Gioco legale e responsabile

Live

Phil Hellmuth vince il torneo heads up al WPT Borgata: poi gioca main e vola al day 2

Un Phil Hellmuth incontenibile lascia subito il segno al WPT Borgata Winter Poker Open. Il 15 volte campione alle WSOP, shippa il successo nel "$1.590 Heads Up NLH". Superati 63 rivali e primo premio da oltre 37 mila dollari nelle tasche del player di Palo Alto. Non contento, fra la semifinale e la finale, si è lanciato nella mischia del day 1A del main e ha staccato il pass per il day 2. 

Scritto da
28/01/2019 10:57

2.442


Il cecchino di Palo Alto

Quando Phil Hellmuth dice di dare spettacolo è difficile opporsi. Così è successo nel “$1.590 Heads up NLH” al WPT Borgata. Ben 64 giocatori hanno accettato la sfida ed oltre a Phil Hellmuth, erano presenti players del calibro di Olivier Busquet, Joe McKeehen, Tim Reilly, Ronit Chamani, Alex Queen e Alex Rocha, tanto per citarne alcuni. Insomma un bel field lungo i sei turni che conducono al successo finale. Nei 32° di finale, Hellmuth ha regolato per 2-0 Wenhao Ying, mentre nei sedicesimi è andato sotto 1-0 vs Tim Reilly, prima mettere in piedi la rimonta vincente. Negli ottavi supera Travis Greenawalt , affrontando poi nei quarti di finale Steven Sarmiento.

In semifinale è opposto ad un outsider come Ryan Hall. Altro 2-0 per “The Poker Brat” e accesso alla finale. Qui è la volta di Joey Cappello, il quale in semifinale ha eliminato niente meno che Oliver Busquet con un secco 2-0. L’avvio della finalissima sembra sorridere a Cappello, mentre Hellmuth scende pericolosamente sotto le 4 mila unità. Il 15 volte campione alle WSOP però, trova l’ennesimo colpo di reni e recuperato il gap si porta sull‘1-0 grazie alla seguente mano. Sul board 10-7-5-9 Phil muove allin con 10-9 e Joey chiama con 10-6. Il river non cambia la situazione e si va al secondo match.

Phil Hellmuth by blog.theborgata.com

Nella seconda partita in pratica non c’è storia. Phil Hellmuth prende subito il largo e nel giro di poche mani arriva a mettere le mani sulla vittoria finale. I titoli di coda, scorrono quando Cappello si trova ai resti con Q-7 e Phil gioca con K-9. Il board J-J-A-4-3 sancisce il trionfo del californiano per 37.248 dollari. Non è un premio immenso dal punto di vista economico, ma che vale tantissimo per il morale e l’ego di “The Poker Brat“, il quale aggiunge l’ennesimo sigillo alla sua straordinaria carriera.

Hellmuth a segno anche nel main event

Phil Hellmuth però, non si è accontentato del successo nel torneo heads up e così vinta la semifinale e in attesa di giocare l’ultimo step dell’evento, ha colto la palla al balzo iscrivendosi nel day 1A del main event al WPT Borgata Winter Poker Open. 3.500 dollari di buyin fatti fruttare alla perfezione. Infatti il player di Palo Alto entrando in late si è portato a quota 88 mila chips e con questo stack ha imbustato verso il day 2.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

Ottimi numeri per il main, con 424 ingressi nel corso del day 1A. Ben 81 unità in più rispetto allo scorso anno. L’obiettivo del torneo è quello di battere il record di due stagioni fa, quando ad Atlantic City in 1.312 hanno lottato per il trionfo finale. Un numero alla portata, grazie anche ai 3 milioni di dollari che compongono il prize pool garantito. Il leader del primo flight è Daniel Wellborn a quota 308.600 chips. Sulle sue tracce c’è un giocatore che il titolo WPT lo ha già vinto: Upeshka De Silva (292.400).

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento