Vai al contenuto

Max Pescatori torna all’ EPT Grand Final e vende quote sul sito di Zinno

La stagione dei Rome Emperors non è iniziata nel migliore dei modi, ma il manager Max Pescatori ostenta grandissima fiducia nel gruppo che ha messo insieme. Non solo, perchè il tetracampione del mondo nonchè testimonial di Lottomatica annuncia sia la sua imminente discesa in campo nella GPL, sia il suo ritorno in pista all’EPT Grand Final, con una formula per lui inedita…

Togliamoci subito il dente a partiamo dalla Global Poker League: ti aspettavi un inizio così difficile per i Rome Emperors?

Guarda, nella GPL ci sono giocatori pazzeschi e nonostante la classifica sono estremamente fiducioso che finiremo la stagione tra le prime 4. La qualità delle giocate che ho visto nei nostri ragazzi mi rende assolutamente certo. Non sempre i punti raccontano tutta la storia, i match sono stati giocati tutti molto bene. Cambierà, vedrete.

max-pescatori

Finora cosa ti ha colpito di più in questo format?

Rispetto ai primi anni del poker oggi è molto più facile imparare dai migliori. Una volta bisognava comprare libri, oggi basta accendere Twitch e guardi Musta giocare un sit 6-max a carte scoperte

Che mi dici del colpo di Aaron Paul?

Vedere Aaron Paul in GPL mi ha esaltato tantissimo perchè da poco avevo comprato il cofanetto e quindi sono fresco di Breaking Bad. Mi è piaciuto molto come lui ha comunicato l’ingresso nella lega, con quella foto con scritta “drafted”, è stato tutto molto figo. Quella foto ha avuto numeri pazzeschi a livello di like e retweet, numeri che nel poker nessuno può fare.

Quando ti vedremo “in campo”?

Mi sto allenando, quindi giocherò presto perchè peraltro ho sempre giocato tanti sit 6-max quindi mi sento molto tranquillo su quel format. Heads up ne ho giocati ma non mi sento al top, e d’altra parte abbiamo due tra i migliori come Dario e Tim, ma anche Musta può fare egregiamente. Comunque debutterò presto in 6-handed.

A proposito di Max in campo, ho sentito che tornerai all’EPT Grand Final e che per la prima volta metti in vendita quote.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Sì, mi è capitato di parlare con un paio di persone tra cui Anthony Zinno, che già dalle WSOP dello scorso anno mi segnalò questo sito di cui è uno dei soci.Mi ha invitato a mettere anche io qualche torneo in vendita, rassicurandomi sulla assoluta legalità dell’iniziativa. Così ho deciso di iscrivermi e ho iniziato dall’EPT Montecarlo, che non gicavo da qualche anno. Avevo già in mente di farlo quest’anno in cui hanno abbassato il buy-in rendendolo decisamente +ev rispetto agli anni scorsi. Se volete comprare un pezzetto della mia action, questo è un sito serio.

Anthony Zinno
Anthony Zinno

Pensi che lo staking – nel senso il comprare quote dei giocatori – possa diventare una forma “seria” e regolamentata di investimento?

Ci sono mille teorie sullo staking. Sicuramente se fatto da una società seria, dove puoi trovare action di giocatori forti, è interessante sia per gli investitori che per i giocatori stessi.
In Italia non so come potrebbe venire tassato, negli USA è più facile perchè viene tassato come un investimento qualunque, quale in realtà è: tu investi su un giocatore e sulle sue abilità in un determinato evento. Da un punto di vista del pubblico è bello anche perchè uno mette qualche dollaro e compra un po’ del suo giocatore preferito. Anche io non avevo bisogno di mettere quote in vendita, poichè se avessi voglia di farlo ho amici che sono sempre pronti e che con me hanno guadagnato spesso. Però mi piace spingere questo tipo di idea, quindi perchè no?

Ma il tuo ritorno anche agli EPT significa che vuoi dare battaglia a Musta per la vetta dell’Italian All Time Money List o per il ranking GPI?

Competere per l’IATML non è possibile per me, perchè non ci sono abbastanza tornei mixed ad alto buy-in. Tra l’altro non ho giocato il WSOP 50k nell’ultimo paio di anni, l’ultimo perchè avevo vinto il braccialetto proprio quella sera ed ero molto stanco. Non so se lo giocherò quest’anno, ma il ranking non è un problema, Musta merita di stare lì e ci starà molto a lungo. Per quanto mi riguarda sai che sono sempre WSOP oriented e anche fantasy oriented, quindi sono curioso di vedere a quanto mi compreranno quest’anno nei draft…
Per quanto riguarda il GPI spero comunque di mantenere la terza posizione, è quello che posso fare coi buy-in che compro io. E’ comunque uno stimolo, anche perchè arrivare top 30 come Musta e Dario è difficilissimo.

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".