Vai al contenuto

EPT Deauville: l’Italia si aggrappa a Carlo Savinelli

[imagebanner gruppo=”pokerstars”]

Sono rimasti soltanto in 36 all’EPT Deauville, quando il Day 3 è ormai alle spalle e ci approcciamo, oggi, verso il Day 4. Tra loro c’è ancora il nostro Carlo Savinelli, che purtroppo è l’ultimo degli azzurri: eliminati ieri, infatti, sia Francesco Del Foco che Luca Giovannone, Ivan Gabrieli e Filippo Lazzaretto.

I primi due sono stati eliminati prima dello scoppio della bolla, mentre Gabrieli e Lazzaretto sono arrivati comunque a premio: Ivan è uscito al 71° posto, per una ricompensa di € 9.950, mentre Filippo si è arreso in 87° posizione, portandosi a casa € 8.810.

Tornando a Savinelli, il suo stack da 546.000 chip è buono per un 13° posto assoluto che lo vede per la prima volta, da quando è iniziato l’EPT Deuville, fuori dalla top ten. Ovviamente il tifo per il campano si è fatto sentire, come ha sottolineato lo stesso Carlo sul suo profilo Facebook:

“Allora ragazzi grazie mille per il tifo, dal day1 A sembra che abbia vinto una picca ogni livello per quanto tifate. Chiedo scusa se non sono riuscito a rispondere a tutti in privato ma siete tantissimi. Sono fiducioso per come sto giocando anche se questi sono davvero dei bulli”, ha scritto Savinelli.

Sempre su Facebook, l’italiano ha analizzato un paio di mani: una ottimamente giocata contro Jannick Wrang, dove con Q-8 in zona bolla ha quasi raddoppiato il suo stack, chiamando al river su board K-4-Q-4-3 con tre carte di fiori (e nessuna per lui) nonostante il danese avesse aggredito per tutta la durata del colpo. Quindi un’altra con K-7 suited, che spiega così:

“Decido di callare perché al turn non punta il progetto di colore e al river non punta se ha un asso. Per stack management, il call è preferibile al raise perché se mi sono sbagliato, lì l’avversario non folda niente di quello che punta (e ne sono certo per history)”.

Il chipleader di giornata è il greco Georgios Kapalas, capace di imbustare 1.398.000 e di mettersi alle spalle un player del calibro di Kevin MacPhee (1.313.000), già secondo al termine del Day 2. Tra i migliori dieci troviamo anche Guillaume Darcourt (801.000) e Matas Cimbolas (617.000), vincitore lo scorso novembre del WPT UK.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Ancora in gioco anche Benjamin Pollak (519.000), Sergio Aido (341.000) e Bertrand ‘ElkY’ Grospellier (120.000, il terzultimo stack in gara). Non ce l’hanno fatta, invece, Dimitar Danchev ed Eugene Katchalov.

Così la top ten del chipcount:

  1. Georgios Kapalas 1.398.000
  2. Kevin MacPhee 1.313.000
  3. Dany Parlafes 1.220.000
  4. Olivier Piechaczyk 1.099.000
  5. Milan Tomasz Rabsz 1.005.000
  6. Guillaume Darcourt 801.000
  7. Daniel Carlsson 735.000
  8. Ognyan Dimov 677.000
  9. Miroslav Alilovic 654.000
  10. Matas Cimbolas 617.000

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta