Gioco legale e responsabile

Live

Poker Live: Foxen guida il SHR Bowl di Las Vegas, Skhulukhiya vince a Cipro, Cohen sbanca Rozvadov

A due giorni dall'inizio delle World Series of Poker a Las Vegas facciamo il punto sui 3 principali tornei di poker live in corso in questo momento.

Scritto da
28/09/2021 10:24

868


E’ stato un lunedì denso di eventi per il poker live. Vi sono state infatti tre grandi manifestazioni pokeristiche in giro per il mondo, due delle quali conclusesi nella giornata di ieri ed una, invece, ancora in corso.

A Las Vegas, infatti, è iniziato l’atteso Super High Roller Bowl, torneo da 300.000$ di iscrizione riservato a soli professionisti, e con esso siamo giunti al termine del Day 1. Sono terminati invece il Partypoker Millions di Cipro e il Dutch Classic 2021 di Rozvadov.

Ma andiamo con ordine.

 

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Poker Live: Super High Roller Bowl, nel Day1 comanda Alex Foxen

Al Casinò Aria di Las Vegas è in corso il prestigiosissimo torneo Super High Roller Bowl, tornato in programmazione dopo ben 33 mesi di assenza. Vi sono stati 19 partecipanti al Day1, con una affluenza quindi (per ora) inferiore rispetto alle scorse edizioni. Tuttavia, il montepremi formatosi risulta già di 5,7 milioni, e le iscrizioni sono ancora aperte. Tanti i nomi noti che si sono dati appuntamento a Las Vegas: da Imsirovic, a Foxen, a Negreanu, a Justin Bonomo (quest’ultimo, peraltro, già vincitore tre volte in carriera di questo torneo).

Nonostante la struttura iper-deep (con stack da 300.000 e bui da 90 minuti), vi sono già stati dei players out prima della fine del day1: il primo ad uscire è stato proprio Negreanu, eliminato da Addamo. Out anche Mateos, Imsirovic, Chidwick, Koon, Katz e Badziakouski.

E’ Alex Foxen a svettare, ovvero colui che nell’ultima edizione aveva concluso la sua corsa al secondo posto: tutto lascia pensare che stavolta voglia puntare al bersaglio grosso. Si riprenderà stanotte col day2: vedremo se riuscirà a completare l’opera.

Super High Roller Bowl, credits: PokerGo

 

Il chipcount al termine del Day1

Partypoker Millions: Skhulukhiya vince a Cipro

E’ il georgiano Giorgiy Skhulukhiya ad avere la meglio all’heads-up finale su Robert Heidorn, portando a casa una prima moneta di oltre 683 mila dollari. Il torneo, che aveva un buy-in di 5.300$ e si è disputato al Merit Crystal Cove Hotel di Cipro, ha visto la non indifferente partecipazione di 839 partecipanti, che hanno formato un prizepool di quasi 5 milioni di dollari.

L’unico portacolori azzurro, in questo torneo, è stato Alessio Isaia, che come avevamo visto era partito short all’inizio del day3, ma con le sue straordinarie doti tecniche era riuscito a risalire la china e a terminare in 24esima posizione, per un premio di 27 mila dollari. Skhulukhiya , invece, si è attestato fin da subito nelle posizioni di vertice del chipcount, per vincere il tavolo finale davanti al più quotato Heidorn.

Credits: Merit Cristal Cove Hotel

Partypoker Millions: ordine di arrivo

Dutch Classic Rozvadov: la spunta Tom Cohen

Il lunedì di poker si chiude con il tavolo finale del Dutch Classic 2021 di Rozvadov, col Casino King’s al solito teatro di tornei di grandissima levatura. Questo torneo, dal buy-in di 230€, tra buy-in e re-entry ha visto la partecipazione di ben 2456 giocatori, a formare un prizepool di 466 mila euro.

A festeggiare, alla fine, è stato l’israeliano Tom Cohen, capace di portare a casa una prima moneta di 83 mila euro, dopo aver vinto l’heads-up con l’olandese Denie, costretto a consolarsi con 51 mila euro.

Nessun italiano, qui, è arrivato al tavolo finale: il migliore azzurro in classifica è stato Angelo Sisca, che ha concluso al 22esimo posto, conquistando un premio di consolazione di 2.300 euro. Scorrendo l’ordine di arrivo, piazzamenti ITM anche per Gennaro Ranieri (37esimo), Giorgio Soceanu (52esimo) e Cosimo Bisogno (61esimo).

L’ordine di arrivo