Vai al contenuto

Bravi, ricchi ma eterni secondi: i top player che non hanno mai vinto un titolo

Che cos’hanno in comune Claudio Chiappucci, Francesco Toldo, Eddie Irvine e Isaac Haxton? Tutti e quattro possono vantare carriere scintillanti e guadagni mica da ridere, eppure condividono la scomoda etichetta di eterni secondi, coniata per un altro ciclista, Gaetano Belloni, capace di collezionare qualcosa come 100 secondi posti, 26 dei quali dietro al mito Costante Girardengo.

Forse fa un po’ sorridere definire eterno secondo un top player del calibro di ‘Ike’, 27° nella All Time Money List con oltre 11,3 milioni di dollari vinti in carriera. Eppure, Haxton non ha mai vinto nessun torneo importante: è arrivato tre volte secondo, nel 2007 al PCA Main Event, nel 2009 in un torneo da $40.000 delle World Series of Poker e nel 2014 nel Challenge da $250.000 dell’Aussie Millions – vinto da Phil Ivey.

11,1 sono invece i milioni di dollari vinti da Sorel Mizzi, quarto giocatore canadese più vincente di sempre in termini di incassi. Eppure, anche lui è tra i top player che ancora devono assaporare la gioia di alzare un trofeo di quelli importanti: 3° posto all’Irish Open 2007, 2° nel £5.000 PLO alle WSOPE 2008, 2° al $5.000 PLO alle WSOP 2009, 2° all’Aussie Millions Main Event 2014.

Protagonista – suo malgrado – con Filippo Candio di una delle mani più sick nella storia delle WSOP, Joseph Cheong (3° per $4,13 milioni in quell’edizione del Main Event) in carriera ha vinto oltre 11 milioni di dollari. Qualche torneo importante portato a casa? Macché.

2° nel NL Mixed-Max alle WSOP 2012, 4° nel WSOPE 2012 Main Event, 2° nel NL High Roller alle WSOP APAC 2013, 2o nel NL 2-7 Lowball alle WSOP 2014, tanto per citare solo alcuni dei suoi vorrei ma non posso. Chissà che le WSOP 2016 non siano l’occasione giusta per sfatare il tabù.

[youtube]http://youtu.be/GFDPa-liBFo[/youtube]

Negli ultimi quattro anni, in pochi hanno guadagnato come David Peters: 8 dei 10,8 milioni vinti in carriera li ha raggranellati proprio nei precedenti 48 mesi. Tra i top player senza titoli major, Peters può comunque vantare un anello del WSOP Circuit. Per quanto riguarda i suoi near miss, un 2° posto in un NL $1.000 alle WSOP 2010 e un 4° alle WSOPE 2011, oltre a un 4° nell’High Roller delle WSOPE 2013.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Tobias Reinkemeier è uno dei top player più navigati. Da 10 anni frequenta il circuito live ma il suo risultato migliore, in termini di piazzamento importante, è un 5° posto nel One Drop High Roller da $100.000 alle WSOP 2014, oltre a un 6° posto nel WPT Five Diamond World Poker Classic dello stesso anno.

Connor Drinan, invece, è al 6° anno da professionista: occupa il 50° posto nella All Time Money List con 8,68 milioni di dollari. Per lui parlano un 4° posto nel NL Six Max delle WSOP 2013 e l’11° nel One Drop High Roller sempre di quell’anno. L’estate scorsa ha piazzato un 4° posto nel PL Omaha Hi Lo Event (sempre alle World Series) e ha chiuso l’anno con un 5° posto all’APPT Asia Championship of Poker Main Event.

Chiudiamo con un altro top player tra i più noti e apprezzati: il nostro Luca Pagano. L’azzurro non ha ancora vinto un torneo importante a livello europeo/mondiale, sebbene in carriera si sia aggiudicato una picca tricolore, trionfando all’IPT Sanremo 2011. Pagano vanta comunque oltre 2,1 milioni di dollari guadagnati in carriera e un record di 21 piazzamenti a premio allo European Poker Tour.