Vai al contenuto

WSOP 2017: Dario Sammartino centra il final table nel 111K One Drop

Dan Shak uomo bolla

L’evento#6 delle WSP 2017 ha visto 23 players riprendere posto ai tavoli. Servono tre eliminazioni per arrivare allo scoppio della bolla. Un ruolo che suo malgrado spetta ad un volto conosciuto come Dan Shak. Ormai short mette le ultime chips al centro del tavolo con A-J e trova il call di Scott Seiver con J-5. Una clamorosa scala runner runner al cinque assegna il pot a Seiver, mentre Shak è l’ultimo giocatore ad uscire senza alcun premio in mano.

Dan Shak

Raggiunta la zona “In the Money” sono tanti i big che si avviano alle casse. Connor Drinan è il primo out a premio (20°) seguito da Nick Petrangelo (19°) e Igor Kurganov (18°). Poi è la volta di Dan Colman che rimasto con 11 big blinds si affida a 2-2, ma Chris Moore non fa sconti con A-J obbligando il “Cannibale” alla resa in 16° piazza.

Niente final table anche per Charlie Carrel (15°), Byron Kaverman (12°), Antonio Esfandiari (11°) e uomo bolla del tavolo finale Phil Hellmuth (10). “The Poker Brat” a lungo sul fondo del count muove allin con A-4. Martin Jacobson snappa con A-K e dopo un board liscio il 14 volte campione alle WSOP è out. Manca così il terzo final table in carriera ad un One Drop.

Dario non molla, Elky vola

L’evento#6 delle WSOP 2017 continua a vedere brillare la stella di Dario Sammartino. Il partenopeo inizia la giornata con 6.080.000 per imbustare 7.975.000 chips. Una salita costante che lascia ben sperare verso la volata al titolo. Certo, in tutto questo c’è la fuga in solitaria di Bertrand “ElkY” Grospellier. Il team pro Pokerstars, arrivato direttamente dal PSC di Sochi, blinda la sua leadership eliminando avversari del calibro di Igor Kurganov, Charlie Carrel e Scott Seiver.  Imbusta 16.825.000 gettoni.

Dario Sammartino

Fra il francese e Dario Sammartino, si inserisce il campione del mondo 2014 Martin Jacobson. Lo svedese, grazie anche alla mano con cui elimina Hellmuth, sale a quota 8.890.000 unità. Ma sarà un grande final table considerando le presenze dei vari Andrew Robl (6.670.000), Doug Polk (6.090.000) e Rainer Kempe (5.760.000). Start del tavolo finale a partire dalle ore 14.00 locali (le 23.00 in Italia) con il livello 20, 80.000-160.000 ante 20.000.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Il chip count e il payout

  • 1 Dario Sammartino 7,975,000
  • 2 Bertrand Grospellier 16,825,000
  • 3 Rainer Kempe 5,760,000
  • 4 Andrew Robl 6,670,000
  • 5 Doug Polk 6,090,000
  • 6 Haralabos Voulgaris 2,865,000
  • 7 Michael Kamran 3,470,000
  • 8 Chris Moore 7,600,000
  • 9 Martin Jacobson 8,890,000
  • 1 $3,686,865
  • 2 $2,278,657
  • 3 $1,608,295
  • 4 $1,158,883
  • 5 $852,885
  • 6 $641,382
  • 7 $493,089
  • 8 $387,732
  • 9 $312,006

 

Stanco di perdere? Entra nel Team di Pokermagia! Staking e Coaching gratuito per te. Fail il test ora!

betsense