Vai al contenuto

NeverscaredB e quella volta che “predisse” il Black Friday

wilinofsky-ept-berlinoEra il 30 marzo del 2011, ed all’epoca Ben “NeverscaredB” Wilinofsky combatteva già con la depressione, sebbene non ne avesse ancora parlato esplicitamente: di lì a poco il canadese avrebbe vinto l’EPT di Berlino e sarebbe piovuta sul capo dei professionisti statunitensi la ghigliottina del Black Friday, ma naturalmente tutto questo all’epoca “NeverscaredB” non poteva neppure immaginarlo. O quasi.

In occasione del suo posto numero 5.000 su TwoPlusTwo, infatti, come da tradizione aprì una discussione per rispondere alle domande degli altri utenti, lasciandosi anche andare ad una riflessione sugli aspetti che non lo lasciavano pienamente soddisfatto nel poker, che pure già allora gli aveva regalato enormi soddisfazioni: “Ho conosciuto molti amici, visitato luoghi e fatto esperienze a cui diversamente non avrei mai avuto accesso – era il primo a premettere – non mi sto quindi lamentando, e so che questo gioco mi ha consentito di affinare diverse capacità, ma nel poker l’unica applicazione che hanno è quella di vincere più soldi”.

Il punto di Ben è, sono una persona intelligente al pari di molte altre che frequentano TwoPlusTwo, ma la utilizzo in gran parte per dedicarla ad un gioco a somma zero, quando potenzialmente io ed altri potremmo sfruttarla in altri ambiti, capaci di trasformare la realtà che ci circonda in un posto migliore: “A volte penso che mi piacerebbe un intervento legislativo in atto che renda inaccessibile il poker, solo per vedere che cosa accadrebbe a tutta questa intelligenza – scriveva senza rendersi conto di quanto sarebbe stato profetico di lì a poco – poi mi rendo conto che uno scenario del genere getterebbe nello sconforto molte persone”.

La sua conclusione di allora, spiegava, è che forse avrebbe dovuto investire il tempo in qualcosa di diverso, che non lo facesse sentire spesso miserabile quando le cose non girano per il verso giusto ai tavoli – e sappiamo quanto questo possa accadere spesso per un torneista – qualcosa di per così dire imprenditoriale a cui però ancora oggi non si è dedicato pienamente: “E’ difficile cambiare strada, dopo aver investito tanto tempo in una certa direzione – ammetterà in seguito – malgrado tutto ho ancora un senso di incompletezza, come se in questo gioco non avessi ancora raggiunto abbastanza”.

A breve distanza vincerà come detto l’EPT di Berlino per 1.175.000 dollari – ma aveva venduto circa il 65% delle quote in quell’occasione, come lui stesso rivelerà – ed il Black Friday si abbatterà sul poker con le conseguenze che conosciamo, eppure quattro anni più tardi Ben è ancora un giocatore, sebbene con dei ritmi di grinding sicuramente inferiori a prima.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Proprio in questi giorni arriverà alle World Series Of Poker, lui che come ricorderete non ha mai fatto mistero di non amare Las Vegas: per una volta evidentemente ha deciso di fare eccezione, visto anche che come sosteneva anni fa il suo percorso nel poker non sembra ancora concluso.

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta