Gioco legale e responsabile

Curiosità

Daniel Negreanu, buon profitto nelle WSOP 2021. Ma è stata vera gloria?

Abbiamo svolto un'accurata analisi sull'andamento e sui risultati delle World Series of Poker di Daniel Negreanu, con perdite e ricavi.

Scritto da
27/11/2021 18:15

1.890


Daniel Negreanu

Daniel Negreanu (credits: PokerNews)

Partiamo da un dato oggettivo: Daniel Negreanu, nelle sue World Series of Poker del 2021, ha totalizzato un profitto netto di quasi 400 mila dollari (per la precisione: $399,024.68). Guadagno, questo , che renderebbe felice pressoché qualsiasi poker pro del mondo.

Tuttavia, noi pensiamo che il campione canadese possa ritenere insoddisfacenti le ultime WSOP della storia del Rio: andiamo a capire il perchè.

Un’altalena continua

Abbiamo seguito con grande attenzione le WSOP di Negreanu, dal momento che non solo rappresenta uno dei pokeristi più noti del pianeta, quanto perchè – con molta onestà – il sei volte braccialettato aggiornava quotidianamente i suoi risultati tramite il suo vlog, permettendo a tifosi e stackers di monitorarne l’andamento.

Partiamo da una serie di valutazioni: Negreanu, tra live e online, ha partecipato ad un totale di 45 eventi, andando ITM in 14 occasioni. Ha speso, tra buy-in e re-entry, un totale di $1,052,773.00 e ha incassato qualcosa come $1,451,797.68 , per i quasi 400k di profitto sopra menzionati.

Analizzando il grafico sotto proposto, capiremo che il grosso dell’incasso è fondamentalmente arrivato grazie ai due terzi posti afferrati all’ultimo respiro negli High Roller No Limit e Pot Limit Omaha, che gli hanno fruttato la bellezza di poco più di 1 milione in vincite nel giro di sole 24 ore. Una manna dal cielo: fino a quel momento, infatti, gli eventi giocati erano stati ben 40, e il parziale recitava un desolante -425 mila dollari.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Qui però si concretizza il paradosso: Daniel Negreanu, per sua stessa ammissione, non ha problemi di bankroll, e per lui sarebbe stato tranquillamente sopportabile anche un downswing di un milione . Il canadese, infatti, ha vinto talmente tanto in carriera (e in seguito ha saputo gestire con oculatezza il capitale) che non si trova più nella condizione di doversi preoccupare del bilancio al gioco.

Daniel, infatti, gioca unicamente per vincere, e per migliorare il suo bilancio in termini di braccialetti.

Ed è proprio per questo motivo, infatti, che le sue WSOP non si possono probabilmente definire positive: vero, ha portato a casa un buon profitto che certamente farà felici i suoi tifosi e coloro che gli avevano acquistato delle quote, ma di fronte al suo invidiabile patrimonio personale un risultato di “più 400.000$”o (se fosse andata male) di “meno 1 milione$”  non fa alcuna differenza.

A vedere i suoi vlog, non possiamo certo parlare di WSOP fortunate, grazie ad una serie di bad beat che avrebbero abbattuto un monaco tibetano; tuttavia, il sospetto che la forma non fosse delle migliori resta. Eccezion fatta per l’High Roller Pot Limit Omaha, uno dei tornei più spettacolari delle intere WSOP, quando la lunghissima battaglia tra lui, Phil Hellmuth e Jeremy Ausmus si è risolta con il braccialetto per ques’ultimo e la eliminazione di DNeg proprio per mano dell’amico/nemico storico Hellmuth, nonostante per sua stessa ammissione Daniel avesse letteralmente dominato il tavolo finale e avrebbe meritato qualcosa di più. Anche questo, se vogliamo, è il bello del poker.

Al termine delle WSOP, comunque, Daniel ha promesso “grandissime novità” in arrivo: terremo monitorate le iniziative del canadese, certi che nel maggio 2022 ritenterà l’assalto al braccialetto. Senza preoccuparsi del portafoglio: beato lui.

 

Le WSOP di Negreanu: tutti i risultati


Totale incasso: $1,451,797.68

Totale spesa: $1,052,773.00

Saldo WSOP 2021: + $399.024

ITM: 14

Tavoli Finali: 5

Braccialetti: 0

Photo Courtesy of Pokernews