Vai al contenuto

IPT Campione: è final table, Planeta da conquista?

Vito Planeta, favorito 'tecnico' del final tableAl termine di un infinito day 3, l’Italian Poker Tour di PokerStars partorisce il primo final table di questo 2013, che avrà luogo oggi a Campione d’Italia. Out quasi tutti i più attesi, sembra l’occasione giusta per Vito “Invernomuto” Planeta, da anni ai vertici del poker da torneo online e con la chance di portare a casa il miglior risultato di sempre live.

Il palermitano parte da secondo in chips, dietro al solo Davide Slanzi e davanti al solito Giuseppe Esposito, chipleader per due giorni in fila e ancora lì, appollaiato al terzo posto su 8 superstiti nella lotta al titolo. Da un punto di vista tecnico, il principale candidato ad insidiare Planeta è Federico Granara, noto online come “fe.gra” e Supernova Elite su PokerStars con il nickname “guess:wtf”, abilissimo grinder di cash game online con l’hobby saltuario di qualche “shot” live. Stavolta potrebbe essergli venuta bene…

Diamo ora uno sguardo a chi non ce l’ha fatta. Se “Maxshark” Mosele era troppo short per poter pretendere miracoli, Mattia Tagliavini al contrario aveva una dote in chips importante, ma le vicende del torneo hanno fatto sì che il suo stack evaporasse fino a terminare la corsa di Mattia in 31esima piazza.

29° è Rocco Palumbo, a cui stavolta il board dice proprio male: AA vs KK e K subito al flop a deprimere i nuovi sogni di gloria del campione WSOP genovese. 26° chiude il talentuoso polacco Lubcznski, 25° Costantino Russo e 22 il pro di Sisal Poker Andrea Carini.

L’avventura del nostro Dario “[Dario”] Diofebi, coach di Pokermagia, poker pro e scrittore, si conclude con un 20° posto che vale 5.300 franchi svizzeri, poco più di 4.300 €: sotto average praticamente per tutta la giornata, Dario le manda tutte da bottone con 10 e 8 suited, ottenendo però il call di un avversario sul big blind che gira una coppia di 9 e vince il colpo, mandando alla cassa il nostro amico.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Il chipleader Davide SlanziLa fase a due tavoli è lunga e tesa, perchè come è normale che sia nessuno vuole mollare: 17° chiude Massimo Di Cicco, 12° uno stoico e sfortunato Daniele Mazzia, abbandonato dai suoi AK nel momento topico del pre-final table.

Così, con l’uscita del rumeno Pandilica ad opera di Bulgari, abbiamo il final table ufficiale, e la notizia è che stavolta è formato da soli italiani! Ecco lo schieramento:

  1. SLANZI DAVIDE     1.957.000        
  2. PLANETA VITO     1.717.000
  3. ESPOSITO GIUSEPPE     1.458.000
  4. FINOTTI ROBERTO     1.268.000
  5. BULGARI MASSIMO     1.202.000
  6. MONTINI ANDREA     1.023.000
  7. GRANARA FEDERICO     598.000
  8. PETTA CIRO     391.000

L’appuntamento è dunque per oggi pomeriggio, quando i magnifici 8 si ritroveranno per giocarsi il titolo e i 220mila franchi svizzeri del primo posto!

(per le foto si ringrazia Manuel Kovsca – PokerStarsblog)

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".