Vai al contenuto

Tom Dwan vince pot da $3,1M e batte tutti i record

Il poker televisivo ha vissuto ieri una giornata storica, poiché si è assistito al più grosso piatto nella storia: ben 3,1 milioni di dollari! E a vincerlo, indovinate un po’, è stato nientemeno che Thomas Dwan jr. Andiamo allora a vedere cosa è successo all’Hustler Casino Live, il cash game televisivo in cui si è giocata questa mano, dallo svolgimento quantomeno singolare.

HCL: Tom Dwan vince la mano più ricca di sempre!

Siamo all’Hustler Casino Live, format di cash game dalla crescente popolarità, e scommettiamo che dopo questa mano gli spettatori cresceranno ancora. Al tavolo ci sono ovviamente pezzi grossi del poker, come Tom Dwan, Doug Polk, Haralabous Voulgaris insieme a nuove star come Nik Airball e altri ancora.

Lo stand Up Game e Polk in imbarazzo

Si gioca a stake 500$/1.000$ con BB ante di 3.000$ e la modalità “Stand Up Game”. Ciò significa che l’ultimo giocatore in grado di vincere una mano, tra quelli al tavolo, dovrà pagare a ciascuno degli altri 6.000$. Ne consegue che un po’ tutti cercano di diventare più aggressivi, in modo da non doversi accollare quella sorta di “tassa della vergogna”.

Il contesto di Stand Up Game rende già la mano singolare, ma il contesto si complica ancora di più poco dopo, poiché Doug Polk annuncia di aver visto la mano di Wesley “Wes Side” Fei, seduto alla sua destra. Con ogni probabilità, ciò è accaduto mentre la dealer distribuiva le carte. Cose che possono capitare, ma questo particolare avrà un’influenza non indifferente, vista l’importanza della mano.

Preflop

Infatti, pochi istanti dopo, “LSG Hank” apre a 7.000$ da hi-jack con a 8 e Wesley 3-betta a 30.000$ da bottone con a k e uno stack da oltre 3 milioni di dollari, il più alto tra quelli portati al tavolo dai giocatori. Sullo small blind c’è Doug Polk che appare in difficoltà, non tanto per la propria mano (ha solo 10 e 2), ma per il fatto di non dover dare tell sulla mano del suo avversario. Dopo il fold di “Handz” (che aveva un altro asso) si arriva a Tom Dwan, che siede su UTG ma aveva messo lo straddle, quindi è ultimo a parlare.

Tom ha uno stack da poco più di 1,5 milioni e q q , anche se la grafica inizialmente non riesce a identificare la sua mano ed essa rimane ignota, a spettatori e commentatori, per buona parte della diretta. Dwan 4-betta a 100.000$ e, dopo il fold dell’original raiser, la palla torna a Wesley, che 5-betta a 275.000$. Tom Dwan ci pensa un paio di minuti, poi annuncia il call, e abbiamo già un piatto da oltre 550mila dollari senza ancora aver visto un flop.

Flop (piatto da 562.000$)

Il flop è 3 8 8 , Tom fa check e Wesley punta 125.000$ su pot 562.000$. Dwan si prende anche qua del tempo, ma non troppo: è call.

Turn (piatto da 812.000$)

Si va dunque al turn che è un 5 . Ancora check per Tom Dwan, che stavolta deve fronteggiare una bet da 350.000$, sparata da Wesley su un pot da 812.000$. Dopo quasi altri due minuti di riflessione, Tom chiama e il piatto diventa da 1,5 milioni. Wesley ha ancora oltre 2 milioni davanti, mentre a Tom Dwan restano 786.000$, praticamente mezza PSB (pot sized bet, ndr).

Scopri tutti i bonus di benvenuto

River (piatto da 1,5M$)

Il river è 6 e sembra nettamente una carta “blank”. Nuovo check dell’ex “durrrr” e Wesley annuncia allin. Tom si alza, va a prendersi una bottiglietta d’acqua, si risiede, riflette a lungo. Nel frattempo, tra i due è rimasto seduto Doug Polk nel tentativo di rimanere impassibile, essendo lui a conoscenza della mano di Wesley. Tom pensa a voce alta e, dopo circa 4 minuti di riflessione, decide per il call.

Abbiamo pertanto il piatto più grosso nella storia del poker televisivo, ben 3,1 milioni di dollari, e viene vinto da Tom Dwan. Difficile dire cosa abbia indotto il fenomeno del New Jersey al call. Wesley Fei è un regular dell’HCL, con una reputazione piuttosto tight, e durante questa mano lo si è visto più volte con le mani tremanti. Tell o fake tell? Tom Dwan forse ha optato per la prima, e in questo caso ha fatto bene.

Il video della storica mano

Qui potete gustarvi tutti i 16 minuti di questa mano storica.

Le prime parole di Tom Dwan

Subito dopo aver fatto la storia, vincendo un piatto incredibilmente alto, le prime parole pronunciate da Tom Dwan sono state: “CAN I HAVE A BEER?”

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI