Vai al contenuto

WPT Vienna: Fast demolisce il day 3. E’ fuga solitaria sognando il bis

Dietrich Fast è un’ira di Dio. Nel day 3 del WPT Vienna il player tedesco fa letteralmente il vuoto e si prende con pieno merito la leadership. Una fuga autentica la sua che sa tanto di strappo in salita verso quel bis di titoli che avrebbe dello storico. Dopo aver vinto il WPT Los Angeles Poker Classic un paio di settimane fa, punta adesso al trionfo in terra austriaca. Sarebbe il primo player nella storia del World Poker Tour a vincere due tappe in due continenti nella stessa stagione.

Impressionante davvero la marcia di Fast che imbusta 1.200.000 chips, ovvero 431.000 gettoni di vantaggio sul rivale più vicino. E’ chiaro che oltre alla bravura del giocatore, nel singolo torneo serve anche la fortuna nel momento giusto. E così da un colpo che poteva essere letale per le sue speranze, si prende il monster pot che vale la fuga. Con Q-Q finisce ai resti preflop vs A-A di Gereon Sowa e una dama facecard lo lancia a ridosso del milione di chips, per una mano che cambia il copione di un torneo.

Fast Vienna
Dietrich Fast

A Vienna quindi la giornata non è certo stata noiosa, dove l’unico rimpianto è quello di non vedere più azzurri in gara. In 49 hanno ripreso posto ai tavoli nella discesa che porta verso le 27 posizioni a premio. Detto della mano che catapulta al comando Fast, il torneo perde pedine del calibro di Tony Dunst, Jesper Feddersen, Severin Schleser, David Kaufmann e Morten Mortensen.

Si arriva quindi al momento più atteso della giornata, ovvero l’ingresso a premio. I panni mai graditi di uomo bolla vanno così a Dimitrios Nanos. Non basta J-J vs K-K di Michael Schmalnauer. Seat open e festeggiamenti per i 27 players left. Varcata la soglia dei premi, si chiudo le avventure dei vari Fahredin Mustafav (27°), il campione uscente Kostantinos Nanos (25°), Klaus Stanek (21°) e David Abramov (17°).

Detto di Fast, restano in corsa diversi big del poker mondiale, quando in 16 staccano il pass per il day 4. Fra questi c’è John Gale, che chiude al secondo posto nel count con 769.000 gettoni. Sul gradino più basso del podio virtuale troviamo Julian Thomas a quota 708.000. Non molla la presa nemmeno Matias Ruzzi. L’argentino, leader nel day 1A, completa la giornata in sesta piazza accumulando 610.000 fiches. Nella top ten poi c’è spazio anche per per il leader del day 2 Georgios Zisimopoulos (432.000), Matthew Davenport (432.000) e Alexander Freund (193.000).

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Carte in aria con il day 4 a partire dalle ore 14.00. Il gioco riprende dal livello 3.000-6.000 ante 1.000, mentre la giornata si chiuderà con la formazione del tavolo finale a 6 giocatori. Di seguito il count ufficiale:

1- Fast Dietrich  1.200.000
2- Gale John  769.000
3- Thomas Julian  708.000
4- Darie Vlad Victor  700.000
5- Ruzzi Matias 610.000
6- Nock Jeremy  543.000
7- Gal Zoltan 524.000
8- Zisimopoulos Georgios 432.000
9- Davenport Matthew  432.000
10- Freund Alexander 193.000
11- Liashenko Oleksii 171.000
12- Bosnjak Dominik 159.000
13- Schmalnauer Michael  156.000
14- Szabö Zoltan 150.000
15- Hagblad Andre 147.000
16- Züllig Domenic 123.000

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta