GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Online

Come perdere $80.000 in due mani e 11 minuti: la mini-sessione da incubo di “Danneville” al $200-$400

La sera del 7 gennaio, il player Dan "Danneville" Loewinski ha perso $80.000 in 11 minuti agli High Stakes Online. Due tremendi cooler hanno posto fine alla sua sessione

Scritto da
10/01/2018 19:03

3.161


Per giocare agli High Stakes Online è necessario avere un mindset di ferro e abilità sopra la media, ma soprattutto un bankroll molto profondo, in grado di resistere agli incredibili swing di questi livelli. Perché si sa che ai tavoli nosebleed online l’action non è mai blanda, ma anzi, i piatti da decine (se non centinaia) di migliaia di dollari sono all’ordine del giorno.

A conti fatti, ciò che più conta è avere la possibilità di poter continuare a giocare, quindi avere un bankroll adeguato. Perché quando si va spesso all-in, i cooler sono sempre in agguato e a questi limiti possono essere letali.

Se ci fosse bisogno di una conferma, lo scorso 7 gennaio il player “Danneville” ha subito una batosta che ricorderà a lungo. A conti fatti si tratta di due “soli” stack persi, ma parliamo di $80.000 lasciati ai tavoli, per di più nel giro di appena 11 minuti.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

Perdere $80.000 in due mani e 11 minuti agli High Stakes Online

Dietro al nickname “Danneville” si cela il poker player Dan Loewinski, un giocatore molto attivo anni fa (nel 2009 vinse il Sunday Million per $245.421) ma sparito dalla circolazione in tempi più recenti. Per intenderci, la sua prima apparizione ai tavoli high stakes di Pokerstars.com (dal $50-$100 in su) risale all’aprile 2017 e da allora ha giocato poco e senza lasciare il segno.

Poi, all’inizio di quest’anno, è ricomparso in una partita off-limits per i comuni mortali: il $200-$400 di No-Limit Hold’em su Pokerstars.com. Per sedersi a questo tavolo è necessario un buy-in di $40.000 e alle 21:20 della sera del 7 gennaio “Danneville” aveva proprio questa dotazione davanti a sé, pronto a dar battaglia ai reg del livello.

La sua avventura è però durata appena 11 minuti. Sono bastati infatti due cooler a fargli passare la voglia di giocare a questi limiti…

La prima mano: -$40.000 contro LLinusLLove

La prima mano è un classico cooler, di quelli che stroncano sul nascere le buone intenzioni di inizio sessione. Il reg “prot0” rilancia preflop a $880 e “Danneville“, dallo small blind, opta per la 3-bet a $3.800 con q q .

Dal big blind Linus “LLinusLLove” Loeliger decide però di alzare la posta a $8.400. L’original raiser folda e “Danneville” sceglie di andare all-in con le sue Donne per $40.000. C’è lo snap call e “LLinusLLove” mostra a a . Vengono girati due board e in entrambi casi è il giovane reg svizzero a vincere (sul secondo chiude anche un poker di Assi).

La sessione di “Danneville” inizia quindi con un pesante -$40.000.

La seconda mano: -$40.000 contro “Bit2Easy”

La seconda mano è ancora più dolorosa. Inizia con il rilancio a $1.004 dal bottone del reg Luke “Bit2Easy” Reeves. “Danneville” è sullo small blind con il secondo stack di $40.000 davanti e la miglior mano di partenza del No-Limit Hold’em: a a .

Potrebbe essere l’occasione per recuperare subito la perdita, così piazza una larga 3-bet a $4.000. Riceve il call dell’original raiser, e sul flop compaiono 4 q 4 . Nel pot ci sono $8.400 e “Danneville” punta $4.400. C’è il call e si giunge quindi sul turn 10.

Il board sembra innocuo e “Danneville” continua a puntare, questa volta $9.200 sul pot di $17.200. A questo punto arriva la sorpresa: “Bit2Easy” va all-in per $37.000.

Dopo qualche riflessione, “Danneville” chiama. Vengono girati due river, una q e una q . Allo showdown, “Danneville” mostra i suoi Assi, ma scopre di essere dietro al tris di “Bit2Easy” con a 4 . Il pot da $80.800 finisce tutto a quest’ultimo, che preflop era in nettissimo svantaggio.

Queste due mani, giocate nel giro di appena 11 minuti, pongono fine alla sessione di Dan “Danniville” Loewinski con un sonoro -$80.000. Le due mani che ha perso rappresentano anche i due pot più grandi giocati finora nel 2018 ai tavoli di No-Limit Hold’em.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento