Gioco legale e responsabile

Live

Phil Hellmuth stakato al 60% perde la testa: tilt totale al LAPC e titolo WPT sfumato!

In una mano contro un amatore al Commerce Casinò, Phil Hellmuth perde gran parte del suo stack ed esplode in tilt: perde un'occasione importante nel WPT LA Poker Classic.

Scritto da
01/03/2018 12:03

3.652


La maledizione del World Poker Tour continua a perseguitare Phil Hellmuth: il giocatore più vincente della storia delle WSOP insegue ancora vanamente il primo titolo WPT in carriera, nonostante una serie impressionante di deep run e ben 5 final table. Un dato che stride se pensiamo solo ai 15 braccialetti vinti alle World Series of Poker.

phil-hellmuth

Phil Hellmuth (photo courtesy of LAPC-World Poker Tour)

Ricordiamo ancora la beffa di pochi mesi fa al casinò californiano del Bicycle con il secondo posto nel WPT Legends of Poker. Forse il ricordo recente dell’heads-up perso ha condizionato il suo mindset al Commerce Casinò.

Poche ore fa ha sfiorato il sesto final table, in uno dei tornei più prestigiosi e storici del circuito americano: il Los Angeles Poker Classic (LAPC), riconosciuto come uno degli eventi più difficili da giocare negli States per la durezza del field californiano.

Nel day 4, Hellmuth si è presentato ai blocchi di partenza in ottima posizione ma ha tiltato di brutto, dopo una mano giocata contro il player amatore Blieden.

Siamo al 21esimo livello, 6.000/12.000 i bui, ante 2.000. Poker Brat apre per 30.000 da cutoff. Assistiamo alla 3-bet di Dennis Blieden per 68.000 dal bottone. Call di Hellmuth.

Check, check sul flop 9 7 4 . Al turn check ancora di Hellmuth, bet in posizione dell’amatore per $58.000 e call di Phil.

Poker Brat al momento dell’esplosione in pieno tilt

Al river j Hellmuth ancora check, Blieden scommette 129.000. A questo punto Poker Brat scatta in piedi sulla sedia e usa tre dei suoi time chips prima di fare call. Blieden gira j 10 mentre Hellmuth ha in mano a q : rimane con 24 big blinds (circa 290.000 chips) mente l’avversario vola a 3.100.000 fiches, 258 bb.

Hellmuth esplode appena vede girato j con imprecazioni di ogni tipo “fuck, shit” e con frasi come “questa stupida m…. mi stanno f…. il mio titolo” . Meno male, che il suo ultimo libro è intitolato “Positivy” ma è  forte l’imbarazzo degli organizzatori, considerando che tutto è stato ripreso dallo streaming del torneo.

L’esplosione di Hellmuth non passa inosservata nella poker room del Commerce.

Con una dote ancora di 24 big blinds (non tutto era compromesso), Poker Brat non ne vuole sapere e sembra rassegnato ancora una volta a perdere l’occasione con la storia.

Ad Hellmuth sembra scesa la catena: poche mani dopo va all in da UTG con a 10 e viene chiamato da Madel sul bottone con a j . Dominato perde e rimane con 12 big blinds.

 

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

Pochi minuti dopo esce proprio contro Dennis Blieden: la rabbia sembra passata, lo saluta stringendogli la mano ed uscendo al 15esimo posto, per $46.940 che dividerà con i suoi 76 finanziatori che gli hanno comprato il 60% delle quote su YouStake.

Dennis Blieden invece continua a vivere il sogno di vincere il titolo del WPT LA Poker Classic e si presenterà al final table a sei da chipleader. Dovrà guardarsi le spalle dall’esperto Toby Lewis con 180 big blinds.

Questo il count del final table

  • Seat 1. Peter Hengsakul – 1,065,000 (36 bb)
  • Seat 2. Marc Macdonnell – 1,695,000 (57 bb)
  • Seat 3. Dennis Blieden – 4,125,000 (138 bb)
  • Seat 4. Manuel Martinez – 985,000 (33 bb)
  • Seat 5. Toby Lewis – 5,390,000 (180 bb)
  • Seat 6. Derek Wolters – 1,520,000 (51 bb)

Il payout

  1. $1,000,000
  2. $600,630
  3. $430,210
  4. $319,310
  5. $244,430
  6. $186,235

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento