GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Curiosità

Jason Koon: “Vuoi diventare pro? Ti spiego cosa significa davvero”

Su Instagram Jason Koon ha scritto un post per spiegare cosa significa davvero essere un giocatore professionista di poker: senza studio, duro lavoro e un costante miglioramento è impossibile arrivare ad alti livelli

Scritto da
13/05/2017 12:00

2.614


Quando si parla dei più forti professionisti al mondo, molte persone pensano immediatamente alla “bella vita” che fanno. I trofei vinti, i milioni di dollari incassati, le automobili sportive, le case di lusso, i viaggi, le feste, le amicizie importanti: essere uno dei migliori giocatori di poker al mondo, per molti, significa questo.

La verità, come sempre, è ben diversa. La stragrande maggioranza degli appassionati di poker non ha idea di quanto duro lavoro ci sia dietro a queste vite apparentemente perfette. Quante ore passate a studiare, quanto stress accumulato per rimanere sulla cresta dell’onda per tanti anni. Essere un top player significa essere costantemente un passo davanti agli altri, quindi non fermarsi mai. I soldi e la bella vita sono una conseguenza di un impegno quotidiano, che per i migliori diventa quasi un’ossessione.

 

Supera il test che misura le tue capacità al tavolo di poker. Ottieni subito BANKROLL e COACHING

betsense
Lo ha spiegato bene Jason Koon, uno dei giocatori più ricchi e costanti in circolazione. Il 32enne ha scritto un post sul suo account Instagram per celebrare i suoi 10 anni da professionista. Un post nel quale ha svelato cosa significa davvero guadagnarsi da vivere giocando a poker ad alti livelli. Ecco le sue parole:

Le persone ci chiedono spesso: “Mi insegni a giocare a poker? Vorrei davvero guadagnarmi da vivere così!”. Certo, ti mostro subito cosa significa.

Prendi i prossimi dieci anni della tua vita: giocherai, studierai, dormirai, respirerai, piangerai, urlerai per il poker.

Sarai preoccupato di aver preso una decisione fallimentare mentre tutti ti derideranno per aver lasciato una carriera sicura e stabile. Dopo dovrai superare l’ostacolo del dimostrare che hai ciò che serve per farcela agli high stakes.

Poi dovrai stare costantemente in allerta, consapevole che ci sarà sempre un ragazzino in Bielorussia più intelligente, giovane e potenzialmente affamato di te, pronto a prendere il tuo posto.

Vuoi imparare a giocare a poker? Vuoi il mio posto? Prego, vieni pure a prendertelo.

Tag:

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento