Gioco legale e responsabile

Live

SHR Bowl 2018: i $5 milioni a Bonomo, Negreanu si arrende in heads-up e ne vince $3

Battendo in heads-up Daniel Negreanu, Justin Bonomo ha vinto il SHR Bowl 2018, mettendo le mani su una prima moneta da $5 milioni. Il Kid Poker si consola con un assegno da $3 milioni, mentre completa il podio il terzo posto di Jason Koon.

Scritto da
31/05/2018 09:18

5.234


  1. Cala il sipario sul SHR Bowl 2018, si alza quello sulle WSOP 2018. Dall’Aria al Rio, Las Vegas continua ad essere il centro di gravità del poker che conta. Ma se è presto per parlare di World Series, non lo è affatto per raccontarvi di un final table milionario.

Ci eravamo lasciati ieri con i magnifici sei, a caccia di una prima moneta da $5 milioni. Alla fine, è stato Justin Bonomo ad avere la meglio, sconfiggendo nel testa a testa un indomito Daniel Negreanu. Ma entriamo in cronaca.

 

SHR Bowl 2018 Bonomo Negreanu

Justin Bonomo con Maria Ho e Daniel Negreanu (photo courtesy of PokerNews)

 

In questo Articolo:

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Due livelli, due eliminazioni

Pronti-via e Nick Petrangelo, uno dei tre short-stack, ha dovuto subito sventolare bandiera bianca. L’americano ha aperto il gioco con 10 10, subendo il raise di Jason Koon con Q Q e andando all-in in tutta risposta.

Dopo l’ovvio call di Koon, il board 5 A K 8 Q ha decretato l’uscita di un Petrangelo che ha commentato amaro: “Che giornata divertente. Buona fortuna a tutti”.

Un livello dopo è toccato a Christoph Vogelsang cedere ufficialmente lo scettro di campione in carica. Il tedesco ha provato il tutto per tutto con Q 6 da small blind, ma Mikita Badziakouski ha pescato J J da big blind: un 6 al flop non è bastato a ribaltare il colpo.

Medaglia di legno e di bronzo

Lo stesso Mikita Badziakouski, chip leader a inizio final table, si è dovuto arrendere in 4° posizione. Da small blind, Bonomo ha rilanciato, trovando il call di Badziakouski da big blind e un flop 10 9 3 .

Continuation bet di Bonomo, call dell’avversario e 4 al turn su cui Justin ha puntato ancora, trovando l’all-in altrui. Instant call dell’americano con K 10 contro **q* 8 del bielorusso: 2 al river e tanti saluti al buon Mikita.

CONFRONTO BONUS CASINO'

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui casinò online italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i concessionari sono mostrati a rotazione casuale.

Lo stesso Bonomo si è poi preso cura di Jason Koon, eliminato al terzo posto rispettivamente con A 4 contro 8 6 e un board che ha premiato Justin – già in vantaggio pre-flop – con una doppia coppia.

Bonomo vs Negreanu

L’heads-up tra Justin Bonomo e Daniel Negreanu è cominciato con l’americano in netto vantaggio di chip, addirittura 4-1, ma il canadese ha saputo vendere cara la pelle, cercando in ogni modo di recuperare terreno.

 

Su PokerStars.it sono arrivati gli Spin & Go Max: registrati subito! Ti attendono promozioni speciali!

Nell’ultima mano del torneo, Bonomo ha spillato 9 9 da bottone e ha rilanciato. Negreanu ha chiamato con 8 7 e su un flop 9 6 7 si è scatenata una guerra di rilanci conclusasi con l’all-in (di Daniel) e call (di Justin).

Turn K e river 6 hanno consegnato vittoria e primo premio a Bonomo, che ha così commentato: “Ho visto il gioco cambiare tanto. Ho usato tutti i metodi per imparare tutte le varianti. Finalmente mi sento al top”.

SHR Bowl 2018: payout del final table

  1. Justin Bonomo $5.000.000
  2. Daniel Negreanu $3.000.000
  3. Jason Koon $2.100.00
  4. Mikita Badziakouski $1.600.00
  5. Christoph Vogelsang $1.200.000
  6. Nick Petrangelo $900.000

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento