Vai al contenuto

La vendetta che tutti aspettavano: lo “slowroller” Shaun Deeb bluffato brutalmente da un amatore!

Nel corso degli anni, Shaun Deeb si è costruito la reputazione di uno dei più grandi “slowroller” nella storia del poker. Grazie ad alcune mani diventate molto virali sul web, il professionista americano è ormai identificato da tutti per i suoi slowroll, ovvero per tenere sulle spine l’avversario con il nuts e chiamare solo dopo diversi minuti di “sofferenza”.

Quella dello slowroll è una pratica di cui si discute da tempo. Per alcuni è una scorrettezza totale, qualcosa che andrebbe sempre evitato perché rappresenta una grande mancanza di rispetto verso gli avversari. Per altri, invece, lo slowroll è un modo per animare il tavolo e far divertire i giocatori amatoriali. Nelle partite high stakes in Asia, ad esempio, pare che i facoltosi businessman cinesi vadano matti per gli slowroll, che siano fatti o subiti.

Shaun Deeb

Di certo c’è che qualche anno fa Shaun Deeb si mise contro quasi tutta la comunità pokeristica nordamericana quando slowrollò Mike Matusow con un poker di cinque in mano. All’epoca “The Mouth” era da poco tornato ai tavoli dopo aver rischiato la vita in un’operazione chirurgica alla schiena e tanti accusarono Shaun Deeb di aver compiuto un gesto a dir poco evitabile.

A partire da quel momento, il numero dei suoi haters è cresciuto a dismisura. Tanti non aspettavano altro che vedere Deeb slowrollato a sua volta oppure bluffato clamorosamente. Recentemente, ci ha pensato il giocatore amatoriale Jeremy Kaufman a concretizzare la vendetta che tutti aspettavano.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

Il super bluff di Jeremy Kaufman su Shaun Deeb

Kaufman è un ricco businessman californiano che si era già messo in mostra in passato per alcune giocate e gamblate decisamente fuori dagli schemi. In questa occasione, la mano inizia con il rilancio preflop a $700 di Deeb con 5 2 dal cutoff. Foldano tutti tranne Kaufman con 9 5 e Matt Glantz con q 7 , rispettivamente dallo straddle e dal doppio straddle.

Il flop è 4 10 2 e ci sono $2.175 in  mezzo. Kaufman e Glantz fanno check e Deeb punta $1.100 con la bottom pair. Glantz folda ma Kaufman chiama in puro floating: non ha altro che 9-high.

Sul turn compare un a che apre il progetto di colore al businessman, il quale fa nuovamente check. Deeb decide di bussare a sua volta.

Il river è un 2 che consegna il tris a Shaun Deeb. Kaufman non ha nulla ma vuole prendersi il piatto, così punta $1.700 sui $4.375 presenti in mezzo al tavolo. Il businessman ha uno stack rimanente di $27.000, Deeb lo copre e piazza il rilancio a $8.200.

Ci si aspetterebbe un rapido fold da parte di Kaufman, che invece chiede prima il count del rilancio e poi quello dello stack di Deeb. Dopo meno di un minuto, il ricco player amatoriale dichiara l’all-in, completamente in bianco.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Doug Polk, impegnato nella telecronaca si esalta per la giocata, ma sembra molto difficile che Deeb decida di foldare. C’è però da dire che Kaufman si comporta come se nulla fosse, senza dare alcun segno di nervosismo. Deeb lo scruta a lungo e non coglie alcuna debolezza, nemmeno quando mostra il 2 per provocare qualche tell.

Alla fine il professionista americano decide di foldare, convinto che il suo avversario non possa essere così tranquillo in pieno bluff. Poco dopo aver muckato le sue carte, Shaun Deeb si vede girare il clamoroso bluff, che fa esultare tutto il tavolo. La vendetta è compiuta e la faccia di Shaun Deeb è quello che tutti i fan di Mike Matusow aspettavano da anni.

Il video dello slowroll contro Matusow e del bluff di Jeremy Kaufman:

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta