Vai al contenuto
mateos bluff eibinger

Che pompa Mateos: tribetta all-in in bluff al river, Eibinger folda KK!

Una mano da cui emerge tutta la classe di Adrian Mateos, direttamente dal video-replay del Main Event Triton SHR Series Montecarlo che vi abbiamo proposto ieri.

Nel testa a testa conclusivo del torneo lo spagnolo ha intavolato una action aggressiva in bluff con cui ha portato l’avversario Matthias Eibinger a foldare una bella coppia di re. Dopo un deal in heads-up l’austriaco ha poi vinto il torneo, ma negli occhi di tutti probabilmente resterà soprattutto questa giocata da dieci di Mateos.

Slowplay doesn’t pay

Blinds 300k/600k con bb ante, Eibinger spilla K K da bottone/small blind con 17,6M di stack e completa, da big blind Mateos checka dietro con 9 6 e 14,7M di stack.

Flop 10 6 10 doppio check.

Turn 4 Mateos leada 1.2M, Eibinger chiama.

River 7 Mateos bet 900k, Eibinger rilancia 3.6M, Mateos va in the tank e dopo un time bank muove all-in.

Eibinger non ci pensa neanche troppo prima di foldare il punto migliore.

Le odds del call river

Ovviamente tutta l’azione della mano è fortemente influenzata dalla linea passiva con cui Eibinger sceglie di giocare la sua coppia di re.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Quando completa preflop e checka dietro al flop, un pokerista del calibro dell’austriaco sa già che su quel board deve cercare di estrarre il massimo valore possibile, tenendo però l’opzione del fold come sempre valida.

Da qui il raise river sulla bet di Mateos dimensionata al ribasso. Dopo l’all-in dello spagnolo in mezzo al piatto ci sono 21,25M, Eibinger quindi deve decidere se chiamare per 9.85M.

Il punto di break-even dell call è quindi:

9,85/(9,85+21,25)=0,316=31,6%

Su board pairato e iper-connesso il tedesco ha deciso di mettere sotto. Come sappiamo, i tornei di poker non sono una battaglia ma una guerra: nonostante questa battaglia persa, alla fine sarà proprio Eibinger a vincere il torneo.

Il video

Dopo anni passati a scrivere di altro, in un periodo sabbatico mi sono appassionato al poker e dal 2012 è diventato il mio pane quotidiano. Intanto ho scritto un paio di libri che niente hanno a che vedere col nostro meraviglioso gioco.
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI