Vai al contenuto
EPT - Antonio Buonanno

EPT, in 12 anni vinti oltre €1 miliardo di premi: numeri, record e curiosità

EPT. Una sigla che ci ha accompagnato dagli albori del poker, ci ha guidato negli anni del boom, ci ha fatto scoprire personaggi incredibili e vivere emozioni indimenticabili. Ma come tutte le storie belle, anche quella dello European Poker Tour è finita.

Prima di archiviare il passato e tuffarci nel futuro, con l’avvento del PokerStars Championship (prima tappa alle Bahamas all’alba del 2017), ripercorriamo insieme i numeri e gli avvenimenti più importanti di una storia lunga dodici anni.

(Le classifiche sono tratte dal sito di Hendon Mob)

18 settembre 2004: nasce l’EPT

Facciamo un salto indietro nel tempo di dodici anni. Siamo nel 2004: Mark Zuckerberg inventa Facebook, mentre Il Signore degli Anelli – Il Ritorno del Re fa incetta di Oscar (ben 11). È l’anno della morte di Marco Pantani, degli attentati di Al-Qaeda a Madrid, del settimo sigillo di Michael Schumacher.

L’estate, travolta dalla sorpresa della Grecia campione d’Europa nel calcio, sta ormai per darsi il cambio con l’autunno, quando al Casino Barcelona di Barcellona si gioca la prima edizione dello European Poker Tour.

229 iscritti, per un buy-in di 1.000 euro. La vittoria, e gli 80.000 euro di primo premio, vanno allo svedese Alexander Stevic. A quel tavolo finale arriva però un giovanotto italiano, che si fermerà al 3° posto ma che dimostrerà in futuro di avere la stoffa del campione. Stiamo parlando di un certo Luca Pagano

115 fermate, €1 miliardo di premi

Proprio durante l’ultimo EPT di sempre, l’EPT Praga 2016, il circuito più longevo del Vecchio Continente ha raggiunto un traguardo importante, quello del miliardo di euro di montepremi messi in palio, attraverso un totale di 115 fermate. Il solo EPT Praga ha distribuito oltre 24 milioni di euro.

Dal 2004 ad oggi, l’EPT è cresciuto esponenzialmente, diventando il circuito pokeristico più grosso e prestigioso al mondo – le WSOP, trattandosi di un evento annuale, fanno naturalmente categoria a parte.

Se prendiamo in considerazione esclusivamente i Main Event, i tornei dell’EPT hanno attirato qualcosa come 76.414 giocatori, poco meno dell’intera popolazione di una città come Varese (che conta circa 80.000 abitanti), mettendo in palio oltre 432 milioni di euro.

EPT: la classifica per nazioni e l’unica doppietta personale

Che gli americani siano stati il motore principale del boom del poker è innegabile. Non a caso sono proprio gli USA a detenere il record per la nazione più vincente nella storia dei Main Event EPT, con 17 centri. A seguire troviamo l’Inghilterra con 14 e la Germania con 13.

Ecco la classifica completa:

  1. USA – 17
  2. Inghilterra – 14
  3. Germania – 13
  4. Svezia, Francia – 9
  5. Danimarca – 7
  6. Olanda – 6
  7. Canada – 5
  8. Polonia, Norvegia, Bielorussia Russia – 3
  9. Scozia, Libano, Bulgaria, Portogallo, Finalndia e Italia – 2
  10. Grecia, Spagna, Repubblica Ceca, Belgio, Galles, Iran, Slovacchia, Venezuela, Indonesia, Svizzera, Ucraina – 1

Vicky Coren Mitchell, tuttavia, rimane la prima e unica giocatrice ad aver vinto due Main Event EPT: la prima volta a Londra nel 2006, la seconda all’EPT Sanremo 2014, battendo in heads-up il nostro Giacomo Fundarò e negando all’Italia la seconda vittoria.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Che però sarebbe arrivata da lì a poco…

topkapias-ept
Il saluto di Andrea Borea (voce storica delle dirette streaming in italiano) allo European Poker Tour

Salvatore Bonavena & Antonio Buonanno

Sì, perché come abbiamo visto nella classifica per nazioni, l’Italia ha trionfato due volte. La prima, storica, fu targata Salvatore Bonavena, che si aggiudicò 774.000 euro. Quel fantastico EPT fu suggellato dal 2° posto di Massimo Di Cicco e dal 5° di Francesco Cirianni.

L’Italia dovette aspettare sei anni prima di concedere il bis, grazie alla vittoria di Antonio Buonanno all’EPT Grand Final Montecarlo – una vittoria che gli valse addirittura un primo premio di 1.240.000 euro.

O’Dwyer il più ricco, Puckhov il recordman di ITM

Ma chi è il giocatore che si è arricchito di più in 12 anni di EPT? Si tratta di Steve O’Dwyer, che in totale ha incassato oltre 9,6 milioni di dollari. Nella top ten dei giocatori più vincenti nella storia dello European Poker Tour compare anche il nostro Mustapha Kanit, 6° con poco più di 6 milioni di dollari.

  1. Steve O’Dwyer $9.608.236
  2. Ole Schemion $6.725.657
  3. Mike McDonald $6.461.551
  4. Igor Kurganov $6.349.727
  5. Scott Seiver $6.030.039
  6. Mustapha Kanit $6.001.495
  7. Jason Mercier $5.980.237
  8. Bertrand Grospellier $5.855.951
  9. Martin Finger $5.373.760
  10. Bryn Kenney $5.042.835

Se Johnny Lodden passerà alla storia con il giocatore con più in the money nei Main Event EPT, davanti al nostro Luca Pagano, nessuno ha ottenuto più piazzamenti a premio nei tornei targati European Poker Tour (Side Event compresi) di Konstantin Puchkov: ben 87 in the money.

Dietro di lui, staccatissimi, Pierre Neuville con 67 e Jan Bendik con 63. Stupisce il 4° posto di un giocatore relativamente giovane come Georgios Zisimopoulos, che evidentemente in pochi anni ci ha dato davvero dentro nei vari festival.

E gli italiani? Salvatore Bonavena e Mustapha Kanit sono i migliori azzurri di questa speciale classifica, entrambi con 35 in the money. Dario Sammartino ne ha ottenuti 32, mentre Rocco Palumbo 29.

  1. Konstantin Puchkov 87
  2. Pierre Neuville 67
  3. Jan Bendik 63
  4. Georgios Zisimopoulos 58
  5. Marcin Horecki 57
  6. Mike McDonald 56
  7. Atanas Kavrakov 55
  8. Ole Schemion 54
  9. Steve O’Dwyer, Andrew Chen 52
COMPARAZIONE GIOCHI