Vai al contenuto

WSOPE Main Event: Sammartino ko, ma che final table!

Dario SammartinoL’Italia perde il suo unico asso rimasto nel mazzo al WSOPE 2011 Main Event: Dario Sammartino, nonostante lunghi frangenti vissuti addirittura al comando, deve accomodarsi out in 17ma posizione dopo un esiziale coinflip contro Max Silver.

Il forte pro partenopeo ci aveva fatto sognare: 10° su 25 allo start del day 4, si guadagna spazio e chips nonostante tavoli che definire duri è un puro “understatement”: prima con Erik Seidel e Shawn Buchanan, poi con Arnaud Mattern e Patrik Antonius.

E con il campione finnico Sammartino si è scontrato più di una volta sempre senza paura, dandole e prendendole. Ma l’uomo del destino per il nostro giocatore si chiama Max Silver: è lui, nel bene e nel male ad indirizzare le sorti di Dario Sammartino. Prima grazie al britannico arriva il double up – KK vs QQ – che permette a Dario di iniziare la cavalcata verso la leadership.

Poi si sa, Dario Sammartino non è uno che si siede aspettando gli eventi ma cerca sempre di essere protagonista, e così tra alti e bassi ecco sulla strada nuovamente lui: Dario apre da utg ricevendo il push di Silver, sul quale Dario fa instant call per le sue 750mila chips girando AK: coppia di 2 per il britannico, che purtroppo regge dopo un board chiuso peraltro da un platonico 2 al river.

Siamo out in 17ma posizione per 37.000€ di ricompensa ma tutti – compreso il diretto interessato – avevamo fatto la bocca a qualcosa di diverso, vista la qualità della performance di Dario.

Gli eliminati eccellenti si susseguono, e dopo i già usciti Seidel e Tony G è la volta di Arnaud Mattern e Patrik Antonius. Queste due uscite fanno rumore per ragioni diverse: il primo perchè esce in uno scoppio che probabilmente l’ex giocatore di backgammon francese ricorderà a lungo. In un allin preflop a tre per oltre 3 milioni di piatto Arnaud ha AA, il russo Dovzhenko AK ed Elio Fox – che li copre entrambi – 1010. Un 10 al flop consegna il mostruoso pot con annessa chip lead a Fox, mentre Dovzhenko e Mattern sono out rispettivamente 11° e 10°.

Patrik AntoniusL’uscita di Antonius invece fa rumore innanzitutto…perchè si tratta di Antonius, e poi perchè accade in bolla di final table. Rimasto corto per uno scoppio subìto da Chris Moorman, viene “finito” dallo stesso top MTT player inglese che addirittura sfodera gli assi per l’occasione, contro i quali i A10 del finnico nulla possono. Nono posto e 90.000€ per Patrik, che non fatichiamo ad immaginare deluso dalla circostanza.

Così si spengono le luci di questo day 4 che di sicuro non ha fatto annoiare nessuno, nella speranza (leggi certezza) che sarà altrettanto oggi al final table, visto il field:

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Elio Fox 3,990,000
Jake Cody 2,685,000
Dermot Blain 2,405,000
Chris MoormanChris Moorman 2,230,000
Brian Roberts 2,000,000
Max Silver 1,825,000
Moritz Kranich 1,660,000
Shawn Buchanan 1,015,000

Andando a spanne, il final table di quest’anno presenta un pedigree globale impressionante, con tre titoli EPT, tre WPT e due WSOP nel palmares degli otto concorrenti, a cui si aggiungono una triple crown già conquistata (Cody) e una che potrebbe arrivare (Kranich). Il tutto senza considerare la chance di uno come Chris Moorman, da lungo tempo in predicato di fare sfracelli anche live dopo i milioni di dollari “stampati” online, e che ora ha la grande occasione sfuggitagli per un soffio (anzi due: un 2° e un 3°) alle WSOP della scorsa estate. Con queste premesse, impossibile mancare!

Perciò, a partire dalle 12 segui insieme a noi il final table milionario del WSOPE Main Event: guardalo sul live streaming e commentalo sul nostro Blog Live sponsorizzato da Netbet.it

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".