Gioco legale e responsabile

Curiosità

Joe Cada: “Vinsi il Main Event stakato al 50%. Massima stima per Darvin Moon, si gode i milioni che ha vinto”

A otto anni di distanza dalla vittoria nel Main Event WSOP, Joe Cada è tornato a parlare di quel successo "a metà" e del suo avversario nell'heads-up: il falegname Darvin Moon, uno dei pochi scappato dal mondo del poker per godersi i soldi vinti

Scritto da
09/07/2017 08:00

5.671


Il final table del Main Event WSOP 2009 fu senza ombra di dubbio uno dei più entusiasmanti e coinvolgenti di sempre. In primo luogo perché era presente una superstar Phil Ivey. Dal campione californiano ci si aspettava la vittoria, ma i suoi sogni di gloria si infransero contro un possente falegname del Maryland, che divenne, a sorpresa, il protagonista assoluto di quel final table.

Darvin Moon si era già messo in mostra nelle giornate precedenti per un gioco sopra le righe, fatto di mosse alquanto discutibile e una run apparentemente infinita. Al tavolo finale estromise l’uomo più atteso (Ivey) e arrivò a giocarsi l’heads-up per 8.5 milioni di dollari di prima moneta.

Tra lui e il braccialetto c’era solo un 21enne del Michigan. Era un “ragazzino dell’online” con un gioco agli antipodi rispetto a quello di Moon: ragionato, analitico e sempre indirizzato a ottenere il massimo valore. Si chiamava Joe Cada e vinse il torneo, diventando il più giovane campione del Main Event WSOP di sempre. Un record che mantiene ancora oggi.

joe-cada

Recentemente Cada ha ricordato quella vittoria straordinaria ai microfoni di Pokernews.com.

“Vincere il Main Event è un insieme di tantissimi fattori e devi essere estremamente fortunato”, ha dichiarato. “Al tempo stesso, però, devi metterti nella posizione di vincere. Nei mesi precedenti alle WSOP 2009 avevo giocato tantissimo online e avevo ottenuto molto successo. Avevo dato il massimo e credo che questo sia stato un fattore determinante per la vittoria del Main Event”.

Cada è tornato a parlare dell’heads-up per il titolo contro Darvin Moon.

“Non penso che fossero giuste le critiche nei suoi confronti. Molte persone giudicano un giocatore in base a ciò che ha fatto dopo aver vinto il Main Event. Lui non giocava a poker per vivere, era un falegname nel Maryland. Molto semplicemente vinse un satellite, venne a Las Vegas e divenne milionario. Ho grande stima di lui per aver vinto ed essere tornato alla sua vita normale. È qualcosa di straordinario. Non tutti sono fatti per questa vita da poker player. Per alcuni, come per Darvin, deve restare un semplice hobby”.

Quando si parla della sua vittoria nel Main Event WSOP, è inevitabile toccare l’argomento staking. Cada, che all’epoca aveva compiuto da poco 21 anni, era stato finanziato al 50% per partecipare all’evento. Con il senno di poi sarebbe facile pentirsi di questa decisione, ma Joe dimostra grande maturità quando dice di non avere alcun rimpianto.

“All’epoca trovai una persona a cui mostrare le mie statistiche online e ottenni lo staking. Se mi sono pentito? Onestamente no, non mi sono mai pentito neanche per un secondo. Le WSOP hanno così tanti tornei che puoi anche fare 2-3 ITM importanti e ritrovarti alla fine con $100.00 in meno. Sono super felice di aver preso la mia metà (circa 4.3 milioni di dollari, ndr)”.

Cada spiega che uno dei suoi punti di forza è proprio una mentalità molto prudente quando si tratta di denaro. Per questo motivo si fece stakare per il Main Event nonostante avesse già vinto centinaia di migliaia di dollari online; per lo stesso motivo esitò a lungo, da ragazzino, prima di mollare tutto per giocare a poker professionalmente.

Non avevo pianificato di trasformare il poker nel mio lavoro. Avevo un lavoro prima di diventare pro, perché non ero sicuro se le vincite ottenute a 18 e 19 anni fossero frutto delle mia abilità o semplicemente di una buona run”.

 

Stanco di perdere? Entra nel Team di Pokermagia! Staking e Coaching gratuito per te. Fail il test ora!


“Ho continuato a giocare tantissimo per capirlo, e mi sono licenziato dal mio lavoro solo quando avevo $150.000 sul conto. All’epoca avevo un lavoro con cui guadagnavo $100-$200 a sera. Alla fine i guadagni derivanti dal poker erano molto più alti e così decisi di licenziarmi. Comprai la mia prima casa poco dopo, a 19 anni. Misi da parte dei soldi, aiutai mia madre e poi partii per Las Vegas”.

Era il maggio del 2009. Due mesi più tardi, Joe Cada sarebbe diventato milionario vincendo il Main Event WSOP.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento