Gioco legale e responsabile

Live

Un J al river frantuma i sogni di Pasquale Braco: per lui applausi e 8° posto, ma niente final table EPT

Un J al river in un monster pot estromette Pasquale Braco dall'EPT Barcellona Main Event. Il final table era davvero a un passo, peccato. Per il Napoletano un 8° posto da ricordare comunque.

Scritto da
01/09/2019 00:09

2.188


Tutta la comprensibile disperazione di Pasquale Braco, dopo il river che lo estromette dal torneo

Il Jack maledetto

Una manciata di out, sei per la precisione: i quattro 8 e i due residui J. Cosi si può calcolare la distanza tra Pasquale Braco e un triple up che poteva, molto probabilmente, valergli il final table televisivo dell’EPT Barcellona Main Event. Invece no, le cose sono andate diversamente. Sul board a 9 10 7 durante un allin preflop a tre, in cui Sidhu si presentava con a 5 , Rui Sousa con j j e l’azzurro con a q , la prospettiva di Pasquale non era un triple up ma quasi. Tra lo stack dello short Sidhu (1.4 milioni) e quello di Braco (2.27 milioni), un pot da oltre 6 milioni stava per prendere la strada verso il posto del player napoletano. Niente male, visto che al momento il livello recitava 80.000/160.000 con ante 160.000, quindi Braco sarebbe tornato pienamente in corsa per final table e titolo. Il j era però uno dei 6 river che Pasquale non avrebbe voluto mai vedere, mentre la rumorosa curva di “sousinha23” non aspettava altro.

Pasquale Braco e il suo day 5 accidentato

La giornata di Pasquale Braco partiva con il quinto dei 16 stack ancora in gioco, con circa 4.5 milioni da far pesare al tavolo. Un paio di colpi accorciano però il partenopeo, uno dei quali un tentativo di bluff andato a male in una strana mano giocata contro Patur. Pasquale aveva aperto da early con k 6 e Patur aveva flattato da cutoff con 9 9 . Sul flop 5 3 2 l’azzurro fa la sua continuation bet a 160mila e poi chiama il rilancio fino a 400.000 del rivale. Quindi, dopo il doppio check sul turn 10 i due si ritrovano a dover gestire il river q . Pasquale sceglie di proseguire nel suo bluff puntando 600.000. Patur a questo punto trasforma la sua mid pair in bluff pushando per 5 milioni totali. Braco decide per il fold, ma la mano gli costa oltre 1.1 milioni.

Poi Pasquale Braco si riprende un po’, togliendosi la piccola soddisfazione di eliminare un sempre valido ma sfortunato Shannon Shorr, che prova la mossa della disperazione con K8o ma trova l’italiano con due assi ed esce 15°. In un’altra mano pusha KK sull’apertura di un rivale, ma non trova clienti per lo showdown. Per lui, nel day 5, non c’è stato moltissimo altro.

Iamivar, tre in bianco non bastano

Pasquale resiste da short nelle delicate fasi a due tavoli, finché un altro grande protagonista del torneo come Alexander “iamivar” Ivarsson non ne prova tre in bluff totale contro l’asiatico Yu, che aveva floppato nuts con 5 7 su 8 6 4 e check-calla, ripetendo il copione anche sul turn 9 . Il river 6 chiude un bel po’ di roba e induce un giocatore espertissimo come Ivarsson a continuare con la sua trama, pushando in bluff totale il suo a j . Yu trova la forza di chiamare anche stavolta e per lo svedese arrivano virtualmente i titoli di coda. Rimasto shortissimo, esce qualche mano più tardi.

La sportività di Johann Storakers, uomo dalle mille battaglie nel poker live

Storakers, scafatissimo bubbleman

Si rimane con un solo tavolo, in attesa che altre 3 eliminazioni consegnino il final table ufficiale a 6 giocatori. Purtroppo per noi, due di queste tre eliminazioni arrivano nel pirotecnico colpo che vi abbiamo raccontato prima, e che decretano Sidhu 9° e Braco 8°. La staffa alla giornata la mette poi lo svedese Simon Brandstrom, che ha un po’ di fortuna nell’eliminare il connazionale Johannes Storakers. Quest’ultimo si presenta con due dame, ma un asso sul board accoppia l’AT di Simon, chiudendo l’avventura dell’esperto rivale. Tanto di cappello a Storakers, uno che faceva tavoli finali EPT già 10 anni fa e che gioca da una vita. Uno di quelli che, per scorrere il profilo su Hendon Mob, dovete prendervi un quarto d’ora libero.

Il final table

Ecco allora come si presenterà il final table dell’ EPT Barcellona 2019 Main Event:

  • Seat 1 Rui Sousa Portugal 9,100,000
  • Seat 2 Giovani Torre Portugal 4,450,000
  • Seat 3 Simon Brandstrom Sweden 18,500,000
  • Seat 4 Yunye Lu China 4,500,000
  • Seat 5 Marton Czuczor Hungary 14,450,000
  • Seat 6 Diego Falcone Brazil 8,600,000

Il payout del day 5

Queste sono invece tutte le eliminazioni andate in scena durante il day 5, con relativa ricompensa. Ottimo il premio di Pasquale Braco, anche se un pensierino al primo premio (1.66M) lo aveva fatto di sicuro…

7° Johan Storakers SWE €226.490

8° Pasquale Braco ITA €159.580

9° Kully Sidhu UK €121.760

10° Alexander Ivarsson SWE €101.820

11° Balakrishna Patur USA €101.820

12° Leandro Bustillo ARG €90.860

13° Cyril Monbrun-Massot FRA €90.860

14° Jiayuan Liu CHI €81.130

15° Shannon Shorr USA €81.130

16° Felipe Salgado BRA €71.400

 

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento