramma della separazione, è sempre riuscito a isolarsi dal mondo esterno una volta al tavolo.

“Eppure nonostante tutte le distrazioni sono molto contento di come ho gestito la situazione, senza farmi condizionare al tavolo. Sono riuscito a separare le cose. Sono orgoglioso di me stesso“.

Daniel Negreanu concentrato sul Big One Drop

Ora è tempo di guardare avanti, per Daniel. Il campione canadese di origini rumene è concentratissimo sui prossimi tornei, specialmente il Big One Drop da un milione di dollari di buy-in.

“È molto difficile per un poker player separare i risultati dall’effettiva qualità del gioco. Per vent’anni ragionavo in questo modo: se vinco ho giocato bene, se perdo ho giocato male. Ma ora ragiono diversamente, mi soffermo sugli spot e mi chiedo se ho preso le giuste decisioni. Ho fatto qualche deep run ma non ho runnato bene per ora. Oggi gioco il torneo da $50.000 e dovrò dare il meglio perché il field è pieno di ottimi giocatori. Poi ci sarà il One Drop, dove utilizzerò il massimo della mia concentrazione. Niente cellulare al tavolo, forse un po’ di musica per ascoltare un po’ della colonna sonora dei film di Rocky”.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento