Vai al contenuto

Aussie Millions: Timoshenko batte McDonald e vince 2.000.000 $

Quella scintillante follia chiamata Aussie Millions Challenge si è appena conclusa: Yevegeniy Timoshenko ha battuto in heads-up Mike “timex” McDonald, portandosi a casa l’anello e soprattutto i due milioni di dollari del primo premio.

Un torneo da 100.000 dollari re-entry – Daniel Negreanu ed Isaac Haxton hanno bruciato mezzo milione a testa – è già abbastanza per scuotere la testa, ma il fatto ancora più curioso è che sia Timoshenko che McDonald non avrebbero dovuto trovarsi seduti a questo evento, almeno stando a quello che entrambi avevano dichiarato.

Il canadese, da noi intervistato a breve distanza dal suo secondo posto alla PCA 2014, aveva infatti detto che adesso si sarebbe riposato, rigettando le lusinghe della rincorsa a titoli come il Player of the Year ed i tornei in generale: la mia agenda per i prossimi mesi è piuttosto libera, ci aveva detto. Ed eccolo là, a giocarsi di nuovo un heads-up estremamente importante e ad uscirne come secondo classificato, stavolta assicurandosi 1.500.000 $.

Simile il discorso per Timoshenko, che pur presente all’Aussie Millions si era affrettato a prendere le distanze dall’evento: troppo costoso, e poi la novità dello shot-clock che costringe a riflettere in fretta, non scherziamo. Detto e puntualmente non fatto.

Un tavolo finale speciale per un montepremi incredibile (photo courtesy PokerNews.com)

Del resto, si rischia di aver sempre ragione quando si torna a casa con due milioni di dollari: se questo è il risultato, benvenuta incoerenza. Al tavolo finale trovavano posto sia veterani inossidabili come Patrik Antonius, Erik Seidel e lo stesso Negreanu e giovani tutt’altro che nuovi a questo mondo, come Martin Jacobson e Doug “WCGRider” Polk.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

A premio sono finiti i primi otto classificati, e sia McDonald che Timoshenko si sono messi immediatamente in luce, dandosi da fare con le eliminazioni ed affrettandosi a prendere il largo nel chipcount. McDonald con quattro giocatori rimasti era nettamente al comando, ma poi in uno scontro di durezza preflop è finito in all-in proprio contro Timoshenko: peccato che quest’ultimo nascondesse una coppia d’assi, e “timex” soltanto JT.

Nonostante questo, dopo aver eliminato Seidel al terzo posto, il canadese raggiungeva l’heads-up in leggero vantaggio su Seidel: Timoshenko tuttavia sapeva far girare il vento a proprio favore, e con bui ormai a quota 50.000/100.000 i margini d’errore da parte di entrambi erano ridotti al minimo, e così quando lo statunitense chiudeva un colore contro la top pair di Mike lasciandolo al lumicino l’heads-up era di fatto concluso.

Per entrambi un viaggio impossibile da dimenticare, per molti altri il tempo di leccarsi le ferite: 

  1. Yevgeniy Timoshenko 2.000.000 $
  2. Mike McDonald 1.500.000 $
  3. Erik Seidel 1.076.000 $
  4. Doug Polk 860.000 $
  5. Patrik Antonius 700.000 $
  6. Daniel Negreanu 550.000 $
  7. David Steicke 450.000 $
  8. Martin Jacobson 350.000 $

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta