Vai al contenuto

EPT Deauville: out Pagano, ancora fatale AJ

luca-paganoLa corsa di Luca Pagano all’EPT di Deauville finisce purtroppo al settimo posto dopo aver sbattuto contro il francese Than Trong. Il player di PokerStars è subito partito aggressivo per cercare di recuperare terreno sugli avversari ma non ha avuto occasione di incrementare il proprio stack in maniera significativa fino al coinflip fatale contro il transalpino.

Con bui 40.000/80.000 (ante 10.000), da UTG Than Trong apre con 9 9 , Luca da cutoff mette tutto il suo stack (circa 1,7 milioni di chips) con a j . Il board purtroppo è bianco q q 6 10 7 e Pagano esce in settima posizione incassando un premio di €110.000.

Luca ha commentato la sua eliminazione: “Amareggiato, ma lo stesso molto soddisfatto. Senza vincere un coinflip, piu’ di cosiì non si poteva”.

Per il player trevigiano si è così concluso il settimo final table all’European Poker Tour in carriera. Ancora una volta il nostro portacolori esce ad un tavolo finale con AJ, una mano che non gli porta fortuna: all’EPT di Praga nel 2009, con AJ si è dovuto inchinare dinanzi alle due donne (QQ) di Mattsson.

Clamoroso lo scoppio subito a Montecarlo, al Grand Final 2008: con i suoi KK incastra Lacay con AJ preflop. Tutto fila lisco fino al river quando spunta un maledetto asso, per un sesto posto che grida ancora vendetta. Purtroppo la rivincita non sarà però consumata a Deauville ma rimane una prestazione incredibile, da record per il circuito europeo.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Pagano ha dimostrato ancora una volta di essere in un ottimo stato di forma dopo aver giocato da protagonista il Main Event del PCA alle Bahamas (con un 30esimo posto da 46.000$).

A Deauville, oltre a Luca è uscito all’ottavo posto l’irlandese Graydon, eliminato dal chipleader Paul Guichard. Al momento sono rimasti in 6 con 5 francesi in corsa.

Segui la diretta video del final table!

Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.