Gioco legale e responsabile

Live

WPT: 3 tavoli finali fermi da 1 anno causa Covid e 18 giocatori in attesa

La pandemia ha bloccato il mondo e fra i settori più colpiti, c'è senza ombra di dubbio il poker live. Da oltre un anno 18 giocatori aspettano di concludere rispettivi tavoli finali al WPT. 12 mesi dopo sono ancora sospesi i final table del WPT Gardens, WPT LA Poker Classic e WPT Borgata Winter Poker Open. Da distribuire ancora 3.8 milioni di dollari. 

Scritto da
27/01/2021 12:00

1.216


WPT: dall’arena di Las Vegas al tunnel dell’attesa

18 giocatori in cerca di 3 final table al WPT. Potrebbe essere il titolo ideale di un libro su questa storia, dove la pandemia ci ha messo lo zampino. Ma riavvolgiamo il nastro e torniamo indietro di quasi un anno. Tra febbraio e marzo 2020, il World Poker Tour disputa le sue tre classiche tappe di quel periodo: WPT Gardens, WPT LA Poker Classic e WPT Borgata Winter Poker Open.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Ovviamente tutte dal vivo. Rispetto agli anni precedenti però, in ogni singolo main event il gioco viene stoppato alla formazione del tavolo finale. Tutti i finalisti, incassano già il sesto premio e si danno appuntamento ad aprile, quando da calendario si dovrebbero giocare i tre final table. La novità è proprio questa. I final table posticipati di alcune settimane, per poi essere disputati all’Hyper X eSports Arena di Las Vegas.

Un po’ come succedeva ai tempi dei November Nine per il main event WSOP. I tre tornei del WPT sarebbero stati giocati con tanto di diretta televisiva e nell’attesa, tutti i finalisti analizzati ai raggi X da parte dei media di settore. L’aggravarsi della diffusione del Covid-19, i lockdown di tanti paesi e la dichiarazione di Pandemia hanno poi invece portato alla sospensione di tutto, verso la fine di marzo 2020.

Da quel momento è iniziata la lunga attesa per il circuito più longevo al mondo nella storia del poker live. Tre final table in cerca di altrettanti campioni, rinviati a data da destinarsi. In attesa di tempi migliori e più sicuri per la salute di tutti, con 3.8 milioni di dollari ancora da distribuire, al netto del sesto posto già pagato a tutti i 18 finalisti. E per il momento non si hanno ancora notizie in merito a possibili date.

WPT Gardens: Chance Kornuth super leader

Il WPT Gardens è il primo dei tre eventi a completare la propria corsa verso la formazione del tavolo finale. In 257 hanno risposto presente all’appello versando 10.000 dollari di buyin. Raccolto un montepremi netto di 2.467.200 dollari, con 539.495$ ad attendere il neo campione (oltre al ticket da 15.400$ per la finalissima annuale).

Chance Kornuth by WPT.com

A sei left, comanda lo scatenato Chance Kornuth che ha dalla sua qualcosa come 120 big blind, ovvero 2.995.000 chips. L’unico che sembra reggere il passo del leader è Markus Gonsalves a quota 2.370.000. L’unico player non americano al final table, è invece Jonathan Cohen che può contare su 1.615.000 fiches. Come detto, tutti i finalisti hanno già incassato il sesto premio, vale a dire 111.795 dollari.

Il count ufficiale…

  1. Chance Kornuth 2,995,000
  2. Markus Gonsalves 2,370,000
  3. Tuan Phan 2,070,000
  4. Jonathan Cohen 1,615,000
  5. Qing Liu 795,000
  6. Straton Wilhelm 435,000

…il payout del final table

  1.  $554,495
  2.  $359,650
  3.  $263,090
  4.  $195,085
  5.  $146,655
  6.  $111,795

WPT LAPC: prima moneta milionaria

Il WPT Los Angeles Poker Classic è il secondo dei tre eventi che ferma il proprio gioco alla composizione del tavolo finale. Stiamo parlando di una delle tappe più importanti e più storiche dell’intero World Poker Tour. Il buyin di 10 mila dollari non sembra essere un grosso ostacolo e in 490 si presentano ai nastri di partenza. Il prize pool recita $4.727.550 e se i 6 players left si mettono in tasca 185.330 dollari, il neo campione porterà a casa la bellezza di 1.015.000 bigliettoni.

L’uomo da battere è Balakrishna Patur con 6.320.000 pezzi. Alle sue spalle però, scalpitano due giocatori che hanno già vinto un titolo WPT a testa. Stiamo parlando di Matas Cimbolas e James Carroll: il primo ha dalla sua 4.310.000 pezzi, mentre James può contare su 4.125.000 chips. In corsa per il titolo di campione, anche
Upeshka De Silva. E’ il fanalino di coda nel count e da quota 930.000 ripartirà la sua rimonta.

Il count ufficiale…

  1. Balakrishna Patur 6,320,000
  2. Matas Cimbolas 4,310,000
  3. James Carroll 4,125,000
  4. Ka Kwan Lau 2,250,000
  5. Scott Hempel 1,670,000
  6. Upeshka De Silva 930,000

…il payout del final table

  1. $1,015,000
  2.  $600,060
  3.  $431,585
  4.  $323,485
  5.  $243,330
  6.  $185,330

WPT Borgata: Brian Altman a caccia del tris

Il WPT Borgata Winter Open è l’ultimo dei tre eventi, con il final table posticipato. Nella tappa giocata sulla costa Est degli USA, in 1.290 hanno preso d’assalto il Borgata Hotel&Casinò, a fronte di un buyin di 3.500 dollari. Sono stati raccolti 4.129.290 dollari nel prize pool netto e così, se la sesta piazza da 143.264$ è già stata incassata, ben 674.840 bigliettoni attendono il futuro campione.

Brian Altman by WPT.com

Il leader a sei left è l’outsider Veerab Zakarian a quota 11.990.000 gettoni. Attenzione però a Brian Altman. L’americano non solo è l’unico dei finalisti ad essere già finito nell’albo d’oro del World Poker Tour, ma ha anche concesso il bis. Dunque, dall’alto dei suoi due titoli WPT, Altman mette nel mirino il tris di vittorie. Tra i due litiganti, prova a mettersi nel mezzo il terzo incomodo: James Anderson (10.040.000).

Il count ufficiale…

  1. Veerab Zakarian 11,990,000
  2. James Anderson 10,040,000
  3. Brian Altman 9,865,000
  4. Bin Weng 8,890,000
  5. Andrew Hanna 6,730,000
  6. Nathan Russler 3,990,000

…il payout del final table

  1.  $674,840
  2.  $449,904
  3.  $333,012
  4.  $248,913
  5.  $187,900
  6.  $143,264
Tag: