Vai al contenuto

WSOP 2017: Dario Minieri torna a giocare il Main Event! Il bilancio degli azzurri

L’Italia potrà calare un asso in più al Main Event WSOP 2017: Dario Minieri. Il player romano, che mancava alle World Series of Poker ormai da quattro anni, a sorpresa torna a fare visita alla Sin City per partecipare al torneo più importante e atteso.

Il Main Event WSOP 2017 comincerà sabato 8 luglio con il Day 1A, anche se sono diversi i tornei ancora in corso o da iniziare – compreso il Little One for One Drop, l’ultimo a prendere il via in ordine cronologico. Vediamo insieme come sono andati gli italiani sin qui.

Dario Minieri a caccia del secondo braccialetto

9 giugno 2013. Questa è la data dell’ultimo in the money di Dario Minieri alle World Series of Poker. In quell’occasione, il Darietto Nazionale chiuse all’8° posto l’evento 19, un torneo di Pot Limit Hold’em da 5.000 dollari.

Minieri, che era in viaggio nella giornata di ieri, potrebbe anche decidere di “scaldarsi” con qualche evento che inizia oggi o domani. L’Event #68, ad esempio, è un torneo di No Limit Hold’em da $3.000 che dura tre giorni.

Questo torneo ricorda molto quello che nel 2008 valse a Dario Minieri il suo primo e fin qui unico braccialetto vinto in carriera: si trattava infatti di un evento di No Limit Hold’em, dal buy-in però di $2.500.

Italiani alle WSOP 2017: com’è andata finora?

Ma Dario Minieri non sarà certamente l’unico azzurro che vedremo impegnato al Main Event WSOP 2017. L’Italia ha diverse frecce nella propria faretra, per tentare l’assalto al braccialetto più importante e desiderato di tutti.

Braccialetto che fin qui è mancato, anche se gli italiani hanno messo insieme oltre $2,1 milioni di dollari di premi a queste World Series of Poker. Vediamo insieme i piazzamenti più importanti degli azzurri.

 

Stanco di perdere? Entra nel Team di Pokermagia! Staking e Coaching gratuito per te. Fail il test ora!

betsense

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

 

Sammartino e Pescatori su tutti

Dopo i primi in the money al Colossus (tanti azzurri a premio, compresi Walter Treccarichi e Antonio Buonanno), ecco il 3° posto di Dario Sammartino all’High Roller for One Drop da $111.111, che è valso all’azzurro un premio da $1.608.295.

Il ‘Mad Genius’ ha ottenuto – tra i tanti itm – anche un 9° posto al Championship di 2-7 Lowball Draw ($19.187) e un 8° nel Championship di NL Hold’em 6-Handed ($69.578).

Poi è stata la volta di Max Pescatori nel Championship di Omaha8, chiuso al 15° posto. Il ‘Pirata Italiano’ ha fatto meglio nel torneo di H.O.R.S.E. da $1.500, terminato al 4° posto per $62.733 – evento in cui Treccarichi si è fermato in 29° posizione.

Max ha poi raggiunto il final table anche nell’Event #33, un torneo di No Limit Hold’em da $1.500 (8° posto e $39.060), dove Luigi Curcio ha piazzato la sua bandierina in 14° posizione. Altro tavolo finale, e 6° posto, nel Seven Card Stud Hi Lo da $1.500 per il giocatore milanese, con ‘cesarino90’ 9°.

Che numeri il Mad Genius!

Scorrendo le classifiche dedicate alle WSOP 2017, scopriamo che Dario Sammartino è il 3° giocatore più vincente con $1.747.350, dietro a Doug Polk con $3.687.240 e Bertrand ‘ElkY’ Grospellier con $2.289.080.

‘Mad Genius’ domina invece le classifiche di profitability: è 5° nella classifica Top $ per ITM tra i giocatori con almeno un piazzamento a premio ($291.225) e addirittura primo nelle classifiche Top $ per ITM tra i giocatori con almeno 3 e con almeno 5 piazzamenti a premio.