Gioco legale e responsabile

Curiosità

Maureen McCarthy, la pensionata regina di PokerShares: “Vinti $30k in due mesi con lo staking”

La cinquantasettenne canadese Maureen McCarthy adora il poker, ma non è mai stata una gran giocatrice: oggi, vince grazie a PokerShares. Il sito di staking aperto da Mike McDonald ha permesso alla nordamericana di incassare $30.000 solo negli ultimi due mesi.

Scritto da
08/03/2018 10:30

2.120


Maureen McCarthy è una giovane pensionata canadese con la passione per il poker e i Daily Fantasy Sport. In passato ha provato a sedersi al tavolo, ma con risultati decisamente scadenti. A parte un piazzamento a premio nel Seniors delle WSOP 2013, il nulla.

Su Hendon Mob, per esempio, il nome di Maureen McCarthy non compare neppure. Ma questa simpatica signora, intervistata da PokerNews, in un paio di mesi ha comunque vinto più di quanto un tipico grinder online può sperare di incassare nello stesso arco di tempo.

Come? Grazie allo staking.

 

Maureen McCarthy

Maureen McCarthy (a sinistra) con Kara Scott alle WSOP 2013

 

‘MoMac630’ su PokerShares

Come molti, Maureen McCarthy scopre il poker grazie a Chris Moneymaker. Negli corso degli anni prova a giochicchiare un po’, ma le mancano talento e probabilmente anche voglia di studiare come si deve. L’anno scorso, però, il compatriota Mike McDonald le cambia la vita creando PokerShares.

“Ad essere sinceri, quando ho cominciato su PokerShares, scommettevo e basta: sceglievo giocatori a caso e compravo l’1% delle quote, senza guardare troppo ai risultati. Di recente, col fatto che sono andata in pensione, ho iniziato ad annoiarmi e siccome volevo guadagnare ancora qualcosa, ho deciso di fare sul serio”, racconta la donna a PokerNews.

Così, ‘MoMac63’ – questo il suo nickname – si mette sotto a studiare e a fare ricerche, e i risultati cambiano: “All’inizio delle Turbo Series di PokerStars avevo un buon bankroll: mi sono messa come obiettivo quello di fare cash out di $10.000 e di ottenere il mio primo risultato a cinque cifre. Come ogni buon giocatore di poker, tengo traccia delle mie giocate e le analizzo: sto cominciando a vedere dei pattern e a rifinire il mio gioco”.

Sentiti ringraziamenti a Lex Veldhuis

Effettivamente, la nuova attitude ha permesso a Maureen McCarthy di togliersi parecchie soddisfazioni, ultimamente. Grazie a Lex Veldhuis, di cui la donna ha acquistato il 10% del buy-in del Bounty Builder da $530, torneo che il pro playera ha trasmesso su Twitch.

 Su PokerStars.it arrivano le TURBO SERIES con €1.500.000 di montepremi garantiti: registrati subito! 

Turbo Series

 

Possiamo soltanto immaginare la gioia e l’eccitazione della canadese, che ha potuto seguire in diretta le gesta del suo ‘cavallino’. Anche perché alla fine del torneo, nell’account di Maureen sono arrivati $1.200 croccanti.

Ma quello è stato solo l’inizio. Poco dopo, la McCarthy è riuscita a incassare $14.000 in un colpo solo, per un totale di oltre $30.000 nel giro di un paio di mesi: “Questo è il risultato più grosso mai ottenuto in tutta la mia vita!”

Si può davvero guadagnare con lo staking?

Forse si tratta di un caso più unico che raro, o forse l’ecosistema poker ha trovato un nuovo modo di alimentarsi, grazie a PokerShares? Difficile dirlo, certo è che l’intuizione di Mike McDonald ha cambiato le carte in tavola.

“Quando giochi su PokerShares, puoi andare in bagno quando vuoi”, scherza la canadese. “In passato compravo quote degli amici, ma era sempre un po’ imbarazzante quando non vincevano. Mi ritrovavo a rassicurarli del fatto che non era successo nulla di grave. Con PokerShares questo non esiste”.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento