Vai al contenuto

WSOP 2017: niente da fare per Negreanu e Mercier, si arrendono a David Bach nell’HORSE

L’evento HORSE da $10.000 di buy-in sembrava essere l’occasione perfetta per assistere al settimo successo di Daniel Negreanu alle World Series Of Poker. Il professionista canadese partiva infatti da chipleader al final day, con soli 15 giocatori rimanenti. Anche stavolta, però, Kid Poker si è dovuto fermare sul più bello. Ecco com’è andata.

WSOP 2017 event #30: $10.000 HORSE Championship

Come accennato, il prestigioso Championship di HORSE ripartiva da 15 players left, con Daniel Negreanu nei panni del chipleader. Il team pro di Pokerstars non era solo il giocatore con più chips, ma anche l’unico sopra il milione. C’erano tutte le premesse per vederlo arrivare fino in fondo.

Tra i contendenti al titolo anche altri nomi noti come Jason Mercier, Anthony Zinno, Brian Rast, Jerry Wong e David Bach.

Zinno è stato subito protagonista, perché nelle prime mani ha perso un piatto importante proprio contro Negreanu. Rimasto con appena 75.000 chips, il pro statunitense è comunque riuscito a trovare tre double-up consecutivi sempre contro Negreanu, tornando in corsa.

Kid Poker è sceso sotto quota un milione, ma in breve tempo è tornato a dominare. Ha eliminato un avversario temibile come Brian Rast in 11° posizione e si è ritrovato nuovamente chipleader all’unofficial final table, a 9 left.

Dopo l’eliminazione di Zinno in nona posizione, ha preso il via il final table vero e proprio, che nell’HORSE è sempre 8-handed. A questo punto non era più Negreanu il leader incontrastato: la chiplead era “condivisa” con Erick Rodawig, Don Zewin e Jason Mercier, tutti con stack tra 1.6 milioni e 1.4 milioni.

Inaspettatamente, da questa bagarre sono usciti con le ossa rotte i due membri del team pro di Pokerstars: Negreanu si è arreso in sesta posizione dopo essersi giocato tutte le ultime 410.000 chips nel PLO h/l, Mercier lo ha seguito poco dopo trovando l’eliminazione nel Razz. Per il canadese una sesta posizione da $61.677, a Mercier un premio di $83.415.

A quattro left, il nome più noto era quello di David Bach, già vincitore del Poker Players Championship da $50.000 di buy-in del 2009. Dopo una serie infinita di double-up, lo statunitense si è presentato alla fase più calda del torneo con uno stack di circa due milioni. Qui ha messo in campo tutta la sua esperienza, e nel giro di un livello si è preso la chiplead.

Bach ha eliminato Andrew Brown in quarta posizione ed è salito a 3.5 milioni. Eric Rodawig si è sbarazzato del veterano Don Zewin e a quel punto è iniziato l’heads-up per uno dei braccialetti più ambiti delle WSOP, con il seguente chipcount:

  1. Eric Rodawig 4.175.000
  2. David Bach 3.325.000

Pur partendo in svantaggio, Bach è riuscito a scavalcare subito l’avversario. Con la chiplead in pugno ha gestito nel migliore dei modi il suo stack, spingendo Rodawing sempre più lontano. Rimasto con 750.000 chips, Rodawig si è giocato tutto nel PLO h/l con j 9 9 3 sul board q k a . Bach ha chiamato e ha trionfato con a j 9 8 grazie al 5 sul turn e il 7 sul river.

Per Bach si tratta del terzo braccialetto WSOP. Ecco il payout al final table:

  1. David Bach $383,208
  2. Eric Rodawig $236,841
  3. Don Zewin $163,557
  4. Andrew Brown $115,485
  5. Jason Mercier $83,415
  6. Daniel Negreanu $61,66
  7. Yuebin Guo $46,687
  8. Jerry Wong $36,218

WSOP 2017 event #32: $1.500 Omaha h/l

Il Day 2 dell’evento da $1.500 di Omaha h/l vedeva ai nastri di partenza anche il nostro Max Pescatori, come sempre a caccia del suo quinto braccialetto. Per il Pirata italiano, purtroppo, non c’è stata gloria: partiva cortissimo (7.600 chips) ed è stato subito eliminato. Poco male, comunque, visto che l’uscita precoce gli ha permesso di iscriversi e qualificarsi al Day 2 del torneo di No-Limit Hold’em da $2.500.

Dei 224 giocatori presenti al Day 2, in 104 sono andati a premio. Tra coloro che hanno piazzato la bandierina ma non hanno superato la giornata segnaliamo Ashton Griffin, Andy Black, Joe Hachem, Jeff Lisandro e Marcel Luske.

John Racener passa al Day 3 ma è ultimo nel chipcount

Al final day passano in 29, pronti a contendersi la prima moneta da $193.484. Il chipleader è Howard Smith, ma le prime posizioni sono tutte estremamente ravvicinate. Tra i superstiti segnaliamo Allen Kessler e John Racener, ultimo nel chipcount.

La top 10:

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto
  1. Howard Smith 466,500
  2. Erle Mankin 465,000
  3. Yueqi Zhu 448,500
  4. Igor Sharaskin 445,000
  5. Rock Howard 383,500
  6. Danny Woolard 350,500
  7. Vladimir Shchemelev 256,000
  8. Eddie Blumenthal 226,000
  9. Mark Herm 200,000
  10. Tai Nguyen 170,000

 

Stanco di perdere? Entra nel Team di Pokermagia! Staking e Coaching gratuito per te. Fail il test ora!

betsense

 

WSOP 2017 event #34: $10.000 Limit 2-7 Triple Draw

L’altro Championship di giornata era quello di Deuce-to-Seven Triple Draw. Il buy-in di $10.000 ha generato un field di appena 80 entries, per un montepremi finale di $752.000. Al termine dei 10 livelli del Day 1 restano in gioco 26 giocatori, tra cui molti nomi noti.

Partendo dagli shortstack, si qualificano al Day 2 J.C. Tran (ultimo), Todd Brunson (25°), l’organizzatore di tornei dell’Aria Casino Cary Katz (23°), Ismael Bojang (21°) e Mike Matusow (20°), tutti con meno di 100.000 chips a testa.

James Obst a caccia della doppietta alle WSOP 2017 (courtesy 888Poker)

Risalendo nel chipcount troviamo Shaun Deeb (18°), Nick Schulman (17°), Shawn Buchanan (11°), Anthony Zinno (8°), David Benyamine (7°), James Obst (6°), Mike Watson (4°) e Chris “Apotheosis92” Kruk (3°).

Davanti a tutti ci sono però Adam Owen e Robert Cambell. La bolla scoppierà stanotte a 12 left, la prima moneta è fissata in $232.738 e questo è il chipcount:

  1. Adam Owen 336,000 -79,000
  2. Robert Campbell 291,000 3,500
  3. Chris Kruk 264,500 114,500
  4. Mike Watson 261,500 -56,000
  5. Mike Ross 248,000 130,000
  6. James Obst 227,000 72,000
  7. David Benyamine 223,500 -6,500
  8. Anthony Zinno 204,000 142,000
  9. Georgii Belianin 184,000 -34,000
  10. Konstantin Puchkov 180,500 83,500
  11. Shawn Buchanan 167,500 117,500
  12. Mark Gregorich 155,000 18,000
  13. Jordan Siegel 136,000 0
  14. Ben Yu 134,500 31,500
  15. Lyle Berman 133,000 -12,000
  16. Mike Wattel 124,000 -1,000
  17. Nick Schulman 121,500 71,500
  18. Shaun Deeb 117,000 33,500
  19. Tyler Meservy 102,500
  20. Mike Matusow 90,500 -14,500
  21. Ismael Bojang 70,500 -46,500
  22. Brian Tate 69,000 26,000
  23. Cary Katz 59,500 -25,500
  24. Jyri Merivirta 51,000 -10,000
  25. Todd Brunson 31,000 -34,000
  26. J.C. Tran 17,500

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta