Vai al contenuto

ISPT: salta il montepremi garantito da € 20 milioni

masquelier-lieuDal gran finale del Partouche Poker Tour al giallo dell’evento Enjoybet Open di Cipro, è senza dubbio un settembre molto caldo per i tornei “garantiti” nel poker live ma la scia delle polemiche sembra non esaurirsi: nelle ultime ore, nell’occhio del ciclone è finito l’International Stadiums Poker Tour. 

E’ da tre settimane che si alimentano dubbi sul torneo inglese: in un primo momento, Laurent Tapie aveva affermato che il garantito sarebbe stato di 30 milioni di euro. Si è poi scesi a 20 milioni ma sul sito ufficiale della manifestazione (www.ispt.com) la parola “garantito” è sparita e stata sostituita con “montepremi previsto”, sfavorendo tutte le persone che si erano già iscritte (ben 3.332) nella prospettiva di concorrere per un prizepool allettante.

Sul forum 2+2 si sprecano le polemiche e la giornata di ieri si è rivelata incandescente: Stephen McClean, giocatore molto rispettato dalla community online e rappresentante di ISPT ha scritto: “scioccato da quanto successo”, commentando la novità dell’ultimo momento comparsa sul sito dell’ISPT.

Secondo McClean i 20 milioni di montepremi saranno utilizzati per garantire – con ogni probabilità – tutti i tornei del Festival di Wembley, quindi anche i side events che si disputeranno dal 31 maggio al 6 giugno  2013.

antonius-ispt

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Ad alimentare ancor di più i dubbi è il fatto che il 3 settembre, doveva essere organizzata una conferenza stampa da parte dei due co-fondatori Laurent Tapie (figlio di Bernard) e Prosper Masquelier. Era previsto anche l’intervento di uno dei partner della manifestazione, Skrill, per testimoniare il deposito dei fondi a garanzia. Ma al momento, vince il silenzio su tutta la linea.

Lo “scandalo” del Partouche Poker Tour non ha poi aiutato. Sono forti i legami di Prosper Masquelier con la nota catena di casinò francesi: è stato responsabile di Partouche Interactive (insieme a Laurent) e il padre Jean Masquelier dirige due sale da gioco del gruppo. 

In ballo ci sono parecchi milioni e serve chiarezza: per placare le polemiche non bastano gli ingaggi di testimonial d’eccezione come Liz Lieu, David Benyamine, Patrick Antonius (sponsorizzato solo in occasione del Partouche Poker Tour di Cannes), Sam Trickett e Michael Mizrachi

Considerando le polemiche sempre più roventi, è probabile che nei prossimi giorni la famiglia Tapie chiarisca alcuni aspetti; il rischio è quello di compromettere l’intera credibilità dell’ambiziosa manifestazione che punta a riempire gli spalti di Wembley con 30.000 players.

Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI