GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Live

WSOPE 2017: c’è ancora Speranza per gli azzurri nel Main Event! Dan Shak vince l’High Roller

Gianluca Speranza è l’unico italiano superstite al termine del Day 3 del WSOPE 2017 Main Event, quando sono rimasti in 46. Ieri si è svolto anche il Super High Roller da €25.000 di buy-in, vinto da Dan Shak. A premio anche Badziakouski, Kenney e Sontheimer.

Scritto da
08/11/2017 09:45

1.423


Continua il sogno di Gianluca Speranza al Main Event WSOPE 2017: l’italiano passa indenne anche il Day 3 e ora si ritrova a 45 eliminazioni dal braccialetto. Eliminati, purtroppo, Mustapha Kanit e Liwei Sun.

Gioisce anche Dan Shak, che ieri ha fatto suo il Super High Roller da €25.000 di buy-in: l’hedge fund manager con la passione per il poker si è portato a casa €210.112, superando un field di soli 21 entry – re-entry comprese.

 

Gianluca Speranza WSOPE 2017

Gianluca Speranza

 

WSOPE 2017 Event #11: €10,350 No-Limit Hold’em MAIN EVENT

655.000 chip. È questa la cifra che Gianluca Speranza ha imbustato alla fine del Day 2 del WSOPE 2017 Main Event, questa la dotazione di gettoni dalla quale l’azzurro ripartirà oggi, per cercare di proseguire una cavalcata fin qui impeccabile.

Speranza non ha chiuso lontano dalla top ten del chip count, visto che il 10° posto è occupato dal britannico Chi Zhang, fermatosi a 699.000 pezzi. A proposito di britannici, tra i primi dieci ce ne sono davvero tanti, addirittura cinque.

Tra loro anche Jack Salter, secondo con 1.396.000, e Niall Farrell (fresco di Triple Crown), nono con 745.000. Curiosamente, proprio Salter, Farrell e un altro britannico (Petyr Smyth, 324.000) saranno allo stesso tavolo di Gianluca.

Un tavolo peraltro molto complicato, perché oltre a Salter e Farrell, Speranza dovrà vedersela pure con l’americano David Peters (148.000). La nota lieta è che dopo quello degli stessi Jack e Niall, è di Speranza il terzo stack più grosso.

Chi passa, chi si ferma

Il Day 2 del Main Event ha promosso a pieni voti anche Rainer Kempe, 3° con 1.254.000), e Kristen Bicknell, 5° con 1.285.000. Scorrendo il chip count troviamo il campione uscente Kevin MacPhee (653.000), Mike Leah (503.000), Ismael Bojang (483.000), Maria Ho (391.000), Anthony Zinno (234.000) e il fanalino di coda Evgeniy Kafelnikov (130.000).

Eliminati a premio Philipp Gruissem, Pierre Neuville, Anatoly Filatov, Will Kassouf e Roberto Romanello. I nostri Mustapha Kanit e Liwei Sun purtroppo hanno alzato bandiera bianca prima dello scoppio della bolla, così come Stefan Schillabel, Dominik Panka, Ole Schemion, Eugene Katchalov e Natalie Hof.

La top ten del chip count

  1. Robert Bickley 1.431.000
  2. Jack Salter 1.396.000
  3. Rainer Kempe 1.254.000
  4. Michal Mrakes 1.245.000
  5. Kristen Bicknell 1.285.000
  6. Vlad Darie 1.045.000
  7. Marc MacDonnell 895.000
  8. Vishal Maini 790.000
  9. Niall Farrell 745.000
  10. Chi Zhang 699.000

Bonus immediato di 30€ su Lottomatica, per Poker, Scommesse e Casinò. Registrati da questo link e inserisci il codice SUPER30! E’un’esclusiva Assopoker!

multiprodotto_300x250_ita

WSOPE 2017 €25,000 Super High Roller

Con il Main Event ancora in corso, e nelle fasi clou, il Super High Roller non poteva certo fare il botto. E infatti gli ingressi sono stati appena 21, di cui 5 re-entry, per un payout spalmato soltanto sui primi quattro classificati.

La struttura dell’evento è stata non a caso modificata in modo da far finire il torneo nello stesso giorno. Ne ha beneficiato l’action, con una serie di eliminazioni precoci che hanno colpito Bertrand ‘ElkY’ Grospellier, Dominik Nitsche e Martin Jacobson.

 

WSOPE 2017 Dan Shak

Il vincitore, Dan Shak

 

Il tedesco e lo svedese sono stati eliminati nella stessa mano da Timothy Adams, fortunato a trovare pocket aces al momento giusto, cioè quendo Dominik ha mandato la vasca con A-9 suited e Jacobson ha fatto lo stesso con una coppia di re.

Con l’eliminazione in bolla di Ivan Luca si è arrivati in zona premio. Qui, Bryn Kenney è riuscito a guadagnare una posizione, sopravvivendo ad una serie di all-in, compreso quello che ha scoppiato il player argentino in 5° posizione: 7-7 vs A-A e un 7 sul board.

Dopo l’uscita di Steffen Sontheimer al 4° posto e la seguente dipartita di Kenney al 3°, Dan Shak ci ha messo solo tre mani per avere ragione di Mikita Badziakouski, grazie a un pizzico di fortuna che non guasta mai.

Shak e Badziakouski si sono ritrovati all-in rispettivamente con K J e K Q , ma un J al flop (con 5 e 3 di contorno) ha permesso a Dan di passare in testa e di rimanerci, dopo un 8 al turn e un 7 al river.

  1. Dan Shak €210.112
  2. Mikita Badziakouski €129.860
  3. Bryn Kenney €85.238
  4. Steffen Sontheimer €67.555

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento