Gioco legale e responsabile

Curiosità

I boss miliardari di Las Vegas: ecco i re della Strip

Scritto da
30/09/2012 07:25

9.587


kirk-kerkorian-vegasNonostante la crisi finanziaria mondiale, i ricconi di SinCity continuano a sorridere, almeno a giudicare dai loro patrimoni personali.  Conosciamo meglio i miliardari che continuano ad animare la vita economica e politica di Las Vegas: d’altronde negli ultimi anni i casinò del Nevada hanno vissuto una fase molto delicata, con la continua e progressiva discesa dei ricavi. Nel 2012 però si è girato pagina e si è registrata una lenta ma decisa ripresa del business in Nevada, nonostante la concorrenza oramai insostenibile tra le case da gioco della Strip.

Chi più di tutti hanno pagato il conto salato sono gli azionisti di Caesars Entertainment che non hanno diversificato i loro investimenti, puntando forte su Vegas ed il mercato statunitense. 

Come abbiamo visto, Sheldon Adelson, proprietario di Las Vegas Sands, ha invece costruito un impero in Asia. Sulla stessa lunghezza d’onda anche due major come MGM e Wynn Resorts che sono riuscite a registrare utili record, grazie agli investimenti lungimiranti a Macao, dopo aver sottratto il monopolio al re di Hong Kong, Stanley Ho (che ha mantenuto un patrimonio di 2 miliardi di dollari).

Di Sheldon Adelson oramai sappiamo tutto, forte di ricchezze da favola (pari a 20,5 miliardi) ma chi sono gli altri miliardari di Vegas? Forbes, nella sua ultima classifica dei “paperoni d’America”, ha inserito al 155esimo Kirk Kerkorian, proprietario del colosso MGM, che alla veneranda età di 95 anni, può godersi una ricchezza di 2,9 miliardi. Partito dal nulla è considerato tutt’oggi come uno dei padri della Strip, colui che per primo ha scommesso sui mega resort. Il suo ultimo gioiello (in compartecipazione con il fondo di investimento di Abu Dhabi) è il City Center, una delle strutture più costose e moderne di Vegas.

steve-wynnIl rivale in affari Steve Wynn è in classifica al 179esimo posto con 2,5 miliardi a sua disposizione, “alleggerito” dal divorzio con l’ex moglie Elaine Wynn (1,4 miliardi) e alle prese con vicende legali spinose per il controllo del gruppo. 

Chi ha avuto successo con il gioco è Donald Trump, che, nonostante i recenti problemi finanziari, ha pur sempre un patrimonio di 3,1 miliardi di dollari. L’istrionico immobiliarista newyorkese ha preferito concentrare le sue mire soprattutto su Atlantic City. In Nevada ha costruito una delle sue famose torri (64 piani) appena fuori dalla Strip, su Las Vegas Boulevard.

Nelle primissime posizioni tra i “paperoni” troviamo anche il banchiere texano Andy Beal, noto a Vegas per le sue epiche battaglie high stakes contro campioni del calibro di Doyle Brunson, Jennifer Harman e Phil Ivey. Secondo la rivista americana, Beal dispone di un “bankroll” interessante pari a 8,4 miliardi.

Presente anche Tiltman Fertitta che possiede un impero tra Texas e Nevada con 1,6 miliardi di dollari: dopo aver costruito dal nulla la nota catena di ristoranti Landry, ha deciso di acquistare il Golden Nugget e di investire nel gambling come i cugini Frank (1,25 miliardi) e Lorenzo Fertitta (1,2 miliardi), proprietari di Station Casinò.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento