Gioco legale e responsabile

Curiosità

Eli Elezra: “Gli unici che ho mai temuto a No Limit Hold’em? Stu Ungar e Phil Ivey”

Eli Elezra accetta di rispondere alle domande degli utenti di "twoplustwo", allo scopo di pubblicizzare il suo libro. Vengono fuori tante curiosità interessanti.

Scritto da
18/01/2019 23:51

1.576


Qualche giorno fa parlavamo della sua storia, in occasione dell’autobiografia appena uscita negli Stati Uniti. Proprio per pubblicizzare il suo libro, Eli Elezra ha persino accettato di sottoporsi a una selva di domande da parte degli utenti di “twoplustwo”.

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Eli Elezra.. AMA twoplustwo

Proprio così, il poker pro e businnesman israeliano di nascita ma americano di adozione si è iscritto al popolare forum statunitense appositamente per sottoporsi a una sessione di “AMA” (Ask Me Anything”). Ne è venuta fuori una pioggia di curiosità su un personaggio che gli appassionati conoscono da molto tempo, ma che non è mai andato pazzo per le autocelebrazioni, né per far parlare troppo di sé. Eccone un estratto.

Eli Elezra

Quale è il piatto più grosso a cui hai partecipato? E il più grosso a cui hai assistito?

“Il piatto più grosso che abbia mai giocato fu da 1.85 milioni di dollari e lo vinsi. Non ricordo contro chi, ma ricordo che era a Stud Hi/Lo e feci scoop. Il piatto più grosso a cui ho mai assistito lo vinse Bobby Baldwin ed era da 2.8 milioni di dollari.”

Quale è stata la tua peggior sessione di sempre?

“Una volta persi 1.35 milioni in una singola sessione”

C’è qualcosa che cambieresti nei tuoi ultimi 20 anni?

“Niente sul piano della vita privata. Nel poker, invece, giocherei più eventi WSOP e cercherei di vincere più braccialetti.”

Varianti preferite?

“Stud e Stud Hi/Lo”

Registrati su PokerStars.it  e BetStars.it e ricevi un bonus di €40 con il tuo primo deposito, inserendo il codice QUARANTA!

La location preferita per giocare a poker?

“Il Bellagio. Adoro il servizio che danno e le persone che ci lavorano, e poi è vicinissimo a casa mia.”

Con che frequenza e a quali stakes giochi?

Gioco dalle 5 alle 7 volte a settimana, da 80$/160$ a 400$/800$

Hai mai giocato con Stu Ungar?

Credo 5 volte. Lui e Phil Ivey sono stati gli unici capaci di intimidirmi, nel No Limit Hold’em.

Chi sono i migliori giocatori di cash game?

“Phil Ivey e John Monnette”

John Monnette

Avevi soldi da parte oppure hai iniziato dal basso?

“Avevo delle attività commerciali sulla Strip. Ho iniziato dal 10$/20$ e poi ho scalato i livelli, più velocemente di quanto avrei dovuto”.

Phil Hellmuth è davvero così terribile al cash game?

“Una volta era davvero scarso al cash. Oggi è migliorato moltissimo.”

Col senno di poi, negli ultimi 15-20 anni cosa si sarebbe potuto fare per rendere il poker più popolare?

“Si sarebbe dovuto fare tutto nella piena legalità, con l’accordo del Governo USA. Una cosa come il Black Friday non sarebbe dovuta mai succedere. Le cose sarebbero cambiate moltissimo, per tutti noi.”

Come è il poker oggi a Las Vegas, rispetto a quello di 10-15 anni fa? E Sammy Farah non gioca più?

“I Mixed Games sono molto più facili oggi, rispetto a 10-15 anni fa. L’Holdem invece si è fatto più duro. Sammy non lo vedo in giro da un po’ di anni, ormai.”

Jennifer Harman

Le persone che rispetti di più nel mondo del poker?

“Daniel Negreanu, Doyle Brunson e Jennifer Harman.”

Tre consigli per avere successo e durare a lungo nel cash game live?

“Bankroll management, non tiltare e non giocare troppe ore consecutive”.

Tag:

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento