GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Live

PSC Praga 2017: Miracoli e Regoneschi al final table del National, Sanfilippo sfiora la Cup

Continuano le buone notizie per gli italiani al PSC Praga 2017: ancora Miracoli e Regoneschi protagonisti al National, dove hanno raggiunto il final table. Nella Prague Cup, Sanfilippo si arrende in heads-up con deal. Partito anche il National High Roller con Miniucchi in evidenza.

Scritto da
12/12/2017 09:54

1.905


Prosegue senza sosta il PSC Praga 2017, tra tornei che finiscono e altri che invece cominciano. E prosegue anche la marcia di Simone Miracoli e Marco Regoneschi, che nel National hanno raggiunto il tavolo finale.

Ma diamo un’occhiata più approfondita ai principali eventi.

 

PSC Praga 2017 Marco Regoneschi

Marco Regoneschi (photo courtesy of Tomas Stacha)

 

PSC Praga 2017: National

Partiamo proprio dal National del PokerStars Championship di Praga, dove il field si è ormai ridotto a soli 8 giocatori. A comandare il tavolo finale c’è il greco Georgios Vrakas, che ha accumulato oltre 17 milioni di gettoni. Ma dietro di li ecco il nostro Marco Regonaschi con 10,1 milioni.

Dopo Yan Shing Tsang, giocatore di Hong Kong che occupa la 3° piazza provvisoria, troviamo l’altro azzurro, Simone Miracoli, con 7,3 milioni di chip. 6° posto per Ludovic Geilich, il più famoso e vincente del lotto:

  • Posto 1: Georgios Vrakas, Greece, 17,250,000
  • Posto 2: Nadir Molinari, Switzerland, 3,350,000
  • Posto 3: Komil Khamidov, Poland, 3,150,000
  • Posto 4: Yan Shing Tsang, Hong Kong, 9,175,000
  • Posto 5: Ludovic Geilich, UK, 6,500,000
  • Posto 6: Simone Miracoli, Italy, 7,350,000
  • Posto 7: Marco Regonaschi, Italy, 10,150,000
  • Posto 8: Aleksandr Pozdniakov, Russia, 6,575,000

Montepremi di tutto rispetto quello che attende gli otto finalisti. Le 2.117 entry del PSC Praga National, un record per questo torneo, hanno infatti generato un prizepool di ben €2.053.490, di cui €338.000 al vincitore:

  1. €338.000
  2. €184.000
  3. €127.000
  4. €93.000
  5. €78.500
  6. €62.680
  7. €47.800
  8. €34.000

PSC Praga 2017: Prague Cup

Si è conclusa anche la Prague Cup, altro torneo che ha riscosso un buonissimo successo, come testimoniano i 1.571 iscritti – davvero niente male per un torneo senza re-buy, sebbene dal buy-in abbastanza popolare (€330).

La mini-picca è finita in Portogallo, più precisamente tra le mani di Wagner Da Gloria Felicio, che ha negato al nostro Patrick Sanfilippo la gioia del successo. L’azzurro si può consolare con un premio non di molto inferiore al ‘vincitore morale’, chiamiamolo così, dell’evento, il greco Epstathios Kavoukis.

Rimasti in cinque, i giocatori hanno infatti deciso di stringere un deal, che in quel momento premiava proprio Kavoukis più di tutti. All’accordo ha partecipato anche Alessandro Bardaro, che ha chiuso poi al 5° posto.

Molti gli italiani finiti in the money:

  • Mario Cerchiara
  • Gabriele Borgnis
  • Enrico Fiorentin
  • Lorenzo Merone
  • Germano Rossetti
  • Roberto Manfredi
  • Aldo Segantini
  • Dorina Losito
  • Mariano Salis
  • Andrea Rossiello
  • Nicola Attili
  • Pasquale Vinci
  • Filippo Lazzaretto
  • Giorgio Soceanu
  • Alberto Marangoni
  • Vicenzo Cotturi
  • Mattia Baccassino
  • Fabrizio Iannello
  • Stefano Zanarelli
  • Tiziano Di Romualdo
  • Edoardo Poggiali
  • Paolo Ribolla
  • Marco De Salvo
  • Giorgio Cocolo
  • Mario Adinolfi
  • Gloria Faciana
  • Morris Bonazza
  • Giorgio Ligasacchi

Ecco invece il payout completo del tavolo finale:

  1. Wagner Da Gloria Felicio €45.322*
  2. Patrick Sanfilippo €41.753*
  3. Epstathios Kavoukis €48.374*
  4. Bohdan Teslenko €31.654*
  5. Alessandro Bardaro €31.578*
  6. Sylvain Mazza €14.500
  7. Juan-Ignacio Balaguer Serra €11.000
  8. Matias Arosuo €7.600

PSC Praga 2017: National High Roller

C’è la firma di Nikolay Fal sul Day 1 del PokerStars National High Roller da €2.200 di buy-in. Il moscovita si è messo alle spalle i 117 superstiti dei primi 15 livelli di gioco, su un totale di 627 entry – 548 player e 79 re-entry.

Anche qui c’è tanta Italia protagonista. Massimo Segatto è il numero 1 degli azzurri con 274.000, ma occhio a Marcello Miniucchi e Francesco Delfoco, anche loro tra i big stack grazie rispettivamente a 242.000 e 240.000 chip.

Si rivede anche Giuliano Bendinelli, sebbene il suo Day 1 non sia stato particolarmente brillante: per lui uno stack di appena 70.000 gettoni:

  • Massimo Segatto 274.000
  • Marcello Miniucchi 242.000
  • Francesco Delfoco 240.000
  • Luca Falco 150.000
  • Alberto Borsoi 102.000
  • Paolo Pellegrini 82.500
  • Nicholas Di Paolo 79.500
  • Giuliano Bendinelli 70.000

Chiudiamo con la top ten del chip count:

  1. Nikolay Fal 499.000
  2. Karim Souaid 404.000
  3. Georges Yazbeck 391.000
  4. Oleksandr Trokhymenko 333.000
  5. Jose Ponce Diaz 331.500
  6. Liran Twito 317.000
  7. Kayhan Mokri Roshanfekr 312.500
  8. Conor Beresford 312.000
  9. Petr Segl 311.000
  10. Gary McGinty 302.000

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento