Vai al contenuto

WSOP 2013: ‘caporetto’ italiana all’evento Heads Up

Dario Minieri, ko contro il forte WiltOnTiltL’event #16 di queste World Series Of Poker era fra i più attesi in assoluto, poichè si tratta del campionato mondiale di Heads Up No Limit Hold’em. 10mila dollari di buy-in con 162 partecipanti e 5 speranze italiane: Salvatore Bianco, Pasquale Braco, Cristiano Guerra, Dario Minieri e Dario Sammartino.

Il responso è impietoso: 0 vittorie e 5 sconfitte, con i soli Sammartino e Guerra presenti al secondo turno ma solo grazie al “bye” (turno passato automaticamente) preso nel primo round. Salvatore Bianco si trovava contro il runner up del Main Event WSOP 2011 Martn Staszko, che ha preso subito grande vantaggio grazie a un allin sul turn J 6 3 7 su un piatto tri-bettato preflop dall’italiano. Salvatore gira AJ, Martin J7 e va lui, come si dice in gergo. Poi Bianco effettua il reload consentito ma si ritrova nuovamente con le spalle al muro, 88 vs QQ e nessuna sorpresa dal board.

A Pasquale Braco era toccato in sorte lo statunitense Alexander Venovski, che non si è limitato a battere il napoletano ma è riuscito a superare anche Kevin Eyster al secondo turno approdando al turno a 32 dove stasera affronterà Justin “boosted J” Smith.

Cristiano Guerra ha preso un bye saltando il primo turno, trovando al secondo round Keith Block. La mano dell’uscita è molto simile a quella di Bianco, con Crisbus che centra la top pair grazie ad A8 su flop 8 6 5, Jaka chiama la bet del romano e poi finisce ai resti sul turn K. L’americano gira K6 e anche per Cristiano Guerra è game over. Block invece supererà anche Leo Wolpert, classificandosi tra i top 32.

Dario Minieri aveva di fronte l’avversario forse più ostico, Aaron “WiltOnTilt” Wilt, già coach di deucescracked e temibilissimo giocatore di heads up cash game. Nulla da fare per Darietto ma anche Wilt ha dovuto cedere poco dopo, uscendo al secondo turno contro Russel Rosenblum.

Infine, Dario Sammartino. Dopo il sorteggio che gli ha fatto passare un turno senza giocare, al napoletano è toccato scontrarsi con Brandon Davis, probabilmente uno dei meno duri tra gli avversari possibili. Ma anche per “sammarnutz” è arrivato purtroppo il semaforo rosso, mentre Davis si è schiantato al turno successivo contro John “Brock” Parker.

C’è poco da girarci intorno: la delusione è notevole, con l’unica attenuante di un torneo dal field davvero molto duro. Un evento è sempre troppo poco per fare testo, ma per un movimento che cerca il salto di qualità a livello internazionale non vincere neanche un match in un torneo del genere non può che lasciare l’amaro in bocca.

Il torneo proseguirà questa sera con 32 giocatori rimasti e questi accoppiamenti:

Scopri tutti i bonus di benvenuto
  • AP Phahurat VS Melanie Weisner
  • Fabrizio Gonzalez  VS Randy Lew
  • Phil Galfond  VS John Parker
  • Ben Sulsky  VS Michael Mizrachi
  • Micah Raskin  VS Craig Bergeron
  • Ali Eslami  VS Don Nguyen
  • Bryan Pellegrino  VS Markus Gonsalves
  • Keith Block VS Sean Winter
  • Justin Smith VS  Alexander Venovski
  • Ankush Mandavia  VS Mark Radoja
  • Thiago Nishijima VS Phil Hellmuth
  • Marc-Andre Ladouceur  VS Sam Trickett
  • Russel Rosenblum  VS Joel Micka
  • Sam Stein  VS Davidi Kitai
  • Warwick Mirzikinian  VS Keven Stammen
  • Justin Bonomo  VS Jason Mercier

Tre gli accoppiamenti che catturano attenzione e curiosità più degli altri; Bonomo con Mercier, Galfond con Parker e “The Grinder” Mizrachi contro “Sauce123” Sulsky. Tre turni anche per questa sera, con i 16 vincitori del primo round che andranno a premio, continuando fino alla definizione dei quattro semifinalisti.

Puoi seguire le World Series Of Poker in ogni momento, grazie ai nostri blog, alle news ed alle FantaWSOP promossi da TitanBet.it.

COMPARAZIONE GIOCHI
"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".