Vai al contenuto

Liv Boeree: ‘il viaggio peggiore? Quando ho vinto Sanremo’

liv-boereeIl torneo che ha consacrato Liv Boeree a livello mondiale è stato l’European Poker Tour di Sanremo nel 2010, quando l’astrofisica ed ex modella inglese ha trionfato in Liguria, incassando un mega assegno da 1.250.000 euro.

Nonostante l’esperienza positiva, ci sono molte curiosità e retroscena legate a quella trasferta che hanno reso il soggiorno rivierasco tutt’altro che rilassante per la pro di PokerStars: “Per una volta nella mia vita ho pensato: questo posto è orribile, fammi scappare da qui… Mi sento una ragazza fortunata e non ho intenzione di lamentarmi troppo ma la prima volta a Sanremo è stata un incubo”.

“Per fortuna che le cose sono andate alla grande al casinò… Insieme all’amica Liz Lieu abbiamo prenotato l’hotel più economico disponibile. Il viaggio è stato allucinante per via della nube che si era formata sull’Europa a causa dell’esplosione del vulcano islandese che non permetteva agli aerei di alzarsi in volo. Così abbiamo dovuto prendere tre bus e due treni. C’era uno sciopero e per percorrere 300 miglia ci abbiamo messo ben 12 ore”.

“Siamo arrivate – racconta Liv a Lee Jones di PokerStars – in hotel esauste, volevamo fare la doccia ma non c’erano asciugamani.  Abbiamo chiamato la reception ma c’è stato ribadito che dovevamo accontentarci di quelli che c’erano in bagno. Gli asciugamani erano microscopici e ruvidi come la cartavetra…. L’esperienza non è stata delle migliori”.  

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Il “problema” degli asciugamani è stato risolto dopo pochi giorni dalla stessa Liv in prima persona…. è riuscita a vincere l’ambita picca e con 1,25 milioni di euro si è potuta permettere, senza dubbio, soggiorni più confortevoli per il futuro.

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.