Gioco legale e responsabile

Curiosità

Gus Hansen e David Oppenheim, rissa sfiorata: si lanciano $150.000 in chips dopo 48 ore high stakes!

Sono Gus Hansen e David Oppenheim i due giocatori che sono quasi venuti alle mani pochi giorni fa alla Bobby's Room di Las Vegas. Aveva parlato dell'episodio Doyle Brunson, specificando che i gettoni finiti sul pavimento avevano un valore complessivo di $150.000

Scritto da
03/01/2017 11:57

35.829


Doyle Brunson lo aveva detto: ultimamente alla Bobby’s Room ci sono i fuochi d’artificio. E quando una leggenda del poker come lui si espone così tanto significa che sta davvero succedendo di tutto nella poker room di riferimento per il cash game high stakes a Las Vegas.

Texas Dolly aveva parlato di un giocatore che era riuscito a salire da $12.000 a $550.000 e di una grande lite tra due avversari al termine di una partita durata 48 ore. Il secondo episodio aveva suscitato grande curiosità sui social network, perché tutti si chiedevano chi potessero essere i due professionisti che “si sono lanciati addosso chips per un valore di $150.000“, come raccontato su Twitter da Brunson. La risposta è finalmente arrivata: si tratta di Gus Hansen e David Oppenheim.

Il player danese era stato avvistato al Bellagio a dicembre e tutti sapevano che era coinvolto nelle partite più alte. Come ha raccontato Dan Smith nel podcast con Joe Ingram, c’è un tavolo di 10-game a limiti $1.500-$3.000 che va avanti da diverse settimane quasi ininterrottamente. A quel tavolo, oltre ad Hansen, era presente anche Oppenheim, un professionista poco conosciuto a livello mediatico ma capace di vincere milioni di dollari giocando il cash game live.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.
Gus Hansen

Un ritorno scoppiettante per Gus Hansen alla Bobby’s Room

A svelare i retroscena dello scontro tra i due è stato proprio Gus attraverso il suo profilo Facebook privato. Ecco il suo post, ripreso dai colleghi danesi di Pokernyhederne.com:

“Un altro aggiornamento sugli alti e bassi del poker high stakes nella Bobby’s Room: la tensione è diventata alta, le voci si sono fatte grosse e le chips sono letteralmente volate quando David Oppenheim e il vostro amato Gus Hansen hanno iniziato una pesante litigata. Non ci sono stati pugni, ma posso dire con certezza che abbiamo entrambi pensato di colpire per primi”.

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Ciò a cui Brunson aveva accennato era quindi una rissa sfiorata tra Gus Hansen e David Oppenheim: i due, stravolti dopo una sessione di 48 ore, avrebbero litigato pesantemente e sarebbero poi stati divisi dalla security della poker room. Qualcuno dice che Oppenheim fosse molto frustrato per le perdite rimediate contro il danese. A giudicare dalla foto postata da Gus su Facebook, pare che lo statunitense abbia davvero lasciato parecchi soldi sul tavolo nelle 48 ore di gioco:

gx_article_40789_guschips

Secondo il sito danese, il 2016 di Gus Hansen si sarebbe concluso con un ritorno ufficiale nel mondo del poker. L’ex team pro di Full Tilt aveva infatti organizzato di passare il Capodanno in Danimarca dopo una breve trasferta a Las Vegas per il WPT Five Diamond, ma alla fine non ha resistito alla tentazione di restare a giocare nella Bobby’s Room. Hansen avrebbe addirittura perso il volo di ritorno perché troppi impegnato a sfidare chiunque gli si parasse davanti; ritrovatosi a Sin City il 31 dicembre senza un piano, ha scritto su Facebook di essere in dubbio se trascorrere la notte dell’ultimo dell’anno con l’amico (e collega high stakes) Erik Sagstrom oppure alla festa sfrenata di Phil Ivey.

Nessuno sa come abbia effettivamente passato il Capodanno Gus Hansen, ma una cosa è certa: aspettiamoci un grande ritorno del danese nel 2017!

© riproduzione riservata

“gli articoli di attualità, di carattere economico, politico, religioso, pubblicati nelle riviste o giornali, possono essere liberamente riprodotti in altre riviste o giornali anche radiofonici, se la riproduzione non è stata espressamente riservata, purché si indichino la rivista o il giornale da cui sono tratti, la data e il numero di detta rivista o giornale e il nome dell’autore, se l’articolo è firmato” (art. 65 legge n. 633/1941)