Vai al contenuto

Dal Silver Pass alla vittoria del Main Event Estrellas Siviglia, il racconto di Federico Castiglioni

Nel suo piccolo è un’altra di quelle storie che solo il nostro meraviglioso gioco sa regalare. Al Main Event Estrellas Siviglia Federico Castiglioni ha trovato la vittoria al primo torneo internazionale mai giocato, e non è tutto: il 29enne di Samarate in provincia di Varese si era infatti qualificato online, grazie a un Silver Pass vinto nel Power Path di PokerStars (poker).

Lo sentiamo telefonicamente due giorni dopo il colpaccio da 73.000€ (post-deal a 3): Federico risponde tra un impegno e l’altro per il negozio di abbigliamento che gestisce assieme al padre.

Ciao Federico e anzitutto complimenti per la vittoria! So che ti sei qualificato con il Silver Pass…

Sì, era uno dei primi Step-4 del Power Path che ho giocato. Appena ho visto questi nuovi tornei di PokerStars mi sono piaciuti e ho iniziato a giocarli, sono stato fortunato a vincerlo subito.

Avevi giocato altri tornei live prima di questo?

All’estero no, era il primo in assoluto.

Raccontaci la trasferta!

Sono arrivato a Siviglia il 3 novembre e sono rimasto dieci giorni. Ho giocato altri quattro o cinque eventi del festival Estrellas, tra i 200€ e i 500€ di buy-in trovando un in the money marginale. Ho giocato il day 1A del Main Event l’8 novembre ma sono uscito al secondo livello, mi sono iscritto a un satellite live da 250€, ho vinto il ticket e il giorno dopo ho giocato il day 1B.

Negli ultimi livelli del day 3, quando mi hanno spostato al tavolo televisivo, sono stato in rush.

Federico Castiglioni

Da lì in poi come è andata?

Al day1b ho oscillato sempre sullo starting stack e poi ho chiuso a 70k che era il doppio dello stack di partenza. Il day 2 è stato molto tranquillo, nessun sussulto nessuno scoppio, e ho chiuso in average o poco più. Al day 3 mi sono accorciato e poi agli ultimi livelli, quando mi hanno spostato al tavolo televisivo, sono stato in rush. Lì sono passato da 7bb a mettere in busta 1.6M/1.7M che al final day equivalevano al terzo stack in gioco.

Come è andata la giornata conclusiva?

Al tavolo finale ho trovato Luca Delfino che non conoscevo bene di persona ma che avevo spesso incrociato ai tavoli online. Secondo me il livello non era malissimo, oltre a Luca c’erano anche due spagnoli molto preparati, Galiana e l’altro spagnolo con gli occhiali di cui non ricordo il nome.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Anche per via del livello hai deciso di sottoscrivere il deal a 3?

Arrivati a quel punto ci siamo voluti fare una idea di quanto sarebbe venuta la divisione in ICM, gli altri due erano molto a favore del deal, io non più di tanto perché in quel momento ero chipleader ma poi abbiamo pattuito di togliere 3k dal premio di ciascuno per lasciare 9 mila euro al vincitore. Mi sono fatto due conti e col deal avrei preso 64k che con i nove al vincitore potevano diventare 73k: visto che si avvicinavano molto al primo premio di 80k son stato favorevole anche io.

Da un punto di vista pokeristico non cambierà molto, l’unica cosa che vorrò fare è riprendere bene lo studio e magari un pacchetto di coaching davvero potente.

Federico Castiglioni

Cosa cambierà nel tuo percorso pokeristico dopo questa bella vittoria?

Non ho grossi progetti, non credo mi cambierà praticamente nulla, l’unica cosa che vorrò fare è riprendere bene lo studio sui solver che avevo momentaneamente abbandonato e magari un domani alzare il mio abi dall’attuale 20/25€. Inoltre penso che prenderò un pacchetto di coaching livello Supersayan e che farò qualche trasferta live in più.

Dicci del live!

A giocare dal vivo mi trovo molto bene, non ho una grandissima esperienza e sicuramente devo migliorare molte cose però credo di avere un atteggiamento al tavolo molto buono, sto a mio agio ai tavoli live. Anche con gente preparatissima come Ramon Colillas, che ho incrociato una oretta al day 3, non ho sentito la pressione e sono stato contento del mio atteggiamento.

Dopo anni passati a scrivere di altro, in un periodo sabbatico mi sono appassionato al poker e dal 2012 è diventato il mio pane quotidiano. Intanto ho scritto un paio di libri che niente hanno a che vedere col nostro meraviglioso gioco.
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI